FARGO

Fargo (2014– ) on IMDb

FARGO

Dal creatore di Downton Abbey, Julian Fellowes, arriva questo dramma che segue una giovane donna che vive nella scintillante Gilded Age di New York.

CLICCA QUI - GUARDA LA SERIE SU NOWTV

FARGO

STAGIONI 5
STATO Continua
PRIMA MESSA IN ONDA 15 aprile 2014
RETE FX
DURATA MEDIA EPISODI 53 minuti
GENERI Crimine Dramma Romanzo giallo
PAESE ORIGINARIO Stati Uniti d’America
LINGUA ORIGINALE Inglese
POSIZIONE GEOGRAFICA America/Stati Uniti
COLLOCAMENTO Piccola città
SOTTOGENERE Basato su una storia vera Acclamato dalla critica  Commedia oscura
PERIODO DI TEMPO Anni ’50 Anni ’70 2000 Anni 2010
TIPO O FORMATO TV Antologia basata sulla storia Dramma basato su una storia

PREMI

Billy Bob Thornton per i Primetime Emmy Awards, miglior attore protagonista in una miniserie o film, 2014
Martin Freeman per i Critics’ Choice Awards, miglior attore in una miniserie o film per la televisione, 2014
Martin Freeman per i Primetime Emmy Awards, miglior attore protagonista in una miniserie o film, 2014
Colin Hanks per i Critics’ Choice Awards, miglior attore non protagonista in una miniserie o film per la televisione, 2014
Colin Hanks per i Primetime Emmy Awards, miglior attore non protagonista in una miniserie o film, 2014
Colin Hanks per i Golden Globe, miglior attore non protagonista in una serie, miniserie o film per la televisione, 2015
Billy Bob Thornton per i Golden Globe Awards, miglior attore in una miniserie o film per la televisione, 2015 (vincitore)
Billy Bob Thornton per gli Screen Actors Guild Awards, Miglior interpretazione di un attore maschio in un film per la televisione o in una miniserie, 2015
Martin Freeman per i Golden Globe, miglior attore in una miniserie o film televisivo, 2015
Jean Smart per i Critics’ Choice Awards, Miglior attrice non protagonista in una miniserie o film per la televisione, 2016 (vincitore)
Jesse Plemons per i Primetime Emmy Awards, miglior attore non protagonista in una miniserie o film, 2016
Patrick Wilson per i Golden Globe, miglior attore in una miniserie o film televisivo, 2016
Jean Smart per i Primetime Emmy Awards, Miglior attrice non protagonista in una miniserie o film, 2016
Patrick Wilson per i Critics’ Choice Awards, miglior attore in una miniserie o film per la televisione, 2016
Carrie Coon per i Primetime Emmy Awards, Miglior attrice protagonista in una miniserie o film, 2017
Carrie Coon per i Critics’ Choice Awards, Migliore attrice in una miniserie o film per la televisione, 2018
Chris Rock per i Critics’ Choice Awards, miglior attore in una miniserie o film per la televisione, 2021

Crew

Noah Hawley (Creator), Adam Bernstein, Randall Einhorn, Colin Bucksey, Scott Winant, Matt Shakman

Writer / Director

Noah Hawley

Screenwriter

Dana Gonzales, Matthew J. Lloyd

Cinematography

Jeff Russo

Music

FX Productions, MGM Television. Producer: Joel Coen, Ethan Coen. Broadcast by: FX Network

Producer

USA

Country

CAST E PERSONAGGI

Cast della prima stagione
Billy Bob Thornton nel ruolo di Lorne Malvo
Allison Tolman nel ruolo della vice Molly Solverson
Colin Hanks nel ruolo dell’agente Gus Grimly
Martin Freeman nel ruolo di Lester Nygaard

Cast della seconda stagione
Kirsten Dunst nel ruolo di Peggy Blumquist
Patrick Wilson nel ruolo del poliziotto di stato Lou Solverson
Jesse Plemons nel ruolo di Ed Blumquist
Jean Smart nel ruolo di Floyd Gerhardt
Ted Danson nel ruolo dello sceriffo Hank Larsson

Cast della terza stagione
Ewan McGregor nel ruolo di Emmit e Ray Stussy
Carrie Coon nel ruolo di Gloria Burgle
Mary Elizabeth Winstead nel ruolo di Nikki Swango
Goran Bogdan nel ruolo di Yuri Gurka
David Thewlis nel ruolo di VM Varga

Cast della quarta stagione
Chris Rock nel ruolo di Loy Cannon
Jessie Buckley nel ruolo di Oraetta Mayflower
Jason Schwartzman nel ruolo di Josto Fadda
Ben Whishaw nel ruolo del rabbino Milligan
Jack Huston nel ruolo di Odis Weff
E’myri Crutchfield nel ruolo di Ethelrida Pearl Smutny
Andrew Bird nel ruolo di Thurman Smutny
Anji White nel ruolo di Dibrell Smutny
Jeremy Harris nel ruolo di Leon Bittle
Matthew Elam nel ruolo di Lemuel Cannon
Corey Hendrix nel ruolo di Omie Sparkman
James Vincent Meredith nel ruolo di Opal Rackley
Francesco Acquaroli nel ruolo di Ebal Violante
Gaetano Bruno nel ruolo di Costante Calamita
Stephen Spencer nel ruolo del dottor David Harvard
Karen Aldridge nel ruolo di Zelmare Roulette

Cast della quinta stagione
Juno Temple nel ruolo di Dorothy “Dot” Lyon
Jon Hamm nel ruolo dello sceriffo Roy Tillman
Jennifer Jason Leigh nel ruolo di Lorraine Lyon
Joe Keery nel ruolo di Gator Tillman
Lamorne Morris nel ruolo di Witt Farr
Sam Spruell nel ruolo di Ole Munch
Richa Moorjani nel ruolo di Indira Olmstead
Dave Foley nel ruolo di Graves danese

TRAMA

Fargo è una serie televisiva poliziesca di commedia nera americanacreata e scritta principalmente da Noah Hawley . Lo spettacolo è ispirato al film omonimo del 1996 , scritto e diretto dai fratelli Coen , ed è ambientato nello stesso universo immaginario . I Coen rimasero colpiti dalla sceneggiatura di Hawley e accettarono di essere nominati produttori esecutivi. La serie è stata presentata per la prima volta il 15 aprile 2014 su FX , e segue un formato antologico , con ogni stagione ambientata in un’epoca e in un luogo diversi, con una storia diversa e per lo più nuovi personaggi e cast, anche se ci sono minori sovrapposizione. Ogni stagione è fortemente influenzata dai vari film dei fratelli Coen, ognuno dei quali contiene numerosi riferimenti ad essi.

La prima stagione , ambientata principalmente in Minnesota e Nord Dakota dal gennaio 2006 al febbraio 2007 e con Billy Bob Thornton , Allison Tolman , Colin Hanks e Martin Freeman , ha ricevuto ampi consensi dalla critica. Ha vinto i Primetime Emmy Awards per la miglior miniserie , la miglior regia e il miglior casting , e ha ricevuto altre 15 nomination tra cui Miglior sceneggiatura , un’altra nomination per la miglior regia e nomination per la recitazione per tutti e quattro i protagonisti. Ha anche vinto i Golden Globe per la migliore miniserie o film per la televisione e il miglior attore – miniserie o film per la televisione per Thornton.

La seconda stagione , ambientata in Minnesota, Nord Dakota e Sud Dakota nel marzo 1979 e interpretata da Kirsten Dunst , Patrick Wilson , Jesse Plemons , Jean Smart e Ted Danson , ha ricevuto ampi consensi dalla critica. Ha ricevuto tre nomination ai Golden Globe, insieme a diverse nomination agli Emmy, tra cui Miglior miniserie, e nomination alla recitazione per Dunst, Plemons, Smart e Bokeem Woodbine .

La terza stagione , ambientata principalmente in Minnesota dal 2010 al 2011 e con Ewan McGregor , Carrie Coon , Mary Elizabeth Winstead , Goran Bogdan e David Thewlis , è stata presentata in anteprima il 19 aprile 2017. Come le stagioni precedenti, è stata accolta con successo. dalla critica, e ha ricevuto nomination agli Emmy, tra cui Miglior Miniserie, e nomination come attore per McGregor, Coon e Thewlis. Ha ricevuto tre nomination ai Golden Globe, per Miglior miniserie, e McGregor e Thewlis per la recitazione, con McGregor che ha vinto nella sua categoria.

La quarta stagione , ambientata principalmente a Kansas City, Missouri dal 1950 al 1951 e con Chris Rock , Jessie Buckley , Jason Schwartzman , Ben Whishaw e Jack Huston , è stata presentata in anteprima il 27 settembre 2020 e ha ricevuto recensioni generalmente positive, anche se non è stata altrettanto positiva. acclamato come le stagioni precedenti.

Nel febbraio 2022, la serie è stata rinnovata per una quinta stagione, che sarà ambientata nel Nord Dakota e nel Minnesota nel 2019, [10] e avrà come protagonisti Juno Temple , Jon Hamm , Jennifer Jason Leigh , Joe Keery , Lamorne Morris , Richa Moorjani , e Dave Foley . La premiere della stagione è prevista per il 21 novembre 2023.

 

Stagione 1 (2014)
Nel 2006, Lorne Malvo ( Billy Bob Thornton ) attraversa Bemidji, Minnesota , e influenza la comunità – incluso il maltrattato venditore di assicurazioni Lester Nygaard ( Martin Freeman ) – con la sua malizia, violenza e inganno. Nel frattempo, la vice Molly Solverson ( Allison Tolman ) e l’ufficiale di polizia di Duluth Gus Grimly ( Colin Hanks ) si uniscono per risolvere una serie di omicidi che credono possano essere collegati a Malvo e Nygaard.

Stagione 2 (2015)
Nel 1979, l’estetista Peggy Blumquist ( Kirsten Dunst ) e suo marito, il macellaio Ed Blumquist ( Jesse Plemons ) di Luverne, Minnesota , coprono l’omicidio stradale e mordi e fuggi di Rye Gerhardt ( Kieran Culkin ), figlio di Floyd Gerhardt ( Jean Smart ), matriarca della famiglia criminale Gerhardt di Fargo, North Dakota . Nel frattempo, il poliziotto di stato Lou Solverson ( Patrick Wilson ) e suo suocero, lo sceriffo Hank Larsson ( Ted Danson ), indagano su un triplice omicidio avvenuto in un ristorante locale collegato a Rye. [15]

Stagione 3 (2017)
Nel 2010, l’ufficiale di sorveglianza di St. Cloud Ray Stussy ( Ewan McGregor ) e la sua fidanzata in libertà vigilata Nikki Swango ( Mary Elizabeth Winstead ) sognano una vita migliore e più ricca. Per raggiungere questo obiettivo, tentano di rubare un prezioso francobollo vintage dal fratello maggiore di maggior successo di Ray, Emmit (interpretato anche da McGregor), l’autoproclamato “Re dei parcheggi del Minnesota”. Tuttavia, i loro piani falliscono e la coppia presto deve nascondere il proprio coinvolgimento in due morti, tra cui quella del patrigno dell’ex capo della polizia dell’Eden Valley , Gloria Burgle ( Carrie Coon ). Nel frattempo, Emmit desidera ripagare un’organizzazione losca da cui ha preso in prestito denaro due anni fa, ma la società Narwhal e i suoi dipendenti, guidati da VM Varga ( David Thewlis ), hanno altri piani.

Stagione 4 (2020)
Nel 1950, la Cannon Limited, guidata da Loy Cannon ( Chris Rock ), minaccia di usurpare la famiglia Fadda, guidata da Josto Fadda ( Jason Schwartzman ), come organizzazione criminale al potere a Kansas City, Missouri . Per mantenere la pace, i gruppi decidono di onorare la tradizione di scambiare i figli più piccoli tra le due famiglie. L’alleanza è messa a repentaglio dall’arrivo dello sfacciato fratello di Josto, Gaetano ( Salvatore Esposito ), così come dalle azioni non ortodosse intraprese da un’infermiera di nome Oraetta Mayflower ( Jessie Buckley ). La vicina adolescente di Oraetta, Ethelrida Pearl Smutny (E’myri Crutchfield), scopre che i suoi genitori sono in debito con la Cannon Limited, cosa che la coinvolge nelle attività criminali di Kansas City.

Stagione 5 (2023)
Ambientato nel Nord Dakota e nel Minnesota nel 2019, la trama della quinta stagione dello show è stata anticipata con le seguenti domande: “Quando un rapimento non è un rapimento, e cosa succede se tua moglie non è tua?” Jon Hamm , Juno Temple e Jennifer Jason Leigh sono stati scelti come personaggi principali rispettivamente Roy Tillman, Dorothy “Dot” Lyon e Lorraine Lyon. Altri membri del cast includono Joe Keery nel ruolo di Gator Tillman, Lamorne Morris nel ruolo di Witt Farr, Richa Moorjani nel ruolo di Indira Olmstead, Dave Foley nel ruolo di Dutch Graves e David Rysdahl nel ruolo di Wayne Lyon.

FARGO - STAGIONI - EPISODI

"C'è abbastanza da fare (anzi, quasi troppo) e una serie di tessere del domino così strane che è difficile non immaginare che coloro che provano l'apertura non vorranno vedere le cose fino alla fine.

"Il casting di 'Fargo' è superbo, ma niente di più di quello di Thornton, che è assolutamente magnetico nel ruolo del calmo assassino con un debole per l'osservazione ironica.

FARGO

Ogni episodio inizia con le parole sullo schermo "Questa è una storia vera. Gli eventi rappresentati in questo film si sono svolti in Minnesota nel 2006/1979/2010 (a seconda della stagione). Su richiesta dei sopravvissuti, i nomi sono stati cambiato. Per rispetto dei morti, il resto è stato raccontato esattamente come era avvenuto ". Questo è un cenno al modo in cui è iniziato il film originale del 1996 Fargo (1996) (anche sostenendo che i suoi eventi erano basati su una storia vera). Tuttavia, né il film né il programma televisivo sono effettivamente basati su eventi reali. In un'intervista del 2014, il produttore esecutivo dello spettacolo Noah Hawley ha chiarito le introduzioni dell'episodio della "storia vera" dicendo "lo spettacolo .... È tutto solo inventato. L'intera stoffa. Non sono andato alla ricerca di [un] vero crimine". . E 'iniziato dal punto di vista del personaggio e tutto è cresciuto organicamente da questo. "

La terza stagione si basa sulle vite interconnesse di un capo della polizia, Gloria, al comando di due persone; il re dei parcheggi del Minnesota, Emmit Stussy; e un agente di sorveglianza, il fratello gemello di Emmit, Raymond Stussy, e la sua ragazza, Nikki, una giovane truffatrice in libertà vigilata. I fratelli Stussy litigano costantemente a causa dell’eredità di Emmit di preziosi francobolli antichi, che Raymond ritiene possano rimettere in carreggiata la sua vita. In una serie di eventi comici, l’uomo inviato da Raymond e Nikki per rubare le cartoline di Emmit, si rivolge inavvertitamente allo Stussy sbagliato, il padre di Gloria, e lo uccide.
Emmit Stussy affronta i propri problemi. Un misterioso uomo d’affari britannico, VM Varga, stipula un contratto con la sua azienda e diventa socio. La sua personalità prepotente e le sue strane idiosincrasie tengono Emmit a distanza, quasi ricattandolo affinché lavorino insieme. A poco a poco, Gloria inizia a unire i punti e abbiamo tra le mani una storia incredibile piena di colpi di scena, brivido e umorismo deliziosamente raffinato, che ti tiene impegnato.
Proprio come le altre due stagioni, la terza condivide un tema comune di cattiva comunicazione. Emmit e Raymond non si sostengono molto bene ma si sentono comunque legati in virtù della linea di sangue di Stussy. Nonostante i loro partner si riempiano le orecchie l’uno contro l’altro, i due si trattano con rispetto e grande affetto. Nonostante questo amore, litigano e sono preda dei mostri che li circondano che approfittano della loro cattiva comunicazione. In confronto, la scrittura della terza stagione è debole. La trama non è lenta come le due stagioni precedenti e sembra un po’ affrettata. Sebbene i personaggi siano sviluppati con grande entusiasmo e contrasto, non riescono a evocare la chimica evocata dalle stagioni precedenti.

La definizione di verità
Il tema più utilizzato nella stagione è stato l’idea della verità. Viviamo in un’era post-verità in cui la determinazione della veridicità di qualcosa è quasi impossibile. Esiste più di una verità là fuori e sembra che accettiamo quella che io chiamo la verità preferenziale. Ciò che è secondo la nostra convenienza, lo accettiamo; degli altri non ci interessa. Sia Ray che Emmit rivendicano le rispettive pretese sui francobolli, con nozioni contrastanti della verità che sono diverse per loro. Vedono i francobolli come loro e non riescono a riconoscere la verità oggettiva della situazione. La videocassetta che Stella, la moglie di Emmit, guarda è una farsa creata da Raymond per allontanare Raymond dalla sua famiglia. E ci riesce; Stella parte il giorno successivo. La verità, ancora una volta, non riesce ad abbracciare i personaggi, che ne assumono la propria versione. La dura realtà è qualcosa che a nessuno piace vedere o capire. Le persone fondono le loro esperienze, aspettative e gli aspetti favorevoli di una situazione per illudersi. Di conseguenza, le loro relazioni con gli altri che li circondano ne risentono.
Il valore della verità viene preso in considerazione in un mondo in cui le azioni delle persone sono guidate da ciò in cui credono, indipendentemente dal fatto che sia vero o meno. Sebbene la serie abbia più casi in cui questa lotta tra verità e falso continua, la lezione rimane la stessa: non dare per scontato.

Giustizia cosmica
Il concetto più emozionante e ben illustrato nella terza stagione è quello della giustizia. Ma questa giustizia non viene consegnata da una mano umana. Libera dalle facoltà umane, questa giustizia è di natura cosmica, operata insieme dalle forze divine in generale. Nessuno dei personaggi è in grado di realizzare le proprie ambizioni, ma ognuno incontra il proprio destino. Ad esempio, Ray muore per un frammento di vetro, a causa dei francobolli che desiderava e che ha combattuto con suo fratello per averli. Emmit, che inavvertitamente lo uccide, non riesce a migliorare il suo rapporto con il fratellino. Nikki viene uccisa in uno scontro messicano, non riuscendo a vendicarsi di Emmit. Lo stesso Emmit viene ucciso nel calore della sua stessa casa, dopo essersi riconciliato con la sua famiglia e averne ricevuto veramente affetto. Tutte queste persone vengono uccise dalla persona sbagliata, probabilmente ad eccezione del signor Wrench, e nel momento sbagliato.
C’è un senso di giustizia per le loro azioni attraverso la serie. Tutti loro, che si tratti di Raymond, Nikki, Emmit o persino Varga; tutti hanno in qualche modo sbagliato il proprio destino. Sembra che per un po’ abbiano cambiato ciò che il destino aveva in serbo per loro, ma il tempo li raggiunge puntualmente, prendendo le loro vite in un modo che loro, o noi, meno ci aspettavamo.
L’incredibile senso di Hawley di questo arco narrativo rende nostalgici i fan delle opere dei Coen. È il suo inno alla vita e al suo semplice principio: non otterrai mai ciò che vuoi né sfuggirai a ciò che sta per prenderti.

La Ragazza, lo Straniero, il Bar
In un vero inno ai Coen, Hawley ricrea la famosa scena del bar del Grande Lebowski con il tizio di Jeff Bridges e uno sconosciuto, non una, ma due volte. Innanzitutto è con Gloria e il suo incontro con Paul Marrone. Anche se questo è certamente qualcosa di non molto significativo, l’altro suo incontro, con Nikki, lo è. Dopo che Nikki e il signor Wrench sono fuggiti dall’autobus della prigione e dai cacciatori che li seguono, raggiungono una pista da bowling. Quasi in punto di morte, i due vengono aiutati da Marrone e sorpresi dal suo comportamento straordinariamente calmo. Questo incontro quasi paradisiaco è una ricreazione e un inno all’eredità e al mestiere dei Coen. Nella narrazione, penso che il personaggio di Paul sia come una luce guida per le persone che sembrano perse. Mentre nel primo caso era metaforico, con Gloria che sembrava persa in un mondo dove nulla va per il verso giusto, nel secondo caso Nikki è davvero perduta e trova aiuto in Marrone. Ho pensato che avrei dovuto menzionarlo per i veri fan dei Coen come me che stanno leggendo questo. Non sei solo.

Il finale
La terza stagione di Fargo ha un finale molto criptico. Il finale, secondo me, è il più forte delle tre stagioni e sicuramente conclude la terza stagione con una nota molto, molto brillante. Dollard (nome di gusto) finalmente scopre la truffa di Varga e informa Gloria. Nel frattempo, Varga fa in modo che Emmit ceda la società a Goldfarb, che si scopre essere in combutta con Varga e ne assume la gestione quando Emmit raggiunge il suo ufficio. Varga incontra Nikki per consegnare i soldi del riscatto e recuperare i suoi dischi rigidi riservati. Subisce un’imboscata da parte di Nikki e Mr. Wrench (della seconda stagione) ma riesce a scappare. Nikki, ora in cerca di vendetta su Emmit per il suo ruolo nell’omicidio di Raymond, ferma la sua macchina su una strada deserta. Quando interviene un agente della polizia di stato, i due si uccidono a vicenda in una scena di stallo messicano. Un Emmit in lacrime racconta l’intera vicenda a sua moglie. La storia salta a cinque anni nel futuro, dove vediamo la famiglia di Emmit felice e vegeta. Viene colpito in mezzo dal signor Wrench, che esige vendetta per la morte di Nikki.
Varga viene fermato in un aeroporto e intervistato da Gloria, che ora si trova presso il Dipartimento per la Sicurezza Nazionale. I due condividono una conversazione seria e si minacciano a vicenda dei loro piani. Il sorriso di Gloria, insicuro e fiducioso, chiude la stagione. L’episodio finale prometteva molte risposte ma finisce per porre più domande. Non c’è molto da dire sugli scambi tra Gloria e Varga.

Listen on Apple Music
Translate »