CRIMINAL RECORD – STAGIONE 1 – FINALE SPIEGATO – chi ha ucciso Adelaide Burrowes e Stefan Ash?

Dopo il racconto di Hegarty delle indagini sull’omicidio di Adelaide e di come ha deciso che Errol fosse l’assassino, Lenker si chiede se tutti i punti in sospeso della sua indagine fossero risolti. Gli racconta di Mostapha Demir e di come lo avevano mancato durante le indagini, ma in seguito Lenker non solo lo ha trovato, ma ha anche confermato l’alibi di Errol attraverso di lui.
Nel frattempo, l’audio della chiamata d’emergenza viene trapelato da Sonya e ottiene il sostegno del pubblico per catturare il vero assassino e lasciare andare Errol. Quando Lenker fa notare un’altra lacuna nelle indagini di Hegarty, è costretto ad accettare che qualcuno nella sua squadra sia stato negligente nel controllare tutti i dettagli, ed è per questo che il vero assassino era ancora là fuori.

L’assassino di Adelaide Burrowes viene catturato?
Quando Adelaide Burrowes fu uccisa, il suo caso fu chiuso molto presto, con il suo fidanzato, Errol Mathis, arrestato e condannato per il crimine. È stata la confessione di Errol a ribaltare la situazione contro di lui, ma alla fine la verità viene fuori quando una chiamata d’emergenza rivela che il suo fidanzato violento è colui che ha ucciso Adelaide e ha incastrato Errol. Rivela anche che il suo ragazzo è “protetto” e Lenker presume che ciò significhi che è uno dei poliziotti. Più tardi, però, si scopre che si tratta di uno degli informatori.
Sebbene Hegarty affermi che non c’erano buchi nelle sue indagini e ha arrestato Errol perché l’uomo era colpevole, presto si rende conto che l’indagine è stata, in realtà, pasticciata, se non da lui, almeno da Tony. All’epoca, le impronte digitali furono raccolte dalla scena del crimine e inserite nel database. Hanno dovuto intervistare tutti quelli sulla lista per cancellarli in base ai loro alibi. Uno dei nomi sulla lista era Stefan Ash, il proprietario dell’appartamento che Adelaide ed Errol avevano affittato. Ciò significava che aveva una chiave e un accesso completo all’appartamento.
Ash avrebbe dovuto essere intervistato, ma era un informatore di Tony, quindi invece di denunciarlo, Tony ha deciso di proteggere i suoi beni. Ha cancellato il suo nome dalla lista, sostenendo che Ash era stato intervistato e controllato. Con il vero assassino fuori dall’equazione, tutti i sospetti si sono rivolti a Errol e, alla fine, se ne è preso la colpa. Nel frattempo, Ash godeva della protezione dei suoi amici poliziotti, e questo lo faceva sentire ancora più invincibile. Pensava di poter farla franca con l’omicidio a causa della sua posizione di informatore, motivo per cui è stato abbastanza coraggioso da continuare ad abusare di donne come sua moglie e Carla e persino confessare la sua colpa per la morte di Adelaide davanti a Carla.
Ash pensava che la polizia non sarebbe mai venuta a prenderlo, ma non si aspettava qualcuno come Lenker. Una volta che Hegarty scopre l’errore, cerca immediatamente di risolverlo e Lenker, sapendo che sarà evasivo, decide di tenere d’occhio ogni fase delle indagini. Quando Hegarty le dice che Ash possiede molti edifici, diventa chiaro che devono perquisire tutte le sue proprietà. Alla fine, lo trovano in uno di quegli edifici, insieme a Carla e al suo giovane figlio, che è traumatizzato da Ash e dalle cose che ha fatto loro.

Stefan Ash è morto?
Anche quando viene catturato, Stefan Ash pensa che verrà lasciato andare. Crede che la sua posizione di informatore lo renda indispensabile. Se ciò non bastasse, ha altre cose per proteggerlo. Avverte Hegarty che una volta andato alla stazione e interrogato, non esiterà a rivelare tutto quello che sa. Questo non significa solo il suo ruolo nella morte di Adelaide. Significa anche tutto quello che ha sui poliziotti corrotti come Tony e persino Hegarty. La sua carriera di informatore lo ha tenuto aggiornato su tutto.
Hegarty sembra consapevole della minaccia e di cosa potrebbe significare per lui, ma non lascia andare Ash. Ma Hegarty non è l’unico poliziotto su cui Ash ha qualcosa di sporco. Chissà cos’altro sapeva su chi e cosa significasse effettivamente il suo livello di protezione? Sembra improbabile che si affidasse solo a Tony e Hegarty per tenerlo al sicuro. È possibile che abbia passato le informazioni anche a qualche altro poliziotto, forse a qualcuno più in alto nella scala. Se stava passando loro delle informazioni, allora ci sono buone probabilità che anche loro fossero sporche.
Forse quella persona non voleva che Ash rivelasse tutti i suoi segreti, ma non potevano nemmeno lasciarlo andare a causa del calore che aveva il caso di Adelaide ed Errol. Se Ash non fosse stato costretto a rispondere dei suoi crimini, il pubblico sarebbe stato indignato, e questo non è qualcosa che il dipartimento di polizia potrebbe permettersi. Anche se non potevano non arrestare Ash, non potevano nemmeno farlo testimoniare. Quindi, hanno deciso di ucciderlo lungo la strada prima che avesse la possibilità di parlare e smascherare qualcuno. Dopo che Ash viene portato via, vediamo Kim chiamare qualcuno. Ciò dimostra che, in effetti, era molto simile a Tony, in combutta con le persone che non volevano che qualcuno come Ash rivelasse i loro segreti e le loro bugie mettendoli in pericolo.

Hegarty è corrotto? Cosa significava la frase di Patrick “Ti farò cadere a terra”?
In tutto “Criminal Record”, una delle domande con cui Lenker e il pubblico lottano riguarda la colpevolezza di Hegarty. È stato corrotto e ha incastrato Errol a causa dei suoi pregiudizi e della mancanza di indagini? Oppure stava semplicemente attraversando un momento difficile e non ha colto i segnali perché si fidava di Tony e degli altri per fare il loro lavoro? Alla fine, sembra che Hegarty abbia fatto delle scelte sbagliate, ma pensava davvero di avere l’uomo giusto per l’omicidio di Adelaide. Pensava davvero che fosse stato Errol e alla fine anche Errol ha confessato.
Ciò che preoccupa Lenker è il motivo per cui Errol ha confessato e perché, quando in seguito ha ritrattato la confessione, non ha detto a nessuno di Hegarty che lo aveva riportato nell’appartamento e lo aveva costretto a confessare senza la presenza di un avvocato. Errol dice che è stato perché Hegarty gli ha fatto sentire la registrazione di Patrick, in cui il ragazzo diceva di aver sentito Errol e Adelaide litigare e di aver sentito Errol dire: “Ti faccio a pezzi”. Poiché Errol aveva perso la memoria di quel giorno, non poteva confermare se lo avesse detto o meno. Ma se Patrick diceva di averlo detto, allora Errol credeva che dovesse essere così.
Quindi è stato grazie a quella registrazione che Errol ha deciso che doveva essere lui il colpevole e ha confessato. Ma non aveva mai capito come potesse dire una cosa del genere. Ciò ha portato Lenker a cercare la registrazione e quando l’ha ascoltata chiaramente, ancora e ancora, ha capito da dove veniva il “ti faccio a pezzi”. Non veniva dalla memoria di Patrick ma da un cartone animato che stava guardando in TV nello stesso momento in cui Hegarty lo stava intervistando. Tutto si è confuso e, sebbene Hegarty sapesse che Patrick aveva usato quella frase del cartone animato, ha fatto sembrare che Patrick l’avesse detta nel contesto di Errol.
Ciò solleva una domanda sulle intenzioni di Hegarty. Se era davvero il tipo di persona che si concentrava sui dettagli, come sosteneva, e mandava Errol in prigione perché pensava davvero che le prove fossero contro di lui, allora come spiega la manipolazione delle parole di Patrick per Errol? Perché ha costretto Errol a confessare? Ciò dimostra che mentre Hegarty potrebbe non sapere che Stefan Ash era il vero assassino, era abbastanza prevenuto e incompetente da lasciare che Errol, un uomo innocente, si prendesse la colpa per la madre di Adelaide. Ciò dimostra che Hegarty non è esattamente fatto d’oro. È stato corrotto a un certo livello ed è abbastanza intelligente da coprire le sue tracce in modo da non dover affrontare le conseguenze.
È proprio l’astuzia di Hegarty a mettere in gioco la testa di Tony quando si tratta di dare un capro espiatorio agli investigatori per le indagini fallite sull’omicidio di Adelaide Burrowes. Ciò significa anche che Hegarty deve aver saputo, o almeno aver avuto un accenno, che Tony e lui avevano seppellito la pista su Ash. Come poteva non sapere tutto ciò? Se non fosse stato così intelligente, non avrebbe volontariamente consegnato il nastro della confessione. Aveva contatti sufficienti per garantire che chiunque avesse analizzato il nastro avrebbe dichiarato i risultati a suo favore, e questo è esattamente quello che è successo.
Hegarty non si sarebbe preso la briga di catturare Stefan Ash se la chiamata di Carla ai servizi di emergenza e la rivelazione che Errol Mathis era innocente e in prigione non fossero trapelate. Se non avesse suscitato l’indignazione del pubblico, a Hegarty non sarebbe dispiaciuto lasciare andare Stefan Ash. Ma a causa della pressione pubblica, ha dovuto far arrestare Ash. Ma sapeva anche che non poteva lasciare che Ash parlasse. Quindi, lui e i superiori con cui è in combutta hanno deciso di uccidere Ash lungo la strada. Hegarty ha preso una pallottola, ma non era niente a cui non potesse sopravvivere. Inoltre, il fatto di essere stato colpito da un proiettile ha aumentato la sua credibilità e lo ha rimosso dalla lista dei sospettati per l’omicidio di Stefan Ash. Tutto ciò dimostra che Hegarty è astuto e calcolatore e sa come mantenersi pulito mentre tutto il lavoro sporco viene svolto dagli altri.

Translate »