ELITE

Elite (2018) on IMDb

ELITE

Las Encinas è il luogo in cui l'ELITE spagnola manda i propri figli. Ma quest'anno sono stati invitati alla festa Nadia (Mina El Hammani), Samuel (Itzan Escamilla) e Christian (Miguel Herrán), beneficiari di una borsa di studio speciale finanziata dai costruttori che hanno costruito la scuola del centro città crollata proprio lì. sopra i suoi studenti. È difficile essere il nuovo arrivato in una scuola dove gli studenti sono ricchi, connessi e meschini, soprattutto quando qualcuno finisce ucciso.

CLICCA QUI!!! GUARDA LA SERIE SU NETFLIX

scheda

STAGIONI 7
STATO Continua
PRIMA MESSA IN ONDA 5 ottobre 2018
RETE Netflix
DURATA MEDIA EPISODI 50 minuti
GENERI Crimine Dramma Romanzo giallo
PAESE ORIGINARIO Spagna
LINGUA ORIGINALE spagnolo
POSIZIONE GEOGRAFICA Europa
CARATTERISTICHE DELLA TRAMA Tradimento Flashback Amore interrazziale Gelosia Triangolo amoroso Vendetta
TIPI DI RELAZIONE Compagne di classe
COLLOCAMENTO Scuola superiore
SOTTOGENERE LGBTQ+
PERIODO DI TEMPO Anni 2010 Anni 2020
TIPO O FORMATO TV Dramma basato su una storia

ELITE

CAST

ATTORI

CAST E PERSONAGGI PRINCIPALI

STAGIONE 1
María Pedraza nei panni di Marina Nunier Osuna (stagione 1), sorella di Guzmán e interesse amoroso di Nano e Samuel. Proviene da una famiglia benestante e ha una serie di innamoramenti per il “cattivo ragazzo”. Si ribella ai modi ipocriti della sua famiglia, pur mantenendo uno spirito giovanile e gioioso. Viene uccisa nella prima stagione.
Itzan Escamilla nei panni di Samuel “Samu” García Domínguez (stagioni 1–5), uno dei tre studenti trasferiti, che è l’interesse amoroso di Marina e in seguito si innamora di Carla. Un ragazzo laborioso, timido e di buon cuore. Si prende sempre cura delle persone intorno a lui. È guidato dalla giustizia e farà di tutto per garantire che tutti ottengano ciò che meritano. Viene gravemente ferito accidentalmente alla fine della quinta stagione, con la sua morte annunciata all’inizio della sesta stagione.
Miguel Bernardeau nei panni di Guzmán Nunier Osuna (stagioni 1–4), fratello adottivo di Marina ed ex fidanzato di Lu, che si innamora di Nadia. Nella stagione 4 ha una relazione turbolenta con Ari. Un ragazzo popolare dalla testa calda a scuola. Crede che la sua strada sia sempre quella giusta. È estremamente protettivo nei confronti di sua sorella e non si lega bene con gli studenti trasferiti. Farebbe qualsiasi cosa per i suoi amici.
Miguel Herrán nei panni di Christian Varela Expósito (stagioni 1–2), uno dei tre studenti trasferiti, che inizia una relazione con Polo e Carla. Uno studente trasferito comico e spensierato che cerca di rimanere in contatto con il suo passato, mentre cerca di assimilarsi agli studenti più ricchi. Nella seconda stagione, viene deliberatamente investito dal padre di Carla, lasciandolo gravemente ferito, e lo fa trasferire in un altro ospedale in Svizzera per evitare che la verità sull’omicidio di Marina venga rivelata.
Jaime Lorente nei panni di Fernando “Nano” García Domínguez (stagioni 1–2), il fratello maggiore di Samuel appena uscito di prigione, che è anche un interesse amoroso di Marina. La sua aura bella e pericolosa attira Marina. Lotta per pagare un debito dalla prigione e farà di tutto per mettere le mani sui soldi. È attento e sensibile alle persone a lui vicine. Spesso si trova nei guai.
Álvaro Rico nei panni di Leopoldo “Polo” Benavent Villada (stagioni 1–3), l’ex fidanzato di Carla e l’interesse amoroso di Cayetana. È di natura sottomessa e seguirà gli ordini delle persone a cui è vicino. È estremamente ricco, figlio di due madri e soffre di attacchi di ansia. È bisessuale. Nella stagione 3, muore dopo essere stato pugnalato con un collo di bottiglia ed essere caduto da un balcone di vetro.
Arón Piper nei panni di Ander Muñoz (stagioni 1–4), figlio del preside che si innamora di Omar. È un atleta di punta e sotto la costante pressione dei suoi genitori per eccellere in tutto ciò che fa. Questo lo spinge a drogarsi. È spinto a ottenere ciò che vuole mentre si prende cura profondamente delle persone che contano di più per lui. È gay. Nella stagione 4 lui e Omar hanno una relazione triangolare con Patrick.
Mina El Hammani nei panni di Nadia Shanaa (stagioni 1–4), una delle tre studentesse trasferite, figlia di immigrati palestinesi e interesse amoroso di Guzmán. È motivata dal punto di vista accademico e tiene vicino a sé i suoi valori religiosi e personali. Alla fine le è stato vietato di indossare l’ hijab a scuola, e più si assimila alla cultura scolastica, più ottiene la sua indipendenza dai suoi genitori iperprotettivi.
Ester Expósito nei panni di Carla Rosón Caleruega (stagioni 1–3), ex fidanzata di Polo e partner sessuale di Christian che in seguito si innamora di Samuel. È bella, fredda e manipolatrice. È la figlia di una marchesa ed è estremamente ricca. Usa la sua sessualità per ottenere ciò che vuole. Viene mostrato un lato più tenero di lei mentre si prende cura delle persone che ama e farà di tutto per coprire i loro difetti e sostenerli.
Omar Ayuso nei panni di Omar Shanaa (stagioni 1–5, 7), fratello di Nadia, che si innamora di Ander contro il volere di suo padre. È un ragazzo gay chiuso che lotta per compiacere i suoi genitori mentre vive il suo vero io. Spacciava droga per fare abbastanza soldi per andarsene. È timido, attento ai dettagli e migliore amico di Samuel. Nella stagione 3, riprende gli studi scolastici e si iscrive a Las Encinas. Nella stagione 4 lui e Ander hanno una relazione triangolare con Patrick.
Danna Paola nei panni di Lucrecia “Lu” Montesinos Hendrich (stagioni 1–3), l’ex fidanzata di Guzmán che condivide una relazione incestuosa con il fratellastro Valerio. È arguta, competitiva e manipolatrice. Farà di tutto per assicurarsi ciò che crede le porterà la felicità; tuttavia, è consapevole che non sarà mai soddisfatta, non importa quanto ha. Aveva una forte antipatia per Nadia, ma alla fine diventano amici. È anche estremamente ricca.

STAGIONE 2
Jorge López nei panni di Valerio Montesinos Rojas (stagioni 2-3), fratellastro di Lu. È un tossicodipendente, gli piace fare festa e farebbe di tutto per Lu, con cui condivide una relazione incestuosa. Alla fine fa amicizia con Nadia.
Claudia Salas nei panni di Rebeka “Rebe” Parrilla López (stagioni 2-5), una ragazza ribelle e ricca che ha una cotta per Samuel. È diversa dagli altri studenti più ricchi della sua classe poiché le piace ostentare la sua ricchezza attraverso i suoi vestiti e gioielli in modo stravagante. Non è nata ricca, il che le fa simpatizzare molto con Nadia, Omar e Samuel. Sua madre è impegnata nel business della droga. Dalla stagione 4 ha una relazione turbolenta con Mencía.
Georgina Amorós nei panni di Cayetana “Caye” Grajera Pando (stagioni 2-5), la figlia di una donna delle pulizie che vive uno stile di vita fraudolento ed è l’interesse amoroso di Polo. È manipolatrice al punto da fabbricare un intero stile di vita da assimilare con gli studenti più ricchi della sua classe. Fa amicizia con Lu e farà di tutto per dimostrare quanto sia ricca. Sua madre, una donna delle pulizie, lavora nella scuola dove disapprova le bugie della figlia. Dopo la morte di Polo, accetta la sua vita non agiata, diventando la nuova donna delle pulizie della scuola. Ha anche una relazione con Phillipe prima di innamorarsi di Felipe alla fine della quinta stagione.

STAGIONE 3
Leïti Sène nei panni di Malick Diallo (stagione 3), un interesse amoroso di Omar. È civettuolo e manipolatore, usa Nadia come barba per avvicinarsi a Omar. È ricco e si esibisce per sembrare un “buon” musulmano.
Sergio Momo nei panni di Yeray Engonga (stagione 3), un interesse amoroso di Carla. Un giovane studente benestante che ha avviato un’attività in proprio. Inizialmente era in sovrappeso ed era costantemente vittima di bullismo, ma Carla gli ha dato la fiducia necessaria per cambiare le sue abitudini. È superficiale poiché vede Carla come un ornamento su cui può sfoggiare, ma alla fine mostra un lato più premuroso.

STAGIONE 4
Carla Díaz nei panni di Ariadna “Ari” Blanco Commerford (stagioni 4-6), sorella gemella di Patrick e sorella maggiore di Mencía, coinvolta in una relazione tra Samuel e Guzmán. È gravemente ferita nella stagione 4, con il suo tentato omicidio al centro della stagione. Nella quinta stagione continua la sua relazione con Samuel, pur avendo una relazione con Iván.
Martina Cariddi nei panni di Mencía Blanco Commerford (stagioni 4-6), sorella minore di Ari e Patrick, instaura una relazione con Rebeka mentre lavora anche come prostituta.
Manu Ríos nei panni di Patrick Blanco Commerford (stagioni 4-6), fratello gemello di Ari e fratello maggiore di Mencía, che forma una relazione con Omar e Ander. Nella quinta stagione, si innamora di Iván, mentre ha una relazione sessuale con suo padre, Cruz.
Diego Martín nei panni di Benjamín Blanco (stagioni 4-6), il nuovo preside della scuola e padre di Patrick, Ari e Mencía.
Pol Granch nei panni di Phillipe Florian von Triesenberg (stagioni 4-5), un principe che stringe una relazione con Cayetana. L’erede diretto al trono di un principato dell’Europa centrale. Nella quinta stagione, ha una falsa relazione con Isadora.
Andrés Velencosonei panni di Armando de la Ossa (stagioni 4-5), un uomo più anziano che paga Mencía per il sesso. Viene assassinato alla fine della stagione 4.
Introdotto nella stagione 5
Valentina Zenere nei panni di Isadora Artiñán (stagioni 5-presente), la ricca imperatrice ” it girl ” di Ibiza e una DJ che sviluppa una falsa relazione con Phillipe, con il suo innamoramento ma non ricambiato da lui. Ha un grave incidente alla fine della quinta stagione.
André Lamoglia nei panni di Iván Carvalho (stagione 5-presente), figlio di un famoso calciatore che è attratto da Ari mentre si innamora di Patrick alla fine della stagione 5.
Carloto Cotta nei panni di Cruz Carvalho (stagioni 5-6), il padre di Iván, che nasconde la verità sulla sua sessualità e sulla sua relazione con Patrick.
Adam Nourou nei panni di Bilal Ibrahim (stagioni 5-6), un giovane senzatetto delle Comore che si appoggia a Omar per il supporto.
Guillermo Campra nel ruolo di Hugo (stagione ricorrente 5, stagione principale 6)
Ignacio Carrascal nel ruolo di Javier (stagione ricorrente 5, stagione principale 6)
Marc Bonnin nel ruolo di Álex (stagione ricorrente 5, stagione principale 6)

STAGIONE 6
Álvaro de Juana nel ruolo di Dídac (stagioni 6-presente)
Carmen Arrufat nel ruolo di Sara (stagioni 6-presente)
Ana Bokesa nel ruolo di Rocío (stagioni 6-presente)
Alex Pastrana nel ruolo di Raúl (stagioni 6-presente)
Ander Puig nel ruolo di Nico (stagioni 6-presente)

STAGIONE 7
Fernando Líndez nel ruolo di Joel (stagioni 7–8), un ragazzo sensibile che inizia a frequentare Las Encinas. È il fidanzato di Omar.
Mirela Balić nel ruolo di Chloe (stagioni 7–8), la figlia di Carmen. È una ragazza attraente e manipolatrice e ha una relazione con Eric.
Gleb Abrosimov nei panni di Eric (stagioni 7-8), un ragazzo anarchico e bipolare che inizia a frequentare Las Encinas. È il cugino di Nico e ha una relazione con Chloe.
Maribel Verdú nel ruolo di Carmen (stagioni 7-8), la madre di Chloe. È una donna eccentrica.
Ivan Mendes nel ruolo di Dalmar (stagioni 7-8)
Alejandro Albarracín (stagioni 7-8)
Anitta nei panni di Jessica (stagione 7), una nuova professoressa di autodifesa a Las Encinas. Cerca di aiutare Sara.

STAGIONE 8
Ane Rot nel ruolo di Emilia (stagione 8)
Nuno Gallego nel ruolo di Héctor (stagione 8)

 

Carlos Montero (Creator), Darío Madrona (Creator), Ramón Salazar, Dani de la Orden, Silvia Quer, Jorge Torregrossa, Eduardo Chapero-Jackson, Ginesta Guindal, Lino Escalera

Creatori/ Registi

Carlos Montero, Darío Madrona, Jaime Vaca, Breixo Corral, Abril Zamora, Carlos C. Tomé, Almudena Ocaña, Andrés Seara, Esther Morales, David Lorenzo, Jessica Pires

Screenwriter

Lucas Vidal

Musica

Ricardo de Gracia, Daniel Sosa

Cinematography

Zeta Audiovisual, Netflix España. Distributor: Netflix

Producer

SPAGNA

Country

TRAMA

Elite è unaerie televisiva spagnola per adolescenti , creata per Netflix da Carlos Montero e Darío Madrona. La serie è ambientata a Las Encinas, una scuola superiore immaginaria d’élite e ruota attorno alle relazioni tra tre studenti della classe operaia iscritti alla scuola attraverso un programma di borse di studio e i loro ricchi compagni di classe.
Elite esplora concetti e temi associati ai drammi adolescenziali, ma presenta anche questioni più progressiste e altri aspetti dei suoi cliché. Questi includono molti temi sessuali diversi. Strutturalmente, la serie utilizza una trama flash forward che coinvolge un elemento misterioso, con ogni stagione che si svolge in due linee temporali.
La prima stagione, composta da otto episodi, è stata rilasciata su Netflix il 5 ottobre 2018. Ha ricevuto recensioni positive dalla critica e molti hanno salutato la serie come un “piacere colpevole” e ne hanno elogiato la scrittura, la recitazione e la rappresentazione di temi maturi. Nell’ottobre 2018, la serie è stata rinnovata per una seconda stagione, rilasciata il 6 settembre 2019. Nell’ottobre 2021, Netflix ha rinnovato la serie per una sesta stagione, rilasciata il 18 novembre 2022. Il 25 A ottobre, Netflix ha confermato che lo spettacolo è stato rinnovato per una settima stagione, la cui premiere è prevista per il 28 ottobre 2023 con il ritorno della star originale Omar Ayuso. Il 19 luglio 2023, è stata annunciata un’ottava stagione per lo spettacolo, con la veterana della serie Mina El Hammani pronta a riprendere il ruolo di Nadia Shanaa.

Trama
Stagione 1
Dopo il crollo dell’edificio scolastico, a tre amici della classe operaia – Samuel, Nadia e Christian – vengono offerte borse di studio per Las Encinas, la scuola privata più esclusiva di Madrid, in Spagna, per finire il loro primo anno . Le borse di studio sono sponsorizzate dall’impresa edile responsabile del crollo della scuola. A Las Encinas, i tre vengono inizialmente ostracizzati dagli studenti ricchi. Ma con il passare dell’anno scolastico, le loro vite si intrecciano in uno scontro di stili di vita, risentimenti, invidia e attrazione sessuale.

Stagione 2
Dopo la rivelazione dell’omicidio, la seconda stagione racconta il periodo precedente alla scomparsa di Samuel. La stagione inizia con gli studenti che tornano a scuola per la prima volta dalla morte di Marina per iniziare l’ ultimo anno e sono accompagnati da tre nuovi studenti: Rebeka, Cayetana e Valerio, che hanno tutti oscuri segreti. Fanno amicizia con gli studenti della loro classe mentre Samuel continua con il suo piano per riabilitare il nome di suo fratello Nano, accusato dell’omicidio di Marina. Nel frattempo, Polo tenta il suicidio per schiarirsi la coscienza ma alla fine impara a vivere felicemente con l’aiuto di Cayetana. La salute mentale di Ander peggiora a causa dell’onere di mantenere il segreto di Polo. A Carla viene fatto credere che Samuel sia morto, quindi confessa il crimine di Polo. Polo viene arrestato, ma viene rilasciato due settimane dopo e torna a scuola.

Stagione 3
Gli studenti entrano nel loro ultimo semestre a Las Encinas. In una trama flash forward, gli studenti vengono intervistati sulla morte di Polo durante la loro festa di laurea. Polo e Cayetana vengono lasciati emarginati dai loro coetanei, ad eccezione di Valerio. Samuel e Guzman continuano il loro complotto per portare giustizia per i crimini di Polo. Lu e Nadia competono per una borsa di studio alla Columbia University , portando i due a formare un’amicizia reciproca. Ad Ander viene diagnosticata la leucemia e inizia la chemioterapia, causando attriti tra lui e i suoi cari. La notte della laurea, in uno stato di torpore da ubriaco, Lu accoltella accidentalmente Polo, che inciampa e cade morendo. Samuel, Guzmán, Ander, Omar, Nadia, Carla, Valerio, Rebeka e Cayetana decidono di insabbiare l’omicidio. Incapace di trovare un sospetto, la morte di Polo viene infine dichiarata un suicidio e i suoi genitori dicono alla polizia che ha confessato l’omicidio di Marina. Due mesi dopo, Samuel, Guzman, Ander e Rebeka tornano per ripetere l’ultimo anno con Omar, che si è iscritto come studente a tempo pieno, e Cayetana diventa la nuova donna delle pulizie di Las Encinas.

Stagione 4
Con l’inizio di un nuovo anno e l’arrivo di un nuovo preside, Benjamin, e dei suoi figli – Ari, Mencía e Patrick – arriva un nuovo mistero dopo che Ari viene trovato vicino alla morte, con ogni trama che porta, attraverso alcuni flash forward, come è successo. I figli di Benjamin si uniscono alla stessa classe di Samuel, Guzmán, Rebeka, Ander e Omar, insieme a Phillipe, un principe francese, che si unisce a Las Encinas dopo uno scandalo. I quattro nuovi studenti iniziano a stringere legami con quelli veterani. Nel frattempo Mencía inizia a prostituirsi, guidata da Armando, un uomo d’affari vicino a Benjamin. Successivamente si scopre che il tentato omicidio di Ari e la morte di Armando sono collegati.

Stagione 5
In seguito alla morte di Armando per mano di Guzmán, lui e Ander abbandonarono la scuola per viaggiare in giro per il mondo. Samuel e Rebeka stanno nascondendo la verità su quello che è successo a tutti, inclusi Omar, Cayetana, Ari, Mencía e Patrick. Cioè, fino a quando il suo corpo non viene scoperto e dà inizio a una catena di cambiamenti di eventi che distruggono le loro relazioni e cambiano le loro vite per sempre. Inoltre, due nuovi studenti – Isadora e Iván – iniziano a frequentare Las Encinas e presto stringono legami con gli attuali studenti delle superiori, principalmente Phillipe e Patrick, ma alcune di queste relazioni si rivelano più mortali di altre. In un flash forward, il corpo di Samuel viene scoperto galleggiare in una piscina, e ogni trama porta a come è arrivato lì e alla scoperta di cosa è realmente accaduto.

Stagione 6
Tre mesi dopo la morte di Samuel e l’arresto di Benjamin per il suo omicidio, inizia un nuovo anno di scuola. Omar, Rebeka e Phillipe da allora si sono laureati e si sono trasferiti da Madrid . Nel frattempo Ari, Patrick e Mencía sono costretti a ripetere l’ultimo anno dopo aver abbandonato gli studi la primavera precedente a causa dell’arresto del padre. Nel frattempo, Ivan e Isadora stanno entrando nel loro ultimo anno. Vengono accolti da alcuni nuovi studenti: Nico, Rocío, Dídac e Sara, insieme al fidanzato violento di Sara, Raúl. Molte situazioni si sono verificate durante la stagione, e l’evento flashforward che caratterizza questa stagione è l’incidente di Ivan dopo essere stato investito da un’auto, e il suo successivo coma.

ELITE - STAGIONI - EPISODI

“Elite sa esattamente cosa vuole essere e di conseguenza sta sviluppando una galleria di personaggi forti, con cui i giovani abbonati a Netflix possono identificarsi facilmente”.
Charles Martin Première

“Uno spettacolo veloce e divertente e non particolarmente profondo, ma che parla comunque di persone con sentimenti molto profondi (…) ‘Elite’ è persino meglio di quanto mi aspettassi”
Kathryn VanArendonk Vulture

“[Include] innumerevoli cliché di spettacoli per adolescenti, ma apprezza anche l’opportunità di scavare un po’ più a fondo e trasformarli in forme più interessanti (…) È difficile smettere di guardare prima della fine della sua conclusione di otto episodi.”
Caroline Framke Variety

ELITE

Danna Paola (Lu) ha raccontato a eluniversal.com di aver quasi perso l'opportunità di recitare nella serie: "Stavo guardando le email dei miei fan quando ho visto nella mia casella di spam 'Netflix Casting' dopo aver confermato che era legittimo avevamo detto che avremmo fatto il provino ma poi ci siamo resi conto che eravamo in ritardo di tre giorni". Quattro giorni dopo la chiamarono dicendole che aveva ottenuto la parte.

No, ‘Elite’ non è basato su una storia vera. Tuttavia, Netflix ha descritto lo spettacolo come un crossover tra ” Gossip Girl ” e ” Big Little Lies ” in un tweet. Questo potrebbe, forse, spiegare perché la premessa dello spettacolo sembra familiare e solo un altro in una lunga lista di drammi che hanno già accumulato un enorme seguito a livello globale. Tuttavia, non bisogna scartarlo come un altro remake dello stesso vecchio dramma adolescenziale. In realtà discute alcuni problemi prevalenti in un modo che altri spettacoli non sono riusciti a fare.

Seguendo la sua trama, gli eventi di “Elite” si svolgono principalmente in una scuola chiamata Las Encinas. La serie non rivela mai veramente la sua posizione effettiva, ma apparentemente è da qualche parte tra le montagne. È molto probabile che la scuola sia effettivamente fittizia e anche la città che la circonda non è altro che un’opera di fantasia. Tuttavia, l’intero ambiente e l’allestimento dello spettacolo sono molto reali e per la maggior parte è stato girato in Spagna . Se hai già visto lo spettacolo, saprai che non ti guida attraverso luoghi diversi e invece, la sua premessa è limitata solo alle vite dei bambini di Las Encinas e delle loro famiglie. Quindi non sorprende che le sue riprese principali si siano svolte in una sola location privilegiata e cioè Madrid, in Spagna.

RIASSUNTO STAGIONE 1

Dopo il crollo del tetto della loro scuola, tre studenti provenienti da famiglie della classe media hanno la possibilità di entrare a far parte della folla della scuola più elitaria della città. Samuel vive con sua madre e suo fratello Nano, recentemente rilasciato sulla parola. Lavora in un bar e, nonostante la grande opportunità offerta dalla nuova scuola, non ne è entusiasta come gli altri. Sa che loro tre sono completamente estranei all’atmosfera che ha la nuova scuola, e qualunque cosa facciano, saranno sempre guardati dall’alto in basso dai loro ricchi coetanei. Ha ragione fin dal primo giorno, ma incontra anche un’eccezione. Marina è una ragazza ricca, ma è diversa dalle altre. È comprensiva di come si sente Samuel e presto diventano amici. Il fratello di Marina, Guzman, non ne è molto contento e vuole che sua sorella stia lontana dai ragazzi poveri, soprattutto considerando quello che è successo l’ultima volta che ha fraternizzato con uno di loro. La ragazza di Guzman, Lucrecia, è l’ape regina della scuola. È bella e influente, nonché la migliore studentessa della classe. Sente una minaccia alla sua posizione quando Nadia si unisce a loro.

Nadia è uno dei tre ragazzi che hanno avuto la possibilità di avere un buon futuro. È una studentessa brillante e non vuole che questa opportunità vada sprecata. Proviene da una famiglia musulmana conservatrice e fin dal primo giorno si trova in conflitto con la direzione della scuola. Inoltre, il suo talento fa sì che Lucrecia ordisca un complotto contro di lei con l’aiuto di Guzman. Il terzo studente ad entrare nel mondo delle élite è cristiano. Anche lui vede la scuola come un’opportunità, ma in maniera molto diversa. A differenza di Nadia, che vuole studiare sodo e vincere una borsa di studio, lui è qui per stabilire contatti. Vuole fare amicizia con i ragazzi ricchi ed è pronto a fare tutto il necessario per entrare nei loro buoni libri. È solo allora che può sfruttarli a proprio vantaggio. Si innamora di Carla, che ha già un fidanzato, Polo. I tre entrano in un accordo che è per lo più sessuale. Un altro legame tra i due mondi si sviluppa sotto forma di una storia d’amore tra Ander, figlio del preside della scuola e migliore amico di Guzman, e Omar, fratello di Nadia. Nel frattempo, appare un triangolo amoroso tra Marina, Nano e Samuel.

Correre parallelamente alle mutevoli dinamiche tra questi personaggi è un mistero di omicidio. Nel primo episodio scopriamo che Marina è stata uccisa. I poliziotti intervistano tutti gli studenti per cercare di farsi un’idea di cosa sarebbe potuto succedere quella notte. Afferrano una vaga idea della situazione e si concentrano su Nano come sospetto. Ma sono completamente all’oscuro dei dettagli e mentre Nano viene arrestato il colpevole passa davanti a loro.

Quando veniamo a sapere per la prima volta che la vittima è Marina, il nostro primo pensiero è perché? Sembra una ragazza davvero simpatica, la più simpatica di tutti i ricchi coglioni di ragazzi che abbiamo incontrato. Perché qualcuno dovrebbe ucciderla? Nel corso di otto episodi, la storia completa si svela. Diamo uno sguardo alle sue relazioni personali e un’immagine inizia a prendere forma. I primi e più ovvi sospetti che emergono sono Nano e Samuel. Nonostante sappia dell’attrazione di Samuel per Marina, Nano va a letto con lei. Il suo motivo principale era entrare in casa sua e rubare i soldi di cui aveva parlato a Samuel. Prima ha chiesto a Samuel di farlo, che non solo è stato interrotto mentre lo faceva, ma si è anche sentito in colpa per aver ingannato Marina.

Nano non riesce a ottenere i soldi ma sviluppa dei sentimenti per lei. Mentre l’amicizia di Samuel con lei diventa romantica, Nano le consiglia di mantenerla così. Per un po’, entrambi riescono a tenere a bada i propri sentimenti mentre si struggono segretamente l’uno per l’altro, ma la situazione precipita quando viene alla luce la gravidanza di Marina. Samuel si sente tradito ma poi accetta che chiunque sia il padre, era nella sua vita prima che stessero insieme. Le dice che non gli importa chi sia e lo sosterrà in qualunque scelta lei faccia. Decide di abortire ed è accompagnata da Nano, che esprime l’idea di crescere una famiglia altrove. Parla di scappare in Marocco e ricominciare da capo. Marina è d’accordo.
Anche se il loro piano è ottimo, sanno che non sarebbe possibile senza una discreta somma di denaro. Fortunatamente per loro, un’opportunità è proprio nelle loro mani. Torniamo all’inizio e veniamo a sapere che il padre di Marina era uno dei responsabili dell’incidente nella vecchia scuola di Samuel. Era l’appaltatore che ha costruito il posto e ha utilizzato materiale economico che alla fine ha portato al crollo del soffitto. Più avanti nella stagione, viene arrestato con l’accusa di corruzione.

Prima che ciò accadesse, Marina aveva aiutato Nano a rubare alcuni preziosi orologi appartenuti al padre di Carla, per aiutarlo a saldare il debito che aveva con gli amici che si era fatto in carcere. A loro insaputa, uno degli orologi conteneva prove incriminanti, che avrebbero potuto mandare in prigione a vita i padri di Marina e Carla. Quando Nano viene a saperlo, cerca di estorcere loro dei soldi. All’inizio, Marina cerca di fargli restituire l’orologio, ma poi si mette in gioco quando pianificano la fuga. Carla si rende conto che Marina sapeva degli orologi e della combinazione della cassaforte in cui erano custoditi. Sospetta di lei e cerca diversi modi per convincerla a rinunciare. Alla fine della stagione, sembra essere alla fine di quella linea.

L’unica altra persona con abbastanza rancore nei confronti di Marina è Lucrecia. Per la maggior parte, rimane fuori da tutto il dramma. La sua unica preoccupazione è vincere la competizione e riparare il rapporto con Guzman, che è diventato molto vicino a Nadia. È disposta a fare di tutto per assicurarsi quella borsa di studio e persino ricattare uno dei loro insegnanti. Marina viene a saperlo da Carla e lo usa come leva contro l’insegnante quando la sorprende drogata. Torna indietro a Lucrecia e lei si arrabbia con lei. Dopo qualche tempo, un altro incidente porta il ricatto al preside della scuola. Licenzia l’insegnante e dice a Lucrecia di saltare gli esami. L’unica cosa che desiderava così tanto le è stata portata via. Sembra che Nadia vincerà, ma suo padre la porta via ancor prima che possa dare gli esami. Questo porta anche lei fuori gara e alla scuola rimane la terza opzione. Convenientemente, quella sembra essere Marina. Ora, Lucrecia è furiosa, perché non solo le ha rovinato la vita, ma non merita nemmeno la borsa di studio. Ma è abbastanza arrabbiata da uccidere Marina?

Di tutte le persone che sembravano la scelta facile, il colpevole risulta essere una persona completamente ignara. Dopo che Carla non riesce a convincere Marina a rinunciare al viaggio, dice a Christian di prenderlo per lei. Quando anche lui fallisce, Polo decide di fare il lavoro da solo. Alla fine della serie, la loro relazione si è deteriorata al punto che lei rompe con lui e inizia a passare tutto il suo tempo con Christian. Polo la rivuole indietro e se il recupero dell’orologio non lo fa, niente lo farà. Polo e Marina non avevano quasi mai conversato tra loro, il che lo escludeva dalla cerchia dei sospetti. L’unica volta che sentiamo qualcosa di losco è quando Carla gli sussurra all’orecchio che i poliziotti sospettano di Nano.

Quello che è successo quella notte è questo. Marina stava aspettando Nano a bordo piscina. Riceve la visita di Samuel, che le dice di non dare via la sua vita per qualcuno che conosce a malapena. Avrebbe buttato via la borsa di studio e la possibilità di un brillante futuro in cambio di una vita in fuga con un detenuto in libertà vigilata. Se ne va scoraggiato, ma a questo punto lei ha iniziato ad avere dei ripensamenti. Digita un messaggio che dice a Nano che non vuole andare fino in fondo, ma non è in grado di inviarlo. Nel frattempo, Samuel chiede a Guzman di intervenire. Lui rifiuta, dicendo che ne ha abbastanza del suo dramma e che lei può fare quello che vuole. Polo lo sente e va in piscina per prendere l’orologio. Nel tentativo, ha un’accesa conversazione con Marina che lo prende in giro per essersi sforzato così tanto di impressionare una ragazza a cui non importa nemmeno di lui. In un impeto di rabbia, le colpisce la testa con un trofeo. Scappa e trova Carla e Christian in bagno. Lo aiutano a ripulire, si sbarazza delle prove e Carla gli crea un alibi. 

RIASSUNTO STAGIONE 2

La prima stagione di “Elite” si è conclusa con una sorprendente rivelazione. Dopo aver sfogliato tutte le pagine della storia di Marina, veniamo a sapere che i sospettati di averla aggredita non ci si sono mai avvicinati. Polo, che non aveva avuto contatti con lei per tutta la stagione, è stato quello che l’ha uccisa. Viene però salvato da Carla e Christian, mentre Nano viene arrestato per il delitto. La seconda stagione inizia con un altro mistero. Dopo un’altra sontuosa festa, uno degli studenti è scomparso.

Nel frattempo, la storia torna indietro nel tempo dopo l’estate e incontriamo i personaggi, temprati dalle loro esperienze. Christian si sente in colpa per aver abbandonato Nano. Trascorse l’estate con Carla, ma tutte le ricchezze non potevano dare tregua alla sua coscienza. Fa visita a Nano in prigione, che lo rimprovera di conoscere la verità e di collaborare ancora con il nemico. Samuel ha trascorso l’estate facendo vari lavori per raccogliere abbastanza soldi per la cauzione per suo fratello. Guzman era a casa dei nonni, in convalescenza dalla morte di Marina. Ha riacceso la sua relazione con Lu, che lo ha sostenuto in ogni fase del percorso. Polo si è rivolto ai farmaci per aiutare se stesso con la coscienza sporca e la paranoia di essere scoperto.

Nadia torna a scuola con una rinnovata determinazione a rimanere la prima della classe. Suo padre aveva posto alcune condizioni se voleva tornare indietro. Ma chiarisce che non sarà trattenuta da alcuna restrizione. Anche Omar ha iniziato a rendersi conto dell’importanza di accettare se stesso prima di aspettarselo dai suoi genitori. La riunione riporta tutte le emozioni e vecchi rancori vengono riportati in superficie.

Per aggiungere al dramma, vengono presentati nuovi volti a Las Encinas. Valerio è il fratellastro di Lu. Viene portato avanti e indietro da sua madre a suo padre e ha una relazione complicata con Lu. La madre di Rebeca diventa la nuova proprietaria della casa di Guzman, che i suoi genitori avevano venduto dopo il fallimento finanziario dovuto agli eventi della stagione precedente. Sono molto ricchi, ma Rebeca non è accettata a scuola a causa delle storie sulla fonte di reddito di sua madre. Un’altra ape regina, Cayetana, entra nella scuola. Ha un enorme seguito su Instagram e, secondo quanto riferito, vive da sola nella sua sontuosa casa. Dietro la sua stravaganza si nasconde un segreto che ha cercato di tenere nascosto. All’inizio, Lu la considera una competizione, ma dopo un po’ diventano ottimi amici. Samuel trova un alleato in Rebeca e riceve aiuto da sua madre per assicurarsi un lavoro meglio retribuito. Ma più soldi significano più pericoli, e gli ci vuole un po’ di tempo per rendersi conto di essere completamente fuori dal suo livello in questa professione. I suoi sforzi per scoprire la verità dietro la morte di Marina continuano.

Proprio come la sua prima stagione, la seconda puntata di “Elite” segue una struttura narrativa frammentata per creare un nuovo mistero. Fin dalla prima scena sappiamo che qualcuno è scomparso, il che potrebbe anche significare un altro omicidio, e ci vuole un intero episodio per rivelare l’identità della vittima. Questa volta Samuel è al centro delle indagini. Dal momento che sappiamo che aveva promesso di rendere giustizia sia per Marina che per suo fratello, capiamo che potrebbe aver scoperto la verità. La sua scomparsa è solo il risultato del suo volo troppo vicino al sole. Ancora una volta, la storia si muove avanti e indietro in modo tale che ogni volta che pensiamo di aver scoperto l’identità del colpevole, viene aggiunto un nuovo capitolo alla storia. Ma poi, dalla stagione precedente, abbiamo già imparato che la verità è molto più strana della finzione, e quello che nessuno nota è quello che può farla franca facilmente con qualsiasi cosa. Questo è il motivo per cui teniamo d’occhio ogni personaggio e ogni sottotrama, rimanendo costantemente all’erta per il più piccolo indizio per risolvere il caso. E ancora una volta, siamo smentiti.

Uno dei semi più forti di “Elite” è la sua capacità di dare al pubblico un numero di sospetti e poi rivelare che erano stati tutti depistaggi. Nella prima stagione, tutte le persone che pensavamo avrebbero potuto uccidere Marina non avevano quasi nulla a che fare con la sua morte. Con la scomparsa di Samuel, questo trucco si ripete. Il primo e più ovvio sospettato è Guzman. Dalla morte di Marina, il suo comportamento ha visto un forte picco di violenza e impazienza. Ha cercato di affogare il suo dolore nell’alcool e nelle droghe, e anche se Lu è stato costantemente al suo fianco, non è guarito per niente. È immediatamente agitato dalla presenza di Samuel e si avvicina all’uccisione di lui un certo numero di volte. Inoltre, anche il suo rapporto teso con Nadia lo ha tenuto sulle spine. Quindi, quando Samuel scompare, è molto facile dargli la colpa.

Un’altra persona in grado di fare del male a Samuel è quella che ha ucciso Marina. Polo ha lottato con il suo tormento ed è arrivato anche vicino a confessare, ma Carla lo ha tirato indietro appena in tempo. Il senso di colpa di Christian è diventato così opprimente dopo qualche tempo che ha deciso di arrendersi. Ma prima che potesse raggiungere la stazione di polizia, è stato opportunamente investito da un’auto in mezzo alla strada e si è rotto tutte le ossa. Il padre di Carla ha simpatizzato con lui e ha organizzato rapidamente il suo trattamento in Svizzera. Con lui fuori dai giochi, sembrava che le cose fossero finalmente sotto controllo. Ma ha solo reso Samuel più sospettoso e ha deciso di perseguire attivamente Carla. Ha cercato di legarla romanticamente e ci è riuscito fino a un certo punto. Carla glielo permise, sapendo benissimo quali fossero le sue intenzioni. Pur sapendo in cosa si stavano cacciando, entrambi sviluppano affetto l’uno per l’altro. Alla fine viene a sapere la verità ma non riesce a ottenere una sua confessione. Trasmette le sue scoperte a Guzman, che all’inizio non gli crede. Ma le circostanze cambiano dopo la festa.

Mentre Guzman e Carla (o suo padre) hanno i migliori motivi per fare del male a Samuel, un’altra trama appare a metà dello spettacolo. Samuel riceve un’offerta di lavoro dalla madre di Rebeca e inizia a fare le consegne per lei. Si scopre essere un boss del crimine e ha una serie di nemici che vogliono farle del male, anche se ferendo le sue pedine. La tensione con un’altra gang pone Samuel al centro della loro attenzione. Sebbene non abbiano nulla a che fare con quello che sta succedendo a scuola, si rivelano la scelta più logica. Avevamo visto qualcosa di simile con la morte di Marina. E se fosse successa la stessa cosa a Samuel? Nel momento in cui questo pensiero attraversa la nostra mente, sappiamo che non è più un’opzione praticabile. Gli showrunner di “Elite” sanno che ogni possibile risultato sarà già anticipato dal pubblico, il che toglie l’elemento sorpresa.

Dopo tonnellate di speculazioni e aver passato la colpa da una persona all’altra, si scopre che Samuel è il responsabile della propria scomparsa. Nessuno dei sospettati gli aveva fatto un danno duraturo, ma tutte le loro storie convergevano per servire un quadro più ampio. Dopo aver affrontato Carla su di lei, sul coinvolgimento di Polo e Christian nella morte di Marina, riesce a registrare una sezione in cui lei lo minaccia con un destino simile a quello di Christian. Samuel presenta questa registrazione sia a Guzman che alla polizia. Guzman è infuriato ma Samuel riesce a infondergli qualche dubbio. I poliziotti, d’altra parte, respingono completamente la sua teoria perché non hanno prove sufficienti. Inoltre, Nano scompare dopo essere stato rilasciato su cauzione, il che rende i poliziotti più sicuri della sua colpevolezza. Guzman affronta Ander, che rifiuta la teoria di Samuel nonostante sappia benissimo cosa è successo. Dopo la festa, vede Ander e Polo parlare in un angolo, il che lo rende sicuro che gli stiano nascondendo la verità. Manda un messaggio a Samuel e gli chiede di incontrarsi più tardi a casa dei suoi nonni.

Lungo la strada, Samuel è seguito dagli scagnozzi che vogliono vendicarsi della madre di Rebeca. In qualche modo, riesce a scappare e si nasconde a casa di Guzman. Lì escogitano un piano per prendere due piccioni con una fava. Sapendo che gli scagnozzi continueranno ad attaccarlo se torna indietro, Samuel decide di nascondersi per un po’ di tempo. La casa dei nonni di Guzman è isolata e non ci viene nessuno. Questo lo rende un nascondiglio perfetto. Un altro scopo a cui dovrebbe servire la sua scomparsa è lasciare che i colpevoli ci cuociano dentro. Il suo rapporto con Carla gli ha permesso di conoscerla personalmente. Anche se lei assume un aspetto duro, lui sa che anche lei è divorata dal senso di colpa, ma le viene impedito di intraprendere qualsiasi azione perché suo padre è coinvolto in questo. Quando riceve i suoi messaggi, pieni di preoccupazione, diventa sicuro del suo affetto.

Chiede a Guzman di aumentare la pressione su di lei, di farle credere che sia morto e che sia tutto merito suo. Se c’è qualcosa che può spezzarla, è lei stessa, e un colpo dopo l’altro fa desistere Carla. Tra lei e Polo avviene un’inversione di ruolo. Era stato quello spaventato all’inizio della serie, ma ora ha più controllo dei suoi sensi, soprattutto da quando ha condiviso le sue preoccupazioni con Ander. Carla, invece, ha cominciato a perderla. Alla fine dice a Polo che non ce la fa più e confessa tutto alla polizia. Polo viene arrestato, ma durante l’interrogatorio non si arrende. In assenza dell’arma del delitto e di qualsiasi altra prova conclusiva, non sono in grado di trattenerlo troppo a lungo. Adesso cominciamo a chiederci visto che Carla ha confessato, deve aver detto anche ai carabinieri del trofeo.

La risposta arriva sotto forma di Cayetana. Una ragazza che era coinvolta nei suoi stessi problemi di mescolarsi con la folla ricca, che non aveva niente a che fare con Marina o Samuel è quella che diventa un giocatore fondamentale nel gioco. Era interessata a Polo sin dall’inizio e quando non è riuscita a stabilire una connessione con lui, gli permette di rivelare il suo segreto. Ha escogitato il piano di una raccolta fondi per aiutarla a pagare le bollette, e quasi riesce. Ma poi, Lu viene a conoscenza dei suoi inganni e la mette fuori di fronte a tutta la festa.

Sconsolata e umiliata, Cayetana si prepara a lasciare la scuola e la città con la madre, ma poi arriva Polo in soccorso. Non solo la aiuta a tornare a scuola, ma li aiuta anche finanziariamente. Se non aveva già un motivo per essergli fedele, adesso sente di dovergli tutto. Quando Carla dice a Polo che hanno finito, racconta tutto a Cayetana. Vedendo l’opportunità di essergli utile, recupera il trofeo prima che i poliziotti possano metterci le mani sopra. Sapendo che non c’è nulla che possano rinfacciargli; Polo riporta le indagini su Nano e torna a scuola.

La terza stagione di Elite ruota attorno a una tragedia:Polo (Álvaro Rico) viene ucciso alla festa di laurea della sua classe. Nello specifico, Polo viene pugnalato e cade da un pianerottolo del secondo piano.
Chi lo ha ucciso? Mentre parlano con l’investigatrice ancora senza nome (Ainhoa ​​Santamaría), stanca ma apparentemente non sorpresa di dover affrontare ancora una volta i crimini di questi ragazzi, ciascuno dei compagni di classe di Polo ha una storia diversa. Ma tutti hanno una motivazione: nella prima stagione, Polo ha ucciso la loro amica Marina (Maria Pedraza).
La terza stagione di Élite conclude l’arco narrativo Polo ha incitato nella prima stagione, con la sua azione impensabile. È una stagione piena di finali.

Chi ha ucciso Polo?
Ecco i fatti che conosciamo dall’inizio della stagione. Polo è entrato in un bagno del teatro El Barceló ed è uscito con una coltellata mortale. Chi c’era dietro questo atto? Nel finale lo scopriamo. Rullo di tamburi prego. La risposta, in formato indizio , è:Lu (Danna Paola) , in bagno, con una bottiglia di champagne rotta.
Lu segue Polo in bagno con l’intenzione di ucciderlo. Poi si riconciliano. Lu va ad abbracciarlo, mentre tiene ancora in mano la bottiglia di champagne. Lo accoltella accidentalmente, come si fa. Sconcertante, Polo si schianta contro una finestra del secondo piano e muore.
Naturalmente, essendo questa Élite ,Lu se la cava. Guidati da Valerio, i ragazzi di Las Encinas si uniscono per superare ancora una volta in astuzia l’ ispettore mettendo tutte le loro impronte digitali sulla bottiglia. Poi, durante l’interrogatorio, ciascuno racconta all’ispettore di aver visto una persona diversa entrare nel bagno. Senza un chiaro sospettato, la polizia ritiene che la morte di Polo sia un suicidio.
La conclusione della polizia è corroborata dal fatto che Polo aveva confessato l’omicidio di Marina alle sue madri quella stessa notte. Nano (Jaime Lorente), che viveva in fuga, è ufficialmente innocente.

Nadia, Lu e Malick si trasferiscono a New York.
Per riabilitare l’immagine della loro famiglia, le madri di Polo creano una borsa di studio per la Columbia. Nadia (Mina al Hammani) e Lu, ripudiata dalla sua ricca ma crudele famiglia, finiscono per dividersi la borsa di studio. La famiglia di Nadia accoglie Lu tra le loro file.
Alla fine della stagione, salgono su un aereo per New York con Malick (Leïti Sène), una nuova arrivata dell’Élite . Malick proviene da una famiglia molto ricca dell’Africa ed è stato fidanzato per un breve periodo con Nadia, prima di rivelare che gli piaceva di più suo fratello, Omar (Omar Ayuso). Tuttavia, provenendo da una famiglia musulmana conservatrice, Malick sceglie di non uscire apertamente con uomini. Restando ancora amici, Malick e Nadia vivranno insieme a New York.

Nadia e Guzman si sono lasciati (più o meno).
Dal momento che vivranno in continenti separati, Nadia e Guzmán (Miguel Bernadeau) lasciano la loro relazione a tempo indeterminato, ma con l’intenzione di tornare insieme se, e quando, lei tornerà in Spagna. Nadia e Guzmán per sempre!


Carla eredita l’attività del padre.
Nella terza stagione di Élite ,Carla (Ester Expósito) è come una principessa intrappolata in un castello in disordine. I suoi genitori non solo le impediscono di parlare apertamente del coinvolgimento di Polo nella morte di Marina, ma la incoraggiano a trovare un fidanzato ricco per aiutarla con il fallimentare business del vino della famiglia.
Carla esce con Yeray (Sergio Momo), un diciottenne fondatore di un’app di appuntamenti (che sembra non funzionare mai). Anche se si lasciano, Yeray continua a collaborare con il padre di Carla, costantemente beffardo, ma solo se dà a Carla il pieno controllo del settore eolico.
In una… interessante prima decisione d’affari, Carlacede il potere a Valerio (Jorge López), il fratellastro di Lu con un problema di droga, e decide di “studiare all’estero” in un paese sconosciuto. Alla fine, nonostante i sentimenti reciproci siano evidenti, Carla e Samú (Itzan Escamilla) lasciano la situazione.

Ander va in remissione e si riunisce con Omar.
Uff! All’inizio della terza stagione, ad Ander (Áron Piper) viene diagnosticata la leucemia e quasi rinuncia alla vita. Naturalmente, Élite dedica più tempo ad analizzare la sua relazione a intermittenza con Omar che la sua cura per il cancro.
Alla fine, con una mossa uscita da un romanzo “sick lit” di YA , Ander esclude Omar inventando una falsa relazione con un altro malato di cancro. Omar sta per trasferirsi a New York con il suo Malick, il suo nuovo fidanzato, ma alla fine si oppone. Ritorna da Ander con l’intenzione di aiutarlo durante le cure. Convenientemente, Ander è in remissione.

Rebeca lascia l’azienda di famiglia.
Poco dopo che sua madre, Sandra (Eva Llorach), esce di prigione per spaccio di droga – è stato veloce! – Rebeca (Claudia Salas) la affronta. O Sandra smette di spacciare droga, oppure Rebeca lascia la famiglia.

Guzman, Samuel e Rebeca tornano a scuola.
Dopo essere stati drammaticamente espulsi il giorno della laurea, i tre vagabondi vengono riammessi a Las Encinas. Per qualche ragione, devono ripetere di nuovo l’ultimo anno (forse un’offerta per i soldi per l’iscrizione). Omar, che ha fallito l’ultimo anno, si unisce a loro, così come Ander. Se Élite continuerà per la quarta stagione , probabilmente questi cinque personaggi saranno ancora coinvolti nello show.

Cayetana trova lavoro a Las Encinas.
Cayetana (Georgina Amorós) rifiuta l’offerta dei genitori di Polo di pagarle l’università, non volendo più vivere al di sopra delle sue possibilità. Ha intenzione invece di frequentare una scuola statale. Ma torna a Las Encinas per lavoro.
Nell’inquadratura finale di Élite , Cayetana sta lavando i pavimenti del liceo. È questa una metafora della sempre presente divisione di classe tra gli studenti? O per il modo in cui gli studenti di Las Encinas ripuliscono costantemente i pasticci, letterali e metaforici? O forse è solo un modo per concludere una terza stagione.

Come in quasi ogni nuova stagione, Samuel (Itzan Escamilla) trova un nuovo interesse amoroso nella stagione 4. Questa volta, ha gli occhi puntati sulla nuova ragazza di nome Ari. L’unico ostacolo: esce con Guzmán (Miguel Bernardeau). Samuel combatte il suo ex nemico per Ari per tutta la quarta stagione, dopo la loro avventura di una notte.
Alla fine, Ari sceglie Samuel invece di Guzmán, anche se il momento in cui spera di dirglielo viene interrotto quando vede Armando attaccare sua sorella, il che si traduce nel ricovero in ospedale di Ari.
La tensione rimane alta tra Samuel e Rebeka (Claudia Salas) dopo la loro amicizia diventata storia d’amore di breve durata che si è conclusa con Rebeka che ha scoperto che Samuel era dietro l’arresto per droga di sua madre. Alla fine della quarta stagione, sembra che Rebeka e Samuel siano vicini alla normalità nella loro riaccesa amicizia, per la quale Samuel trascorre gran parte della stagione lavorando per recuperare.

Cosa è successo a Guzmán nella stagione 4 di Elite ?
Da sempre donnaiolo, Guzmán si ritrova in un altro triangolo amoroso con l’arrivo di Ari, su cui sia lui che Samuel hanno gli occhi puntati. Inizia la stagione frequentando Nadia (Mina El Hammani) a distanza, ma la sua nuova vita a New York si rivela troppo travolgente.
Dopo la rottura, Guzmán mette subito gli occhi su Ari. La loro bollente tensione sessuale inizia con un incontro nella piscina della scuola e termina con Guzmán che uccide Armando per aver aggredito Ari fuori dal Lake Club. Si frequentano brevemente, ma Samuel finisce per essere il vero oggetto dei desideri di Ari.
Guzmán conclude il suo viaggio nell’Elite mentre fa un viaggio con lo zaino in spalla con Ander (Arón Piper). Sulla base di un recente annuncio su Instagram, sembra che Guzmán non tornerà per la quinta stagione.


Cosa è successo a Omar e Ander nella stagione 4 di Elite ?
Dopo una straziante diagnosi di cancro nella terza stagione ⁠— che ha spinto Omar (Omar Ayuso) a trasferirsi da Ander e sua madre, Azucena (Elisabet Gelabert) ⁠— la coppia sembra pronta a tornare alla normalità. La quarta stagione inizia con il licenziamento della madre di Ander dalla direzione di Las Encinas, con il suo sostituto, Benjamin, che apporta cambiamenti radicali. Omar è costretto a sostenere un test di posizionamento per assicurarsi il posto continuato per il suo ultimo anno e passa solo grazie all’aiuto di Patrick, il figlio di Benjamin, che ottiene le risposte e le condivide con Omar.
Il novellino Patrick cattura rapidamente l’attenzione di Ander e alla fine rimane invischiato nella relazione tra Omar e Ander. Ciò che inizia come un rapporto a tre una tantum si trasforma in una questione di relazione più ampia per la coppia più amata dello show mentre ciascuno di loro crea individualmente legami con Patrick. Patrick alla fine si intromette tra la coppia, con il legame segreto di Patrick e Omar che spinge Ander a porre fine alla relazione. Concludono la stagione di nuovo insieme, anche se Ander se ne va con Guzmán nell’episodio finale, intraprendendo il viaggio con lo zaino in spalla che ha rimandato due volte a causa della sua relazione con Omar.
Non è chiaro se Ander tornerà nella quinta stagione, ma è sicuro che Omar tornerà.

Cosa è successo a Rebeka nella stagione 4 di Elite ?
Rebeka ha continuato a portare il dramma mentre esplorava un nuovo lato della sua sessualità nella stagione 4. Apparentemente più di Samuel, ha preso in simpatia il novellino Mencía, il più giovane dei figli del nuovo preside. Dopo un bacio, i due iniziano a frequentarsi e Rebeka sembra piuttosto presa da Mencía.
Tuttavia, la madre di Rebeka crea ancora una volta problemi alla sua relazione. Dopo aver scoperto che Mencía è una prostituta, la madre di Rebeka ricatta Mencía affinché rompa con sua figlia. Alla fine, Rebeka scopre il segreto di Mencía e finisce per salvarla da un cliente violento. In seguito a quell’evento, i due alla fine riaccendono la loro relazione.

Cosa è successo nell’ultimo episodio della quarta stagione?
Nell’episodio finale, vediamo Armando, l’uomo originale con cui Mencía veniva pagato per trascorrere del tempo, ucciso da Guzmán. Ha premuto il grilletto dopo aver trovato l’uomo più anziano che attaccava un Ari quasi privo di sensi lungo il lago.
Guzmán si ritrova tormentato dall’ansia alla prospettiva di essere catturato per l’omicidio. Dopo aver legato un’ancora attorno al corpo di Armando e averlo gettato in un lago, Rebeka, Samuel e Guzmán promettono di non parlare mai più dell’incidente. Non è chiaro come verrà gestito l’omicidio nella prossima stagione, ma come per tutte le morti precedenti dello show, la verità minaccia sempre di venire fuori.

La quinta stagione inizia con la rivelazione di Elodie che Phillipe aveva abusato sessualmente di lei. Le sue speranze di ricongiungersi con Cayetana finiscono in un vicolo cieco con la rivelazione. Isadora, una nuova arrivata a Las Encinas, estende il suo sostegno a Phillipe e gradualmente diventa il suo nuovo interesse romantico. Ivan, un altro nuovo studente della scuola, seduce Patrick. Samuel incontra Ari e sistema le cose con lei per riprendere la loro relazione. La polizia incontra Benjamín per chiedere informazioni su Armando. Cayetana accompagna Phillipe a incontrare un terapista per lui, che gli chiede di evitare l’alcol. Frequenta le sessioni di terapia per Cayetana ma si ferma lo stesso quando lei gli fa sapere che non si riunirà con lui.
Rebeka cerca di sistemare le cose con Mencía ma quest’ultimo la evita. Per dispetto, Rebeka inizia una relazione con un’altra ragazza, ferendo Mencía. Omar incontra Bilal, un immigrato che cerca rifugio presso il primo. Ivan bacia Ari, che respinge le sue avances. Tuttavia, Ari sviluppa un interesse per Ivan indipendentemente dalla sua relazione con Samuel. Il cadavere di Armando riemerge mentre Benjamín conduce una raccolta fondi. A causa dell’insistenza di Omar, Samuel denuncia il corpo alla polizia. Samuel lascia anche il suo lavoro di cameriere per esplorare opportunità di stage pensando al suo futuro. Ari e Ivan fanno sesso mentre Patrick è testimone dello stesso.
Mencía scopre la carta SIM di Armando nel suo telefono. Esamina i dati della carta e scopre che suo padre Benjamín era coinvolto con Armando prima della morte di quest’ultimo. Cayetana incontra Felipe e pensa di uscire con lui. Dopo aver visto Ivan e Ari insieme, Patrick diventa intimo con il padre di Ivan, Cruz. Nel frattempo, Ivan si rende conto di essere attratto da Patrick ed entrambi fanno sesso. Mencía e Rebeka parlano dei loro problemi e si riuniscono. Samuel confessa di aver ucciso Armando per salvare Benjamín e Guzmán. Benjamín assicura a Samuel che la sua confessione sarà ricompensata con numerosi benefici per garantirgli il futuro.
Mencía dà la carta SIM di Armando a Benjamín per proteggere suo padre dopo aver creato una copia della stessa. Benjamín si astiene dal pagare la cauzione a Samuel, pensando che ciò aiuterà a prevenire qualsiasi indagine contro di lui. Ari esprime la sua tristezza per Samuel a Ivan, che le promette di aiutarla a liberarlo. Conduce una festa di raccolta fondi e paga la cauzione affinché Samuel venga rilasciato dalla prigione. Ari e Ivan fanno sesso un’ultima volta prima che Samuel ritorni nella sua vita. Ivan scopre che Patrick vede suo padre. Prima del rilascio di Samuel, il tenente di polizia gli rivela che Benjamín e Armando gestivano una rete che trafficava dati di persone potenti e influenti.
Il tenente promette di archiviare il caso contro Samuel se riuscirà a far cadere Benjamín. Da Rebeka viene a sapere che Benjamín ha una carta SIM che potrebbe aiutarlo a completare la missione segreta contro il preside. Samuel e Rebeka vanno a casa di Benjamín per trovare la carta SIM e ottenerla da Mencía. Quando Isadora si rende conto che Phillipe non la vuole, va a Ibiza con tre compagni di scuola e Ivan. Sviene dopo aver usato droghe e i tre ragazzi la violentano. Ivan e Phillipe affrontano i ragazzi e successivamente motivano Isadora a denunciare l’incidente alla polizia. Cayetana viene licenziata per aver aiutato Samuel e Rebeka a trovare la SIM card. Rebeka rompe con Mencía senza fornire a quest’ultimo un motivo soddisfacente.

Samuel è vivo o morto?
Si presume che Samuel sia morto. Dopo aver ottenuto la carta SIM da Mencía, Samuel decide di presentarla alla polizia per scagionare il suo nome dal caso. Nel frattempo, Benjamín lo prega di incontrarsi per un colloquio prima di consegnare la carta. Samuel accetta e incontra Benjamín, che offre un posto completamente finanziato per studiare all’Università di Oxford con stipendi aggiuntivi e un’offerta di lavoro nella sua azienda una volta completati gli studi. Tuttavia, Samuel rifiuta l’offerta poiché la sua coscienza gli dice che non ha bisogno di essere un capro espiatorio. Fa capire a Benjamín che presenterà sicuramente la carta, il che porta quest’ultimo a ottenerla con la forza da Samuel.
Mentre Benjamín fa del suo meglio per recuperare la carta, Samuel scivola, sbatte la testa sul pavimento di cemento e cade in piscina. Anche se Patrick arriva sul posto e salva Samuel dall’annegamento, Benjamín non fa alcuno sforzo per chiamare un’ambulanza. Pensa che chiamare l’ambulanza aprirà la strada al suo arresto per tentato omicidio. Per evitare una simile situazione, decide di non cercare aiuto per salvare Samuel. Patrick chiama Ari e Mencía, che arrivano a casa loro con Rebeka e Omar. Sebbene Samuel riesca temporaneamente a risvegliarsi dallo stato di incoscienza, la massiccia perdita di sangue lo fa perdere nuovamente i sensi e cade a terra.
Omar e Rebeka fanno del loro meglio per costringerlo a restare in vita, ma non è sicuro che lo faccia fino al momento in cui arriva la polizia dopo che Mencía li ha informati. L’enorme perdita di sangue di Samuel e il suo stato di insensibilità indicano che potrebbe essere morto. Inoltre, i volti senza speranza di Omar e Rebeka mostrano anche la possibilità della morte di Samuel. Tuttavia, l’incertezza riguardo allo stato di Samuel lascia un barlume di speranza che possa essere vivo. Dato che la stagione termina senza descrivere le condizioni di Samuel dopo l’arrivo delle autorità o confermare la sua possibile morte, c’è una piccola possibilità che sopravviva, almeno per continuare la sua lotta contro la morte.

Benjamín viene arrestato? La polizia prende la SIM card?
Sì, Benjamín viene arrestato. Quando Patrick gli chiede di chiamare l’ambulanza per salvare Samuel, Benjamín dà priorità alla sua sicurezza e a quella della sua famiglia rispetto alla vita di Samuel. Teme di essere arrestato per tentato omicidio, anche se non lo fa, poiché ha il motivo di uccidere Samuel. Benjamín non vuole passare la vita in prigione né vedere suo figlio e le sue figlie vivere una vita incontrollata durante la sua prigionia. Tuttavia, Mencía si astiene dal diventare egoista come suo padre e chiama la polizia. Si rende conto che suo padre non merita un’altra possibilità dopo una serie di tradimenti. Così arriva la polizia e arresta Benjamín.
Tuttavia, non è sicuro se la polizia abbia preso la carta SIM contro Benjamín. Dopo aver battuto la testa, Samuel cade in piscina con la borsa addosso. Mencía poi trova la carta nella riserva e deve aver recuperato la stessa. Anche se chiama la polizia per denunciare suo padre per aver tentato di uccidere Samuel, Mencía potrebbe non avere fretta di presentare la carta. Non trova che il traffico di dati di persone potenti sia abbastanza crudele da provocare danni alla sua famiglia. Potrebbe volere che suo padre venga punito solo per aver tentato di uccidere o forse per aver ucciso Samuel, il che probabilmente la motiverà a nascondere la carta alla polizia.
Altrimenti, la possibile morte di Samuel potrebbe far infuriare Mencía e spingerlo a presentare la tessera alla polizia. Sa che non ci si può più fidare di suo padre, soprattutto dopo aver tentato di uccidere il fidanzato di sua figlia ai suoi occhi. Tale convinzione, anche se non esatta, potrebbe condurla alla polizia con la carta SIM. La decisione di Mencía riguardo alla carta SIM determinerà molto probabilmente il destino di Benjamín. Se decidesse di consegnarlo alla polizia, Benjamín potrebbe restare in prigione più a lungo. Se non lo fa, Benjamín potrebbe provare a dimostrare che non è responsabile della presunta morte di Samuel per essere rilasciato dalla prigione.

Patrick e Ivan finiscono insieme? Ivan partirà per il Qatar?
Quando Ivan scopre che Patrick e suo padre Cruz condividono una relazione intima, la cosa lo distrugge. Si sente senza speranza e cade in un dolore insopportabile. Rendendosi conto dello stato di suo figlio, Cruz invita Patrick a un incontro con Ivan senza far sapere a entrambi della presenza dell’altra persona. Cruz ricorda a Patrick l’amore che nutre per Ivan e dice a entrambi che non avrà mai più a che fare con Patrick. Ricorda anche a Ivan come ha trovato una persona speciale in Patrick. Dopo anni trascorsi a spostarsi da un posto all’altro, senza riuscire a mantenere alcuna relazione significativa, Ivan è finalmente felice con Patrick e Cruz vuole proteggere quella felicità.
Le parole di Cruz spingono Ivan a pensare a come ha trovato casa in Patrick. Si rende conto che il legame che sente con Patrick non dovrebbe andare invano. Inoltre, il messaggio vocale che Ivan invia ad Ari gli fa capire di amare profondamente suo fratello. La conversazione con Cruz dà a Ivan il coraggio e la conferma di dirsi che Patrick è quello giusto. Mentre Patrick si occupa dell’arresto di suo padre, Ivan arriva sul posto e lo abbraccia, confermando la loro unione. Dato che finiscono insieme, Ivan non partirà per il Qatar. Cruz vuole che suo figlio stia con la persona che ama e la decisione di Ivan di unirsi a Patrick cambia i piani di padre e figlio. Quindi possiamo aspettarci che Ivan rimanga con Patrick.

La sesta stagione di ‘Elite’ inizia con un’auto che investe Ivan, che rimane sulla strada. Dopo la morte di Samu, i suoi amici lasciano Las Encinas. I genitori di Isadora aprono un nuovo pub chiamato “The Isadora House”, gestito da lei. La relazione tra Patrick e Ivan diventa turbata quando Cruz bacia il primo. Quando la cosa diventa virale, Patrick carica un video in cui afferma di aver iniziato il bacio per fare ammenda con Ivan e per salvare la reputazione del calciatore. La bugia di Patrick motiva Cruz a dichiararsi gay. Dopo il suo coming out, i suoi tifosi iniziano a prenderlo di mira, costringendo l’arbitro ad abbandonare una partita di calcio da lui giocata.
Un Cruz angosciato affronta un gruppo di uomini a caso, che lo picchiano a morte perché sono gay. Ivan inizia a credere che Patrick abbia aperto la strada al coming out di suo padre, che ha provocato la morte del calciatore. Rompe con Patrick per lo stesso motivo. A causa della mancanza di prove, le accuse di stupro contro Hugo, Javier e Álex vengono ritirate. L’amico d’infanzia di Javier, Dídac, cerca di svelare la verità dietro lo stesso registrando la confessione del suo amico di aver violentato Isadora con Hugo e Álex. Sebbene gli avvocati di Isadora respingano la confessione come prova inammissibile, lei riesce a portare al mondo la verità sulla sua sofferenza.
Hugo e Álex, per distrarre Isadora e le sue amiche, usano Javier e creano una storia secondo cui anche Ivan l’ha violentata. Sebbene Isadora inizialmente creda parzialmente la stessa cosa, Dídac costringe il suo amico a spiegare la verità a Isadora, cosa che la porta a riconnettersi con Iván. Sara lotta con il suo fidanzato Raúl, violento e controllante. Mencía Blanco la aiuta a capire quanto sia violento Raúl e le dà il coraggio di rompere con il suo partner. Sara bacia Mencía durante la festa, ma quest’ultima si rende presto conto che alla prima non piacciono le ragazze. Mencía chiede a Sara di non forzare l’affetto e la incoraggia ad essere onesta con se stessa.
Ari è attratta da Nico ma i suoi pregiudizi influenzano la loro unione quando viene a sapere che quest’ultimo è un uomo trans. Nico esce con Sonia per dimenticare Ari ma alla fine torna da lei. Ari si rende conto che sta sabotando la sua compagnia con Nico con la paura di ferirlo come ha fatto con Samu. Rocío ha una cotta per Bilal, che fa amicizia con Ari. Tuttavia, Rocío cerca di incontrarsi con lui ogni volta che lo incontra a Casa Isadora, dove lavora. Quando dimentica la borsa al pub, Bilal porta la stessa a casa sua e finiscono per pomiciare.
Benjamín Blanco chiede ad Ari di testimoniare per lui e convincere Patrick e Mencía a fare lo stesso. Regala loro persino tre macchine per fargli cambiare idea. Alla fine Ari riesce a convincere entrambi i suoi fratelli con un obiettivo in mente.

Ivan muore? Chi lo investe?
Durante una notte di carnevale veneziano al pub di Isadora, Ari viene a sapere di essere incinta del bambino di Ivan. Sotto shock, se ne va dal pub senza parlare con i suoi fratelli o amici. Mencía, drogata da Raúl, insegue sua sorella sebbene sia quasi priva di sensi. Quando si sveglia, nota che il vetro anteriore dell’auto è parzialmente frantumato. Ari la chiama e le fa sapere che Ivan è stato investito da un’auto sconosciuta, solo che Mencía crede che sia stata lei ad aver investito il fidanzato di suo fratello. Ma è Sara quella che davvero investe Ivan.
Quando Mencía esce dal pub senza nemmeno riuscire a stare in piedi, Sara la incontra e si rende conto che la sua amica non sta bene. Mencía dice a Sara che Ari non sta bene e Sara riceve dal primo la chiave dell’auto di Patrick. Sara guida e Mencía si siede accanto a lei in macchina, malata. Quando Sara cerca di controllare Mencía, perde il controllo dell’auto e lo stesso colpisce Ivan. Sorpresa, si avvicina a Raúl, che pulisce l’auto per cancellare le impronte digitali di Sara e trascina Mencía al posto di guida. Raúl convince Sara che stanno facendo la cosa giusta poiché Mencía proviene da una famiglia influente e ricca per affrontare le complicazioni della stessa, a differenza di Sara.
Sara è una persona che sopravvive come influencer sui social media. Nel caso Ivan muoia, l’ultima cosa che vuole è che il mondo sappia che è stata lei a causare la morte di qualcuno. Teme che la verità aprirà la strada a un’enorme perdita di seguaci, che influenzerà la sua sopravvivenza. Inoltre, Sara vuole anche evitare la battaglia legale contro Ivan, che ha la ricchezza e l’influenza per distruggerle la vita, se sopravvive all’incidente. Crede che Ivan non la perdonerà ma perdonerà Mencía poiché quest’ultima è la sorella del suo ragazzo, il che la fa accettare il piano di Raúl.
Anche se amici e conoscenti di Ivan temono il peggio, lui non muore. Patrick riesce a portarlo in un ospedale nella finestra della speranza. I medici eseguono un intervento chirurgico e salvano Ivan dalla morte immediata. Sebbene non assicurino a Patrick, Ari e Mencía che Ivan alla fine sopravviverà, le possibilità che muoia sono estremamente basse. Verso la fine Ivan riprende conoscenza e chiede di Patrick, il che può essere visto come un segnale positivo che fa capire che molto probabilmente resterà lontano dalla morte.

Chi è il tiratore? Qualcuno muore?
Durante la notte del carnevale veneziano, al pub Isadora, Hugo e Álex decidono di violentare una ragazza incontrata sulla pista da ballo. Dopo aver inconsapevolmente iniettato un farmaco che Isadora ha messo nella sua borsa, Hugo non riesce ad avere un’erezione e pensa che forzare qualcuno gli darà l’eccitazione per ottenere la stessa cosa. Javier, che deduce il piano dei suoi due amici, ne informa Isadora, che chiama la polizia. Javier sembra anche confessare alla polizia di aver violentato Isadora con Hugo e Álex. Dopo l’arresto dei suoi stupratori, Isadora incontra Dídac per chiarire le cose tra loro.
Nel frattempo, un’auto entra nei locali di Las Encinas e una persona non rivelata spara più volte con una pistola. Considerando che l’assassino ha sparato mentre Isadora si trovava sul posto, la persona può essere qualcuno imparentato con Hugo e Álex, che esige vendetta per conto dei due stupratori. La persona può essere un parente o qualcuno assunto dai parenti dei due ragazzi, probabilmente cercando di uccidere Isadora per aver distrutto le vite di Hugo e Álex. Dato che i ragazzi studiano in una scuola dove sono ammessi solo gli studenti delle famiglie più influenti della Spagna, molto probabilmente Hugo e Álex provengono da famiglie così influenti.
Se è così, gli arresti di Hugo e Álex devono aver offuscato la reputazione delle famiglie, il che potrebbe averli motivati ​​a vendicarsi di Isadora, la causa dei loro guai. Se chi ha sparato ha sparato a Isadora, Dídac deve aver cercato di proteggerla facendole scudo con se stesso, cosa che potrebbe averlo ucciso. Anche Isadora deve essere stata colpita.

Perché Ari, Mencía e Patrick lasciano Madrid?
Quando Mencía dice ad Ari di aver investito Ivan, Ari lo considera l’ultimo chiodo nella bara delle loro tragiche vite a Madrid. Benjamín e i suoi figli arrivano a Madrid in cerca di un nuovo inizio nella loro vita. Ma la mossa apre la strada all’esperienza di pre-morte di Ari e alla gravidanza indesiderata, Mencía viene aggredita da Armando de la Ossa , la morte di Samu e Mencía crede di aver quasi ucciso il partner di suo fratello. Per quanto riguarda Ari, si rende conto che hanno bisogno di scappare in un luogo dove non saranno costretti ad affrontare i traumi del passato.
Dopo aver abortito il bambino di Ivan, Ari deve aver capito che non può continuare a vivere in sua presenza. Ari spreca la sua occasione con Nico e l’ultima cosa che vuole è che sua sorella Mencía venga arrestata per omicidio nel caso Ivan muoia. Sa che sua sorella non è abbastanza dura da nascondere di aver investito Ivan, secondo la convinzione di Mencía, il che può portare alla sua prigionia. Tutto ciò che Ari ha lasciato al mondo sono sua sorella e suo fratello e non è pronta a rinunciare a entrambi. Inoltre, non vuole che Patrick venga ferito ripetutamente nel caso in cui Ivan riesca a rimanere in vita. Così costringe la sua famiglia a lasciare la città dove lei e i suoi fratelli hanno sofferto molto.
Tuttavia, Ari, Mencía e Patrick potrebbero non essere in grado di lasciare Madrid per sempre. Da quando Ivan riprende conoscenza e inizia a chiedere di Patrick, è chiaro che cercherà di riconnettersi con la sua compagna. Se Patrick venisse a sapere che Ivan è vivo e vegeto, potrebbe tornare di corsa a Madrid per stare con quest’ultimo. Anche Ari e Mencía potrebbero non voler separarsi dal fratello.

Isadora e Dídac finiscono insieme?
Da quando ha incontrato Dídac, Isadora desidera stabilire un legame con lui. Ma il fatto che lui sia l’amico intimo del suo stupratore Javier le impedisce di impegnarsi con Dídac. Non può tollerare che il suo partner faccia ancora in qualche modo parte della vita del suo stupratore. Inoltre, il trauma dello stupro le impedisce di fidarsi di chiunque, compreso Dídac. Pertanto, inizialmente evita di considerare una relazione con lui. Ma la confessione di Javier alla polizia e la sua assicurazione che ci si può fidare di Dídac senza ombra di dubbio danno a Isadora abbastanza coraggio per ricucire il loro legame.
Isadora non è ancora pronta a fidarsi completamente di un uomo, anche se si tratta di Dídac. Ma lei gli dice che sta cambiando baciandolo. Se non vengono uccisi dall’assassino non rivelato, ci si aspetta che Isadora e Dídac stiano insieme. Molto probabilmente Dídac aiuterà Isadora a fidarsi lentamente di lui. Potrebbe presto iniziare a condividere l’intimità con lui senza che il suo passato la perseguiti. Dídac è abbastanza paziente da dare a Isadora tutto il tempo che vuole e di cui ha bisogno per adattarsi alla sua nuova realtà e abbastanza compassionevole da aiutarla ad affrontare i fantasmi del passato. Considerando che non sono stati amati dalla loro famiglia, Isadora e Dídac potrebbero trovare amore e casa l’uno nell’altro.

8 SERIE TV COME "ELITE" CHE DEVI VEDERE

Translate »