DARK

      Dark
 Dark
(2017) on IMDb

DARK

La prima serie originale tedesca prodotta per Netflix, DARK è un mistero drammatico e soprannaturale su alcuni bambini scomparsi e sulla storia oscura di una città. È il 2019 e l'adolescente Jonas (Louis Hofmann) è tornato dopo aver trascorso un po' di tempo in un ospedale psichiatrico per aiutarlo ad affrontare il suicidio di suo padre. Ora, tornato nella sua piccola città di Winden, nota per essere vicina a una problematica centrale nucleare, scopre che il suo compagno di classe Erik è scomparso da quasi due settimane. Nel frattempo, sua madre (Maja Schöne) ha una relazione con il capo della polizia, Ulrich Nielsen (Oliver Masucci). Ma quando Jonas e i suoi amici decidono di cercare nel bosco qualcosa che Erik potrebbe essersi lasciato alle spalle, anche il figlio del capo Nielsen, Mikkel (Daan Lennard Liebrenz), scompare. Mentre l'investigatrice Charlotte Doppler (Karoline Eichhorn) porta avanti le indagini, estranei e cadaveri iniziano ad apparire in giro per la città e continuano a verificarsi strani fenomeni. Nel frattempo, i residenti più anziani di Winden iniziano a percepire che la storia si sta ripetendo. Mentre la comunità è alle prese con ciò che sta accadendo, i segreti vengono scoperti e il modo in cui quattro famiglie sono collegate ai crimini e tra loro viene lentamente rivelato.

CLICCA QUI - GUARDA LA SERIE SU NETFLIX

DARK

STAGIONI 3
STATO Conclusa
PRIMA MESSA IN ONDA 1 dicembre 2017
RETE Netflix
DURATA MEDIA EPISODI 56 minuti
GENERI Crimine Mistero Fantascienza Romanzo giallo
PAESE ORIGINARIO Germania
LINGUA ORIGINALE Tedesco
POSIZIONE GEOGRAFICA Germania
UMORE O TONO Strabiliante
CARATTERISTICHE DELLA TRAMA Inganno Finale a sorpresa
TIPI DI RELAZIONE Fidanzato fidanzata Fratello/Fratello Fratello sorella Compagne di classe Famiglia Padre figlia Figlio del padre Amici Marito moglie Madre figliaMadre figlio Sorella/Sorella
COLLOCAMENTO Realtà alternativa Piccola città
SOTTOGENERE Thriller psicologico
PERIODO DI TEMPO1 800Anni ’20Anni ’50Anni ’80Anni 2010Anni 2020 Prossimo futuro
TIPO O FORMATO TV Dramma basato su una storia

Crew

Baran bo Odar (Creator), Jantje Friese (Creator), Baran bo Odar

Writer / Director

Jantje Friese, Baran bo Odar, Martin Behnke, Ronny Schalk, Marc O. Seng

Screenwriter

Nikolaus Summerer

Cinematography

Ben Frost

Wiedemann & Berg Television. Distributor: Netflix

Producer

GERMANIA

Country

CAST E PERSONAGGI

Dark – Cast principale

Famiglia Kahnwald
Jonas Kahnwald, è il figlio di Michael e di Hannah e protagonista della serie. È interpretato da Louis Hofmann (nel 2019),
Andreas Pietschmann (nel 2052), Dietrich Hollinderbäumer (Adam),

Michael Kahnwald (2019), interpretato da Sebastian Rudolph, È il marito di Hannah e il padre di Jonas. Si suicida nel primo episodio, dando inizio alla storia il 21 giugno 2019. Nel 2019, da bambino, è anche il figlio di Ulrich Nielsen.

Hannah Kahnwald , è la madre di Jonas e la moglie di Michael. È da sempre innamorata di Ulrich Nielsen. È interpretata da:
Maja Schöne (nel 2019), Ella Lee (nel 1986),

Ines Kahnwald, madre adottiva di Michael e nonna di Jonas. È interpretata da:
Angela Winkler (nel 2019), Anne-Ratte-Polle (nel 1986), Lena Urzendowsky (nel 1953).

Famiglia Nielsen

Ulrich Nielsen , è il marito di Katharina e il padre di Magnus, Martha e Mikkel. È interpretato da: Oliver Masucci (nel 2019),
Ludger Bökelmann (nel 1986), Winfried Glatzeder (nel 1987).

Katharina Nielsen. È interpretata da:Jördis Triebel (nel 2019),
Nele Trebs (nel 1986).

Magnus Nielsen. È interpretato da:Moritz Jahn (nel 2019),Wolfram Koch (nel 1921).

Martha Nielsen (nel 2019), interpretata da Lisa Vicari.

Mikkel Nielsen (nel 2019), interpretato da Daan Lennard Liebrenz.

Agnes Nielsen, è la madre di Tronte e nonna di Ulrich, figlia di Bartosz e Siljia, e sorella di Noah. È interpretata da:
Antje Traue (nel 1953), Helena Pieske (nel 1921).

Tronte Nielsen, padre di Ulrich. È interpretato da:Walter Kreye (nel 2019),Felix Kramer (nel 1986), Joshio Marlon (nel 1953).

Jana Nielsen, madre di Ulrich, interpretata da:Tatja Seibt (nel 2019),
Anne Lebinsky (nel 1986), Rike Sindler (nel 1953).

Helene Albers, madre di Katharina, interpretata da:Katharina Spiering,
Mariella Josephine Aumann (nel 1954).

Famiglia Doppler
Peter Doppler, marito di Charlotte e padre di Franziska ed Elisabeth, è interpretato da:Stephan Kampwirt (nel 2019), Pablo Striebeck (nel 1987).

Charlotte Doppler, figlia di Noah ed Elisabeth, è interpretata da:
Karoline Eichhorn (nel 2019), Stephanie Amarell (nel 1986).

Franziska Doppler è interpretata da:Gina Stiebitz, Carina Wiese (nel 1921).

Elisabeth Doppler è interpretata da:Carlotta von Falkenhayn (nel 2019),Sandra Borgmann (nel 2053).

Helge Doppler, padre di Peter, è interpretato da:Hermann Beyer (nel 2019),Peter Schneider (nel 1986), Tom Philip (nel 1953).

Bernd Doppler, è interpretato da:Michael Mendl (nel 1986),
Anatole Taubman (nel 1953).

Greta Doppler (nel 1953), madre di Helge, interpretata da Cordelia Wege.

Famiglia Tiedemann

Regina Tiedemann, moglie di Aleksander, madre di Bartosz, figlia di Claudia, nipote di Egon e Doris, è interpretata da:Deborah Kaufmann (nel 2019), Lydia Maria Makrides (nel 1986), .

Aleksander Tiedemann, è interpretato da:Peter Benedict (nel 2019), Béla Gabor Lenz (nel 1986).

Bartosz Tiedemann, padre di Noah ed Agnes, è interpretato da:Paul Lux (nel 2019), Roman Knizka (nel 1888).

Claudia Tiedemann, è interpretata da:Lisa Kreuzer (nel 2019), Julika Jenkins (nel 1986), Gwendolyn Göbel (nel 1953), doppiata da Allegra Trenta.

Egon Tiedemann, è interpretato da:Christian Pätzold (nel 1986), Sebastian Hülk (nel 1953).

Doris Tiedemann (nel 1953), interpretata da Luise Heyer.

TRAMA

Dark, conosciuta anche come I segreti di Winden, è una serie televisiva tedesca del 2017 di genere drammatico, thriller e fantascientifico, creata da Baran bo Odar e Jantje Friese.
Winden, 2019. La scomparsa di due bambini in una città tedesca e le conseguenti ricerche porteranno alla luce misteri e oscuri segreti che questa piccola cittadina nasconde, rivelando i rapporti e il passato di quattro famiglie che vi abitano e attorno alle quali ruotano le vicende: i Kahnwald, i Nielsen, i Doppler ed i Tiedemann. Nella misteriosa cittadina di Winden dopo la scomparsa di un ragazzo, la polizia esegue le indagini riguardanti la sparizione, fino a quando non accadono strani fenomeni, come la strana morte di numerosi uccelli, impulsi elettrici che fanno sobbalzare la corrente nella cittadina e molti abitanti di lunga data si ricordano come 33 anni prima successe la stessa cosa alla famiglia Nielsen, quando Mads Nielsen scomparve misteriosamente a soli 13 anni, senza lasciare tracce.
L’intreccio della prima stagione si svolge su tre piani temporali principali: 1953, 1986 e 2019. Nella seconda stagione le vicende si estendono anche nel 1921 e nel 2052, mentre nella terza le vicende giungono fino al 1888.
La trama è basata sul principio di autoconsistenza: molti personaggi sono in grado di spostarsi nel tempo, ma non sono tuttavia in grado di modificare il loro destino né quello degli altri; il passato, in quanto tale, è immutabile; la volontà dei singoli è dunque piegata al procedere del tempo e anche quando si viaggia nel tempo non si può fare altro che assecondare gli eventi per come si sono svolti secondo il paradosso della predestinazione.

DARK- STAGIONI - EPISODI

"Il punto di una storia come questa è dove ti porta, e questo ti porta in un posto ricco e strano. Per quanto familiari possano essere i suoi elementi, i suoi piaceri sono particolari e molti."

Ha un talento per trasformare la complessità e il mistero in una narrazione soddisfacente (...) [Mantiene un senso generale di mistero senza diventare ponderoso, faticoso o ripetitivo."

DARK

Originariamente gli showrunner Baran Bo Odar e Jantje Friese sono stati invitati da Netflix a creare una serie dal loro film Who Am I (2014). Non erano interessati e hanno proposto di creare qualcosa di nuovo: avevano già piani per una serie ispirata a The Missing (2014) e un film sui viaggi nel tempo e hanno unito entrambe le idee per lanciare finalmente DARK.

Ci sono tre mondi in totale.

Adam’s World (che conosciamo dalla stagione 1 e dalla stagione 2) Eve’s World (che viene rivelato nel Season Finale della Stagione 2) The Origin World (che viene rivelato nel finale di stagione della terza stagione) I mondi annodati di Adamo ed Eva nascono da un terzo mondo di origine.

Nel 1971, H.G. Tannhaus ha una discussione con suo figlio Marek. Per questo motivo, Marek parte con la moglie e il bambino in una notte piovosa. A causa di problemi di visibilità guidano su un ponte rotto e loro tre muoiono. H.G. Tannhaus non è in grado di affrontare la loro morte ed è ossessionato dall’idea di creare un dispositivo temporale che possa usare per tornare indietro e salvarli. Impiega 15 anni a costruirlo. Infine, nel 1986, completa questo dispositivo e lo accende. Il finale di DARK rivela che H.G. Tannhaus finisce per distruggere il suo mondo con la sua macchina e dare vita a due mondi annodati: quello di Adamo e quello di Eva. Questo non è il caso di una linea temporale divisa in due. Questo è un universo che viene sostituito da altri due universi con passato e futuro che differiscono dall’universo di origine. L’intera serie DARK è basata su due mondi temporali che sono un sottoprodotto di un esperimento quantistico condotto da un uomo nel mondo di origine.

Il finale della serie DARK ci mostra che Jonas e Martha sono riusciti a fermare Marek dall’usare quel ponte rotto nel 1971 nel mondo delle origini. Questo fa sì che lui e la sua famiglia non muoiano. Marek torna a casa di H.G. Tannhaus. Dato che H.G. Tannhaus non perde suo figlio e la sua famiglia, non è ossessionato dai viaggi nel tempo e non costruisce mai il dispositivo del tempo. Il 1986 va e viene senza incidenti che distruggano il mondo di origine. Ma come risultato, sia il mondo di Adamo che quello di Eva vengono distrutti e tutti i suoi abitanti vengono cancellati dall’esistenza.

A causa della vasta portata della storia di “Dark”, nello spettacolo compaiono diversi luoghi, che si rivelano tutti importanti in un modo o nell’altro. 
Tutte e tre le stagioni utilizzano principalmente le stesse posizioni, saltando in universi passati, presenti e paralleli. 
La posizione più importante di tutte sono le Grotte di Winden. 
È qui che inizia e finisce il viaggio nel tempo.
Le scene all’interno delle grotte sono state girate a Unicorn Cave, Scharzfeld. 
L’imboccatura della grotta è opera di CGI. 
Non esiste davvero. 
Il falso ingresso è stato creato in una foresta, da qualche parte tra Tremsdorf e Saarmund nel Brandeburgo, a sud di Berlino. 
Le scene del bosco con i binari e il ponte sono state girate nella foresta di Düppeler vicino al lago Wannsee. 
Le scene del cancello della centrale elettrica sono state girate ad Am Glockenturm.
La chiesa in cui Jonas e Noah si incontrano è stata girata al cimitero di Südwestkirchhof a Stahnsdorf. 
Questo luogo appare anche nelle scene in cui l’adolescente Jonas incontra Jonas adulto e Helge condivide i suoi dubbi sul rapimento e l’uccisione di bambini con Noah.
La scuola superiore frequentata da Jonas e dai suoi amici, nonché dai loro genitori negli anni ’80, è in realtà la Reinfelder Schule nel quartiere berlinese di Charlottenburg-Wilmersdorf. 
Gli esterni del Waldhotel di Regina Tiedemann, che negli anni ’50 era anche la casa del Doppler, sono stati girati allo Schloss Lanke nel Brandeburgo. 
La casa di Regina Tiedemann è Anwesen Am Wannsee, mentre la casa di Claudia è Lutzelsteiner Weg a Berlino.
Le scene dell’ospedale e della casa di cura sono state girate nell’ex ospedale di Heckeshorn vicino a Wannsee, mentre il manicomio in cui finisce Ulrich Nielsen è stato girato a Hermannswerder, Potsdam. 
Le scene con la stazione di polizia sono girate nell’Akademie der Kunste, Hanseatenweg.
La seconda stagione di “Dark” ci porta nel futuro post-apocalittico in cui il mondo è stato spazzato via da un disastro nucleare. 
Le riprese di queste scene si sono svolte nella vecchia palestra di Krampnitz, un’ex base militare sovietica tra Potsdam e Spandau; e nella Chemiewerk Rüdersdorf.

Tradotto dal latino, “sic mundus creatus est” significa “così fu creato il mondo”. 
La frase deriva dalla tavoletta di smeraldo, nota anche come tavoletta smaragdina o tabula smaragdina. 
Sebbene l’origine esatta della tavoletta sia motivo di dibattito, Hermes Trismegistus è accreditato come il suo creatore nel testo.
La tavoletta è molto apprezzata da alchimisti e filosofi (tradotta da Issac Newton) e si dice che contenga il segreto della “prima materia” o materia prima. 
La prima materia è la materia prima necessaria per la creazione della pietra filosofale, quella che trasforma le cose in oro. 
Ma può anche essere interpretato come il materiale di base necessario per la creazione di tutto, come nella creazione del mondo, o forse anche del tempo.
In ‘Dark’, Sic Mundus è l’organizzazione guidata da Adam. 
È una società segreta di viaggiatori che seguono il ciclo di 33 anni per fare le cose esattamente come dovrebbero essere, in modo da poter interrompere completamente quel ciclo. 
Originariamente, la società è stata fondata dall’antenato di HG Tannhaus nel 19° secolo, che credeva nei viaggi nel tempo. 
Quando l’adulto Jonas e l’adolescente Bartosz, Magnus e Fransizka arrivano lì, dopo la loro fuga dall’apocalisse, assumono l’incarico di creare una macchina del tempo.
La frase stessa viene ripetuta molte volte nello spettacolo. 
Jonas lo incontra nelle caverne quando trova la porta che gli permette di viaggiare indietro nel tempo. 
La tavoletta da cui è derivato compare anche più volte. 
Lo vediamo per la prima volta tatuato sulla schiena di Noah; 
il giovane Mikkel lo vede come un’immagine sul muro dell’ospedale dopo aver viaggiato indietro nel tempo fino al 1986. È anche avvistato sulla copertina del disco che Ulrich ascolta. 
L’album si intitola Fist of Hebron ed è di una band chiamata Tabula Smaragdina. 
Viene anche avvistato all’inizio della seconda stagione, tatuato su Bartosz adulto.
Il nodo della trinità della tavoletta, cioè la triquetra, compare anche in diversi punti, dalla porta della caverna al taccuino di Noè alle discussioni tra Tannhaus e Jonas adulto. 
Con tutte le immagini e le allusioni nello spettacolo, la ripetizione di queste cose ha un significato significativo. 
La triquetra allude al ciclo chiuso del tempo, con il passato, il presente e il futuro che si fondono l’uno nell’altro in un modo che diventa impossibile dire dove tutto abbia inizio. 
L’importanza della trinità viene ulteriormente sottolineata quando viene rivelato che non ci sono uno, non due, ma tre mondi paralleli, e trovarne l’origine è ciò che risolverà tutti i problemi.
“Così è stato creato il mondo” è più il pezzo di un puzzle che lo slogan per il gruppo di Adam. 
Adam crede che è solo distruggendo il mondo così come lo conosce che può creare un nuovo mondo libero dal vincolo del tempo. 
Vuole essere il creatore del paradiso, colui che ha promesso ai suoi seguaci, e colui alla cui creazione può dire “sic mundus creatus est”.
È solo molto più tardi che scopre che il mondo non è mai stato suo da creare o distruggere. 
Il suo mondo non sarebbe dovuto nemmeno esistere, ma è stato quando Tannhaus ha cercato di riportare in vita la sua famiglia morta. 
Quando la sua macchina ha operato la sua magia, è stato creato il mondo di Jonas. 
Scopre anche che l’origine di tutti i problemi era lui stesso, o almeno, ne era la metà. 
Lui e Martha erano le anomalie nel mondo che alla fine portarono alla creazione dei 
complicati alberi genealogico, spingendo il mondo verso l’apocalisse.

Translate »