IL TRONO DI SPADE (GAME OF THRONES)

      Il Trono di Spade

ALIAS: Game of Thrones – A Guerra dos Tronos – Juego de Tronos

Game of Thrones (2011–2019) on IMDb

IL TRONO DI SPADE

I guai si stanno preparando a Westeros. Per gli abitanti di questo mondo, il controllo del Trono di Spade detiene il richiamo di un grande potere. Ma in una terra dove le stagioni possono durare una vita, l'inverno sta arrivando... e oltre la Grande Muraglia che le protegge, un male dimenticato è tornato. HBO presenta questa serie epica basata sulla serie di libri "A Song of Ice and Fire" di George RR Martin.

CLICCA QUI ! GUARDA LA SERIE SU NOWTV

scheda

STAGIONI 8
STATO Conclusa
PRIMA MESSA IN ONDA 17 aprile 2011
RETE HBO
DURATA MEDIA EPISODI 57 minuti
GENERI Azione Avventura Dramma Fantasia
PAESE D’ORIGINE Stati Uniti d’America
LINGUA ORIGINALE Inglese
CARATTERISTICHE DELLA TRAMA Tradimento Inganno Vendetta
TIPI DI RELAZIONE Fratello/fratello Fratello sorella Famiglia Padre figlia Figlio del padre Amici Marito moglie Madre figlia Madre figlio Fratelli Sorella/sorella Studente/insegnante
COLLOCAMENTO Castello/Palazzo
SOTTOGENERE Campione d’incassi Il raggiungimento della maggiore età
ESSERI SOPRANNATURALI Draghi Mostri Streghe e stregoni Zombie
TIPO O FORMATO TV Dramma basato su una storia

RICONOSCIMENTI

77 Golden Globes Awards (2020) – Movies from 2019
nom.
Best Leading Actor in a TV Series – Drama (Kit Harington)
75 Golden Globes Awards (2018) – Movies from 2017
nom.
Best Television Series – Drama
74 Golden Globes Awards (2017) – Movies from 2016
nom.
Best Television Series – Drama
nom.
Best Supporting Actress in a Supporting Role in a Series, Mini-Series or Motion Picture Made for TV (Lena Headey)
73 Golden Globes Awards (2016) – Movies from 2015
nom.
Best Television Series – Drama
72 Golden Globes Awards (2015) – Movies from 2014
nom.
Best Television Series – Drama
69th Golden Globes Awards (2012) – Movies from 2011
nom.
Best Television Series – Drama
winner
Best Supporting Actor in a Series, Mini-Series or Motion Picture Made for TV (Peter Dinklage)
71 Emmy Awards (Main Categories) Season 2018-2019
winner
Outstanding Drama Series
nom.
Outstanding Lead Actor in a Drama Series (Kit Harington)
nom.
Outstanding Lead Actress in a Drama Series (Emilia Clarke)
nom.
Outstanding Supporting Actor in a Drama Series (Nikolaj Coster-Waldau)
nom.
Outstanding Supporting Actress in a Drama Series (Lena Headey)
nom.
Best Guest Actress Series Drama (Carice van Houten)
nom.
Outstanding Directing for a Drama Series (David Nutter (“The Last Of The Starks”))
nom.
Outstanding Writing for a Drama Series (David Benioff, D.B. Weiss (“The Iron Throne”))
70th Emmy Awards (Main Categories) Season 2017-2018
winner
Outstanding Drama Series
nom.
Outstanding Supporting Actor in a Drama Series (Nikolaj Coster-Waldau)
nom.
Outstanding Supporting Actress in a Drama Series (Lena Headey)
nom.
Best Guest Actress Series Drama (Diana Rigg)
nom.
Outstanding Directing for a Drama Series (Alan Taylor)
nom.
Outstanding Writing for a Drama Series (David Benioff, D.B. Weiss)
68th Emmy Awards (Main Categories) Season 2015-2016
winner
Outstanding Drama Series
nom.
Outstanding Supporting Actor in a Drama Series (Kit Harington)
nom.
Outstanding Supporting Actress in a Drama Series (Maisie Williams)
nom.
Best Guest Actor Series Drama (Max von Sydow)
winner
Outstanding Directing for a Drama Series (“Battle Of The Bastards”)
winner
Outstanding Writing for a Drama Series (“Battle Of The Bastards”)
67th Emmy Awards (Main Categories) Season 2014-2015
winner
Outstanding Drama Series
winner
Outstanding Supporting Actor in a Drama Series (Peter Dinklage)
nom.
Outstanding Supporting Actress in a Drama Series (Lena Headey)
nom.
Best Guest Actress Series Drama (Diana Rigg)
nom.
Outstanding Directing for a Drama Series (Jeremy Podeswa (“Unbowed, Unbent, Unbroken”))
winner
Outstanding Writing for a Drama Series (David Benioff, D.B. Weiss (“Mother’s Mercy”))
66th Emmy Awards (Main Categories) – Year 2014 (Season 2013-2014)
nom.
Outstanding Drama Series
nom.
Outstanding Supporting Actor in a Drama Series (Peter Dinklage)
nom.
Outstanding Supporting Actress in a Drama Series (Lena Headey)
nom.
Best Guest Actress Series Drama (Diana Rigg)
nom.
Outstanding Directing for a Drama Series (Neil Marshall)
nom.
Outstanding Writing for a Drama Series (David Benioff, D.B. Weiss)
65th Emmy Awards (Main Categories) – Year 2013 (Season 2012-2013)
nom.
Outstanding Drama Series
nom.
Outstanding Supporting Actor in a Drama Series (Peter Dinklage)
nom.
Outstanding Supporting Actress in a Drama Series (Emilia Clarke)
nom.
Best Guest Actress Series Drama (Diana Rigg)
nom.
Outstanding Writing for a Drama Series (David Benioff, D.B. Weiss (“The Rains Of Castamere”))
64th Emmy Awards (Main Categories) – Year 2012 (Season 2011-2012)
nom.
Outstanding Drama Series
nom.
Outstanding Supporting Actor in a Drama Series (Peter Dinklage)
63th Emmy Awards (Main Categories) – Year 2011 (Season 2010-2011)
nom.
Outstanding Drama Series
winner
Outstanding Supporting Actor in a Drama Series (Peter Dinklage)
nom.
Outstanding Directing for a Drama Series (Tim Van Patten (“Pilot”))
nom.
Outstanding Writing for a Drama Series (David Benioff, D.B. Weiss (“Baelor”))
BAFTA 2020
nom.
Best TV Costume Design (Michele Clapton)
BAFTA 2018
winner
Best Production Design – TV (Deborah Riley, Rob Cameron)
winner
Best TV Costume Design (Michele Clapton)
BAFTA 2013: British Academy of Film and TV Awards (Movies from 2012)
nom.
Best TV Series – International
Writers Guild Awards (WGA) – Movies from 2017
nom.
Best Dramatic Series (David Benioff, Bryan Cogman, Dave Hill, D.B. Weiss)
Writers Guild Awards (WGA) – Movies from 2016
nom.
Best Dramatic Series (David Benioff, Bryan Cogman, Dave Hill, D.B. Weiss)
nom.
Best Episodic Drama (“The Winds of Winter”)
Writers Guild Awards (WGA) – Movies from 2015
nom.
Best Dramatic Series (David Benioff, Bryan Cogman, Dave Hill, D.B. Weiss; HBO Mad Men, Written by Lisa Albert, Semi Chellas, Jonathan Igla, Janet Leahy, Erin Levy, Tom Smuts, Robert Towne, Matthew Weiner, Carly Wray)
nom.
Best Episodic Drama (David Benioff, D.B. Weiss (5×10 – Mother’s Mercy))
Writers Guild Awards (WGA) – Movies from 2014
nom.
Best Dramatic Series (David Benioff, Bryan Cogman, George R.R. Martin, D.B. Weiss)
nom.
Best Episodic Drama (George R.R. Martin (4×02 – The Lion and the Rose))
Writers Guild Awards (WGA) – Movies from 2012
nom.
Best Dramatic Series (David Benioff, Bryan Cogman, George R.R. Martin, Vanessa Taylor, D.B. Weiss)
Writers Guild Awards (WGA) – Movies from 2011
nom.
Best Dramatic Series (David Benioff, Bryan Cogman, Jane Espenson, George R.R. Martin, D.B. Weiss)
nom.
Best New Series (David Benioff, Bryan Cogman, Jane Espenson, George R.R. Martin, D.B. Weiss)
32 TCA – Television Critics Association Awards 2016
nom.
Program of the Year
nom.
Outstanding Achievement in Drama
24 Satellite Awards (International Press Academy)
nom.
Best Series TV Genre
22 Satellite Awards (International Press Academy)
winner
Best Series TV Genre
21 Satellite Awards (International Press Academy)
nom.
Best Series TV Genre
nom.
Actress in a Supporting Role in a Series, Miniseries or Motion Picture Made for Television (Lena Headey)
20 Satellite Awards (International Press Academy)
nom.
Best Series TV Genre
nom.
Actor in a Supporting Role in a Series, Miniseries or Motion Picture Made for Television (Peter Dinklage)
19 Satellite Awards (International Press Academy)
nom.
Best Series TV Genre
nom.
Actor in a Supporting Role in a Series, Miniseries or Motion Picture Made for Television (Peter Dinklage)
18 Satellite Awards (International Press Academy)
winner
Best Series TV Genre
nom.
Actor in a Supporting Role in a Series, Miniseries or Motion Picture Made for Television (Nikolaj Coster-Waldau)
nom.
Actress in a Supporting Role in a Series, Miniseries or Motion Picture Made for Television (Emilia Clarke)
16th Satellite Awards
winner
Actor in a Supporting Role in a Series, Miniseries or Motion Picture Made for Television (Peter Dinklage)
26 Screen Actors Guild Awards (Movies from 2019)
nom.
Best Performance by an Ensemble in a Drama Series
winner
Best Performance by a Male Actor in a Drama Series (Peter Dinklage)
winner
Best Performance by a Stunt Ensemble in a Television Series
24 Screen Actors Guild Awards (Movies from 2017)
nom.
Best Performance by an Ensemble in a Drama Series
nom.
Best Performance by a Male Actor in a Drama Series (Peter Dinklage)
winner
Best Performance by a Stunt Ensemble in a Television Series
23 Screen Actors Guild Awards (Movies from 2016)
nom.
Best Performance by an Ensemble in a Drama Series
nom.
Best Performance by a Male Actor in a Drama Series (Peter Dinklage)
winner
Best Performance by a Stunt Ensemble in a Television Series
22 Screen Actors Guild Awards (Movies from 2015)
nom.
Best Performance by an Ensemble in a Drama Series
nom.
Best Performance by a Male Actor in a Drama Series (Peter Dinklage)
winner
Best Performance by a Stunt Ensemble in a Television Series
21th Screen Actors Guild Awards (Movies from 2014)
nom.
Best Performance by an Ensemble in a Drama Series
nom.
Best Performance by a Male Actor in a Drama Series (Peter Dinklage)
winner
Best Performance by a Stunt Ensemble in a Television Series
20th Screen Actors Guild Awards (Movies from 2013)
nom.
Best Performance by an Ensemble in a Drama Series
nom.
Best Performance by a Male Actor in a Drama Series (Peter Dinklage)
winner
Best Performance by a Stunt Ensemble in a Television Series
19th Screen Actors Guild Awards (Movies from 2012)
winner
Best Performance by a Stunt Ensemble in a Television Series
18 Screen Actors Guild Awards (Movies from 2011)
nom.
Best Performance by an Ensemble in a Drama Series
winner
Best Performance by a Stunt Ensemble in a Television Series
Producers Guild Awards (PGA) 2020 – Movies from 2019
nom.
Best TV Series, Drama
Producers Guild Awards (PGA) 2018 – Movies from 2017
nom.
Best TV Series, Drama
Producers Guild Awards (PGA) 2017 – Movies from 2016
nom.
Best TV Series, Drama
Producers Guild Awards (PGA) 2016 – Movies from 2015
winner
Best TV Series, Drama
Producers Guild Awards (PGA) 2015 – Movies from 2014
nom.
Best TV Series, Drama
Producers Guild Awards (PGA) 2014 – Movies from 2013
nom.
Best TV Series, Drama
Producers Guild Awards (PGA) 2013 – Movies from 2012
nom.
Best TV Series, Drama
Producers Guild Awards (PGA) 2012 – Movies from 2011
nom.
Best TV Series, Drama
Directors Guild of America (DGA) – 2019 Productions
nom.
Outstanding Directorial Achievement in Dramatic Series (David Nutter (Episode: “The Last of the Starks”))
Directors Guild of America (DGA) – 2017 Productions
nom.
Outstanding Directorial Achievement in Dramatic Series (Jeremy Podeswa (Episode: “The Dragon and the Wolf”))
Directors Guild of America (DGA) – 2016 Productions
winner
Outstanding Directorial Achievement in Dramatic Series (Miguel Sapochnik (Episode: “Battle of the Bastards (#6.9)”))
Directors Guild of America (DGA) – 2015 Productions
winner
Outstanding Directorial Achievement in Dramatic Series (David Nutter (Episode: “Game of Thrones: Mother’s Mercy (#5.10)”))
Directors Guild of America (DGA) – 2014 Productions
nom.
Outstanding Directorial Achievement in Dramatic Series (Alex Graves (Episode: “The Children (#4.10)”))
Directors Guild of America (DGA) – 2013 Productions
nom.
Outstanding Directorial Achievement in Dramatic Series (David Nutter (Episode: “The Rains of Castamere”))
Directors Guild of America (DGA) – 2011 Productions
nom.
Outstanding Directorial Achievement in Dramatic Series (Timothy Van Patten (Episode: “Winter Is Coming (#1.1)”))
25 Critics Choice Awards
nom.
Best Television Series – Drama
nom.
Best Leading Actor in a TV Series – Drama (Kit Harington)
nom.
Best Supporting Actor in a Series – Drama (Peter Dinklage)
nom.
Best Supporting Actress in a Series – Drama (Gwendoline Christie)
23 Critics Choice Awards
nom.
Best Television Series – Drama
nom.
Best Supporting Actor in a Series – Drama (Peter Dinklage)
nom.
Best Supporting Actress in a Series – Drama (Emilia Clarke)
22 Critics Choice Awards
winner
Best Television Series – Drama
nom.
Best Supporting Actor in a Series – Drama (Kit Harington)
nom.
Best Supporting Actress in a Series – Drama (Emilia Clarke)
47th Annie Awards – Films from 2019
nom.
Character Animation in a Live Action Production (Jason Snyman, Sheik Ghafoor, Maia Neubig, Michael Siegel, Cheri Fojtik (“The Long Night”))
45th Annie Awards – Films from 2017
nom.
Character Animation in a Live Action Production (Episode 7×06)
44th Annie Awards – Films from 2016
nom.
Character Animation in a Live Action Production
American Film Institute (AFI) – Top 10 Film & TV (2019)
nom.
Top 10 – TV Programs of the Year (in alphabetical order)
American Film Institute (AFI) – Top 10 Film & TV (2017)
nom.
Top 10 – TV Programs of the Year (in alphabetical order)
American Film Institute (AFI) – Top 10 Film & TV (2016)
nom.
Top 10 – TV Programs of the Year (in alphabetical order)
American Film Institute (AFI) – Top 10 Film & TV (2015)
nom.
Top 10 – TV Programs of the Year (in alphabetical order)
American Film Institute (AFI) – Top 10 Film & TV (2014)
nom.
Top 10 – TV Programs of the Year (in alphabetical order)
American Film Institute (AFI) – Top 10 Film & TV (2013)
nom.
Top 10 – TV Programs of the Year (in alphabetical order)
American Film Institute (AFI) – Top 10 Film & TV (2012)
nom.
Top 10 – TV Programs of the Year (in alphabetical order)
American Film Institute (AFI) – Top 10 Film & TV (2011)
nom.
Top 10 – TV Programs of the Year (in alphabetical order)
7th AACTA Awards (The Australian Academy of Cinema and TV) 2017
winner
Best Visual Effects or Animation (Joe Bauer, Steve Kullback, Glenn Melenhorst, Ineke Majoor, Josh Simmonds (Episode: “The Spoils Of War”))
6th AACTA Awards (The Australian Academy of Cinema and TV) 2016
winner
Best Visual Effects or Animation (Joe Bauer, Steve Kullback, Glenn Melenhorst, Ineke Majoor (Episode 9: ‘Battle of the Bastards’))

Director

David Benioff (Creator), D.B. Weiss (Creator),

Timothy Van Patten, Brian Kirk, Daniel Minahan, Alan Taylor, Neil Marshall, David Benioff, Alex Graves, Michelle MacLaren, David Nutter, Alik Sakharov, Michael Slovis, Mark Mylod, Jeremy Podeswa, Miguel Sapochnik, Jack Bender, Matt Shakman, Daniel Sackheim, David Petrarca, D.B. Weiss

Screenwriter

David Benioff, D.B. Weiss, Bryan Cogman, Jane Espenson, George R.R. Martin, Gursimran Sandhu, Dave Hill, Vanessa Taylor, Ethan J. Antonucci. Novels: George R.R. Martin

Music

Ramin Djawadi

Cinematography

Matthew Jensen, Marco Pontecorvo, Alik Sakharov, Fabian Wagner, Anette Haellmigk, Jonathan Freeman, Robert McLachlan, P.J. Dillon, Gregory Middleton, David Franco, Martin Kenzie, Chris Seager, Kramer Morgenthau, David Katznelson, Sam McCurdy

Producer

Co-production United States-United Kingdom; 

HBO. Producer: George R.R. Martin

Country

CAST E PERSONAGGI PRINCIPALI

Game of Thrones ha un cast corale che è stato stimato essere il più grande in televisione. Nel 2014, i contratti di diversi attori sono stati rinegoziati per includere un’opzione per la settima stagione. Entro l’ultima stagione, cinque dei principali membri del cast hanno guadagnato $ 1 milione per episodio, rendendoli tra gli interpreti televisivi più pagati .

Eddard “Ned” Stark ( Sean Bean ) è il capo della Casa Stark . Lui e sua moglie, Catelyn ( Michelle Fairley ), hanno cinque figli: Robb ( Richard Madden ), Sansa ( Sophie Turner ), Arya ( Maisie Williams ), Bran ( Isaac Hempstead-Wright ) e Rickon ( Art Parkinson ). Ned ha anche un figlio illegittimo , Jon Snow ( Kit Harington ), che, insieme al suo amico accademico, Samwell Tarly (John Bradley ), presta servizio nei Guardiani della Notte sotto il Lord Comandante Jeor Mormont ( James Cosmo ). I Bruti che vivono a nord del Muro includono la giovane Gilly ( Hannah Murray ) e i guerrieri Tormund Giantsbane ( Kristofer Hivju ) e Ygritte ( Rose Leslie ).

Altri associati a House Stark includono il rione di Ned Theon Greyjoy ( Alfie Allen ), il vassallo di Ned Roose Bolton ( Michael McElhatton ) e il figlio illegittimo di Roose, Ramsay ( Iwan Rheon ). Robb accetta l’aiuto della guaritrice Talisa Maegyr ( Oona Chaplin ), mentre altrove Arya fa amicizia con l’apprendista del fabbro Gendry Rivers ( Joe Dempsie ) e l’assassino Jaqen H’ghar ( Tom Wlaschiha ). Nelle Terre della Tempesta, l’alta guerriera Brienne di Tarth ( Gwendoline Christie) fa parte della Guardia Arcobaleno.

In King’s Landing , il vecchio amico di Ned, il re Robert I Baratheon ( Mark Addy ), condivide un matrimonio politico senza amore con Cersei Lannister ( Lena Headey ). Suo fratello gemello minore, Ser Jamie ( Nikolaj Coster-Waldau ), fa parte della Guardia Reale. Il terzo e più giovane fratello Lannister è il nano Tyrion ( Peter Dinklage ), assistito dalla sua amante Shae ( Sibel Kekilli ) e dal mercenario Bronn ( Jerome Flynn ). Il padre di Cersei è Tywin ( Charles Dance), capo della Casa Lannister e uomo più ricco di Westeros . Cersei ha due figli: Joffrey ( Jack Gleeson ) e Tommen ( Dean-Charles Chapman ). Joffrey è sorvegliato dal guerriero dalla faccia sfregiata Sandor “The Hound” Clegane ( Rory McCann ).

Il Piccolo Consiglio dei consiglieri del re comprende, tra gli altri, l’astuto Maestro del Conio, Lord Petyr “Ditocorto” Baelish ( Aidan Gillen ), e l’ eunuco capospia, Lord Varys ( Conleth Hill ). In Dragonstone , il fratello minore di Robert, Stannis ( Stephen Dillane ), è consigliato dalla sacerdotessa straniera Melisandre ( Carice van Houten ) e dall’ex contrabbandiere Ser Davos Seaworth ( Liam Cunningham ). Nel Reach , la famiglia Tyrell , guidata dalla sua matriarca Olenna (Diana Rigg ), è rappresentata a corte da Margaery ( Natalie Dormer ), nipote della matriarca. L’Alto Passero ( Jonathan Pryce ) alla fine riceve il potere come leader religioso. Nel principato meridionale di Dorne , la guerriera Ellaria Sand ( Indira Varma ) cerca vendetta contro i Lannister .

Dall’altra parte del Mare Stretto, a Pentos , i fratelli Viserys Targaryen ( Harry Lloyd ) e Daenerys Targaryen ( Emilia Clarke ) (colloquialmente indicati come “Dany”) sono in esilio, con il primo che complotta per reclamare il trono di suo padre. Daenerys è costretta a sposare Khal Drogo ( Jason Momoa ), un leader dei nomadi Dothraki . Il suo seguito alla fine arriva a includere il cavaliere esiliato Ser Jorah Mormont ( Iain Glen ), il suo aiutante Missandei ( Nathalie Emmanuel ), il mercenario Daario Naharis ( Michiel Huisman) e il soldato d’élite Gray Worm ( Jacob Anderson ).

TRAMA

Game of Thrones è una serie televisiva fantasy americanacreata da David Benioff e DB Weiss per HBO . È un adattamento di A Song of Ice and Fire , una serie di romanzi fantasy di George RR Martin , il primo dei quali è A Game of Thrones . Lo spettacolo è stato girato nel Regno Unito, Canada, Croazia, Islanda, Malta, Marocco e Spagna. È stato presentato in anteprima su HBO negli Stati Uniti il ​​17 aprile 2011 e si è concluso il 19 maggio 2019, con 73 episodi trasmessi in otto stagioni.
Ambientato nei continenti immaginari di Westeros ed Essos , Game of Thrones ha un cast di grandi dimensioni e segue diversi archi narrativi nel corso dello spettacolo. Il primo grande arco riguarda il Trono di Spade dei Sette Regnidi Westeros attraverso una rete di conflitti politici tra le famiglie nobili che gareggiano per rivendicare il trono o lottano per l’indipendenza da chiunque vi sieda. Il secondo si concentra sull’ultimo discendente della dinastia regnante deposta del regno, che è stato esiliato a Essos e sta tramando per tornare e reclamare il trono. Il terzo segue i Guardiani della notte, un ordine militare che difende il regno dalle minacce provenienti da oltre il confine settentrionale di Westeros.
Game of Thrones ha attirato un numero record di spettatori su HBO e ha una base di fan ampia, attiva e internazionale. I critici hanno elogiato la serie per la sua recitazione, i personaggi complessi, la storia, la portata e i valori di produzione, sebbene il suo uso frequente di nudità e violenza (inclusa la violenza sessuale) sia stato oggetto di critiche. L’ ultima stagione ha ricevuto un notevole contraccolpo critico per la sua durata ridotta e le decisioni creative, con molti che la considerano una conclusione deludente. La serie ha ricevuto 59 Primetime Emmy Awards , il massimo da una serie drammatica, tra cui Outstanding Drama Series nel 2015, 2016, 2018 e 2019. Gli altri suoi premi e nomination includono tre Hugo Awards per la migliore presentazione drammatica, un Peabody Award e cinque nomination per il Golden Globe Award per la migliore serie televisiva drammatica .
Una serie prequel, House of the Dragon , è stata presentata per la prima volta su HBO nel 2022.

Game of Thrones è approssimativamente basato sulle trame della serie di libri A Song of Ice and Fire di George RR Martin , ambientata nell’immaginario Seven Kingdoms of Westeros e nel continente di Essos . La serie segue diverse trame simultanee. Il primo arco narrativo segue una guerra di successione tra pretendenti in competizione per il controllo del Trono di Spade dei Sette Regni, con altre famiglie nobili che lottano per l’indipendenza dal trono. La seconda riguarda il rampollo esiliatole azioni di reclamare il trono; il terzo racconta la minaccia dell’inverno imminente, così come le creature leggendarie e i feroci popoli del Nord.

IL TRONO DI SPADE - EPISODI - STAGIONI

"[8th Season Review]: [Sta] facendo un lavoro assolutamente stellare entro i limiti stabiliti intorno alla sua era attuale: intrattenimento altamente brunito che indugia su nessun punto della storia un ritmo più di quanto strettamente necessario per comunicare l'idea."

"[Recensione dell'8a stagione]: Mi dai più di 50 minuti in cui Arya reagisce alle cose e sono ragionevolmente soddisfatto. Ecco come descriverei la mia risposta alla premiere di domenica: Ragionevolmente soddisfatto."

IL TRONO DI SPADE

Peter Dinklage (Tyrion Lannister) è stato nominato otto volte consecutive (una per ogni stagione) come miglior attore non protagonista in una serie drammatica agli Emmy. Ha vinto per la prima, la quinta, la settima e l'ottava stagione, stabilendo un nuovo record per la maggior parte delle vittorie nella categoria Miglior attore non protagonista per lo stesso ruolo.

Introduzione alla mappa: i continenti
George RR Martin ha trascorso una considerevole e ammirevole quantità di tempo nell’allestire le regioni e le storie fittizie di ciascuna di esse nel suo racconto di fantasia. A quanto pare, quando dai un’occhiata alla mappa del mondo di “A Song of Ice and Fire” di Martin, vedrai che Westeros (dove la maggior parte di GoTè impostato) occupa meno di un quarto della superficie totale della massa continentale. Il continente più grande di questo mondo sarebbe Essos, separato da Westeros dal Mare Stretto, con l’est oltre le Montagne Ossa e i continenti meridionali lasciati particolarmente inesplorati, anche nei libri di GRRM. Apparentemente questo è stato fatto per riflettere ulteriormente quanto poco il popolo di Westeros sapesse o pensasse del mondo al di fuori dei Sette Regni. Poiché abbiamo le nostre quattro principali distinzioni regionali, abbiamo una direzione in cui procedere per espandere i posti che occupano sulla mappa.

Essos
Il più grande continente sulla mappa di “The Known World”, il cugino più prossimo di Essos nel mondo reale è l’Eurasia. Situata a est di Westeros e separata dal Mare Stretto, la costa occidentale della grande massa continentale è punteggiata dalle nove città libere, città mercantili navali note come tali. Le geografie di queste regioni variano dalle città costiere agli stati insulari fino all’entroterra, fiancheggiate da foreste e regioni collinari. Le due città stato storicamente più significative di Essos che hanno svolto un ruolo importante nella formazione del mondo conosciuto sarebbero l’antica Andalos ritenuta la casa degli Andali, situata vicino a queste città e la rovina Valyria, situata a sud della massa continentale in un gruppo isolato di isole.
Verso la metà del continente c’è una vasta prateria pianeggiante conosciuta come il Mare Dothraki, scarsamente abitata dai tribali Dothraki con la loro roccaforte a Vaes Dothrak. Più a est si trova l’arida terra desolata conosciuta come The Red Waste, fiancheggiata un po’ a nord-est dalla più grande catena montuosa del mondo conosciuto, chiamata Bone Mountains. Questa catena montuosa è ciò che separa la regione occidentale relativamente ben nota e documentata di Essos dalla regione mistica quasi completamente sconosciuta dell’est. Ora iniziamo ad espandere su quale di questi luoghi ha avuto un ruolo da svolgere nello spettacolo stesso.

Le città libere
Osservando le vicinanze navali della maggior parte delle nove città libere di Essos, vale a dire Lorath, Braavos, Pentos, Myr, Tyrosh, Lys, Volantis, Norvos e Qohor, è facile capire che sono tutte città portuali attive con numerosi commerci intersecanti rotte e luoghi di cultura con influenze mercantili, ad eccezione di Qohor che è per lo più ricoperta da foreste e Norvos, che si trova nell’entroterra. Non si sa molto di queste due città dallo spettacolo, tranne la loro storia condivisa con il resto delle città libere che hanno proclamato la loro indipendenza da ogni tipo di dominio dopo il Disastro di Valyria. A parte alcuni dei personaggi secondari dello spettacolo menzionati come provenienti da una delle città libere, lo spettacolo ha concentrato la maggior parte della sua attenzione su Braavos a nord, Pentos al centro e Volantis a sud, tutti costieri città.
La città fu fondata come proprietà di rifugiati contro il dominio di Valyria e si sviluppò rapidamente fino a diventare il centro commerciale più ricco di tutto il mondo conosciuto dopo il suo destino. È notoriamente noto come il luogo in cui Arya si allena per la maggior parte per diversi mesi in The House of Black and White nella stagione 5. Un’altra menzione degna di nota della città sarebbe la Iron Bank of Braavos, famosa per prestare denaro a vari imperi di Westeros e per aver fornito a Cersei il prestito per assumere la Golden Company, un gruppo di mercenari mercenari, portati a Westeros sulle navi di Euron Greyjoy, meno gli elefanti, ovviamente.
Venendo agli altri due, Pentos è dove inizia il viaggio di Daenerys, quando si sposa con Khal Drogo vicino alla villa di Illyrio Mopatis, non lontano dalla città principale di Pentos. È anche il luogo in cui Tyrion atterra dopo essere fuggito in un barile, cercando rifugio dopo aver ucciso suo padre, accompagnato da Varys, dove i due si dirigono a Meereen per incontrare Daenerys per sostenere la sua causa. Volantis, più a sud, è la città in cui Varys e Tyrion si fermano mentre si recano a Meereen, e dove Tyrion viene rapito dall’esiliato ser Jorah per essere presentato a Daenerys.

Valyria
L’acciaio valyriano e il suo linguaggio sono stati elementi di spicco nello spettacolo, specialmente nelle stagioni successive in cui i pugnali, le spade e il vetro di drago in acciaio valyriano sono strumenti definiti in grado di uccidere gli Estranei e gli Spettri. La nazione insulare è stata la patria della dinastia Targaryen che qui ha trovato le sue radici prima di trasferirsi a Westeros dopo la conquista di Aegon, stabilendo il suo dominio sui sette regni di Westeros.
La regione era caratterizzata dall’essere disseminata di diversi vulcani dove alcune uova di drago furono scoperte da un gruppo di agricoltori di sussistenza, che presto crebbero fino a diventare gli uomini più potenti di tutto il mondo conosciuto dopo aver imparato a domare i draghi e ad usare loro in guerra, espandendo rapidamente il loro dominio e la loro conquista nell’estremo nord di Essos, prima che un evento noto come il destino di Valyria lo rendesse un oblio; quando i vulcani attivi dell’isola sono esplosi, uccidendo la sua popolazione ei draghi.

Andalos
La storia di Andalos è ancora più significativa quando si tratta di creare il futuro condiviso di Westeros, sebbene sia appena menzionata nello spettacolo. È qui che hanno avuto origine gli Andali, insieme alla fede dei Sette: il Padre, la Madre, la Fanciulla, la Vecchia, il Guerriero, il Fabbro e lo Straniero. Da qui, gli Andali si trasferirono per conquistare la maggior parte dei regni dei Primi Uomini a Westeros e diffondere la loro fede. La regione è caratterizzata geograficamente da colline e pianure, che separano la regione costiera e le città libere di Essos dal Mare Dothraki e dalle lussureggianti foreste di Qohor.

Baia degli Schiavisti
Tra le meno illuminate delle città di Essos, abbiamo la regione famigerata come la Baia degli Schiavisti situata a sud di Essos e fiancheggiata a nord dal mare Dothraki, e come suggerisce il nome, è considerata il fulcro degli scambi internazionali Tratta degli schiavi. Geograficamente, la baia è formata dal Golfo del Dolore che si restringe dal Mare dell’Estate a sud.
Le città principali nella baia includono Astapor, Yunkai e Meereen, tutte tappe importanti nel viaggio di Daenerys mentre si muove per abolire la schiavitù nella baia e liberare la regione prima di stabilire una roccaforte a Meereen e ribattezzarla come Baia dei Draghi, ma solo nello spettacolo. Questo è anche il luogo in cui parte dalla flotta dei Greyjoy per Westeros alla fine della sesta stagione.

Qart
Qarth è una città nel sud di Essos che fa la sua apparizione nella seconda stagione di “Game of Thrones”, dichiarata essere la più grande città che sia mai esistita o che sarà, da uno dei suoi tredici stregoni al governo. Geograficamente, la città è murata e protetta su tre lati dove è circondata da un deserto infinito, e il quarto lato è aperto al mare per il commercio, rendendola una delle città più prospere di Essos.
Daenerys si reca a Qarth quando lei e i Dothraki che la seguono sono affamati e assetati per i giorni di viaggio attraverso la desolazione rossa. Inizialmente gli viene negato l’ingresso dagli stregoni, ma alla fine gli viene permesso da Xaro Xhoan Daxos, che ha pianificato di uccidere gli altri stregoni dopo aver cospirato con un altro, Pyat Pree, e sequestrare i draghi di Dany per se stessi, e sappiamo tutti come è andata a finire.

Vaes Dothrak
Vaes Dothrak è la capitale non ufficiale dei Dothraki, che vivono principalmente in tribù e insediamenti nomadi attraverso il Mare Dothraki. Dimora di Khal Drogo e del Dosh Khaleen, il corpo delle donne sante e delle vedove di Khals, Vaes Dothrak si trova nel mezzo della vasta prateria che è il Mare Dothraki, e il suo ingresso è segnato da due grandi stalloni.
È un importante centro commerciale con un proprio mercato, dove i Khal di altre tribù si incontrano spesso per risolvere le controversie. All’interno di Vaes Dothrak è vietato puntare armi su un compagno Dothraki.

Westeros
Westeros è il luogo in cui si svolge la maggior parte dell’azione della serie e dei libri. I primi abitanti qui erano in gran parte considerati i Figli della Foresta, le cui origini sono brevemente accennate nella serie. Erano quelli che scolpivano i volti degli antichi dei negli alberi diga, come quello di Winterfell, noto come gli antichi dei. Più tardi arrivarono i Primi Uomini, inizialmente in guerra ma poi stabilendo la pace in tutto il continente attraverso un patto, che fu rafforzato quando i due combatterono contro “gli Altri” (noti come gli Estranei e gli Spettri nell’attuale sequenza di eventi) durante l’allora ‘ Lunga notte’, in seguito al quale fu costruito il muro, fiancheggiando il nord e separandolo dall’area in gran parte inesplorata e non mappata oltre il muro, dimora del popolo libero/bruti. Westeros fu quindi invaso dagli Andali di Andalos, che fondarono la Nuova Fede mentre i Figli della Foresta fuggirono e cercarono rifugio.
Alla fine, la regione vide lo sviluppo dei sette regni, sempre in guerra l’uno contro l’altro, fino a quando la conquista di Aegon con i draghi di Valyria li unì tutti sotto il suo regno, tranne Dorne, che in seguito giurò fedeltà anche lei, stabilendo Approdo del Re come capitale. Secondo la leggenda dello spettacolo e dei libri, il Trono di Spade è stato forgiato dal fuoco del drago sulle spade dei re caduti durante la conquista di Aegon. La sequenza di eventi rappresentati nello spettacolo e nei libri è entrata in azione molto dopo che Robert Baratheon ha guidato una ribellione contro il “Re Matto”, Aerys Targaryen e Jaime Lannister si è guadagnato il titolo di Kingslayer. Passiamo ora alla descrizione dei Sette Regni.

 

Il Nord
Il Nord è la regione/regno più grande di Westeros ed è governato dagli Stark che sono Custodi del Nord, con la loro roccaforte nel castello di Grande Inverno. La regione è caratterizzata da un clima estremamente freddo durante tutto l’anno, anche a causa della sua vicinanza al muro e all’estremo nord inesplorato, una condizione che di solito si addolcisce una volta che si inizia a spostarsi verso sud. Il Nord è separato dal resto dei Regni da una caratteristica in gran parte geografica chiamata “The Neck”, costituita da una palude paludosa governata da The Reeds, un’importante casata del Nord e alfieri degli Stark, sebbene solo intravista nella serie, e una roccaforte abbandonata che appare più volte nella serie, chiamata Moat Cailin. White Harbour è una delle principali città portuali del nord situata verso sud-ovest,
Oltre agli Stark e ai Reed (un po’ più a sud), le altre principali casate del Nord, tutti alfieri degli Stark prima della rivolta di Casa Bolton, includono ovviamente i Bolton, gli Umber e i Karstark, con il loro destino accertato dopo la Battaglia dei Bastardi. Più a nord, l’intera regione è fiancheggiata da un grande muro di ghiaccio e magia, chiamato semplicemente il muro, e presidiato dai Guardiani della notte, che proteggono i regni degli uomini dalle minacce che possono sorgere da oltre il muro.
Castle Black e Eastwatch by the Sea sono due roccaforti della Guardia costruite lungo il muro che sono ritratte nello spettacolo, sebbene anche Shadow Tower sia tra le ultime con equipaggio. Oltre il muro è caratterizzato da condizioni invernali più rigide rispetto alla regione “settentrionale” situata a sud. Sebbene la sua estensione non sia mappata e sconosciuta, è scarsamente popolata dal Popolo Libero, o come li chiamano i Westerosi, Wildlings, che rinunciano al dominio di qualsiasi re. Il popolare Hardhome della famosa battaglia è uno degli insediamenti dei Wildling mostrati nella serie. Un importante punto della trama della serie è difendere il mondo degli uomini contro l’esercito dei morti guidato dal Re della Notte da ancora più a nord, che ha intenzione di immergere il mondo in un inverno senza fine, che ha anche portato la regione oltre il muro ad essere chiamata “la terra di sempre inverno”.

Le Isole di Ferro
Probabilmente la regione più occidentale quasi alla fine del mondo conosciuto, le Isole di Ferro sono un gruppo di isole che ospitano i Nati di Ferro che adorano il dio annegato. La location è governata da House Greyjoy con la loro sede a Pyke, l’unica location mostrata per Iron Born nello show, e membri significativi della casa includerebbero Balon, Theon, Yara ed Euron Greyjoy.
I Greyjoys e gli Ironborn sono noti per la loro superiorità navale rispetto alle altre casate, data la loro vicinanza ai mari. La serie significherebbe gli Iron Islanders tra le persone meno fedeli nei sette regni, data la loro storia di conquiste pirata, qualcosa che è stato probabilmente riscattato dal sacrificio di Theon nell’ultimo episodio , anche se a differenza dei libri.

Le Terre dei Fiumi
Strategicamente parlando, le Terre dei Fiumi sono considerate le più svantaggiate tra i sette regni, a causa della sua posizione piuttosto centrale con la mancanza di importanti elementi di difesa geografica come i mari o le montagne, essendo invece popolate da tre fiumi che attraversano la regione, anche rendendolo tra i più pittoreschi.
Le principali località all’interno delle Terre dei Fiumi includono Harrenhal, tra i più grandi castelli di Westeros, spesso disabitato a causa della storia che lo raccontava essere maledetto o infestato (il fantasma di Harrenhal), Delta delle Acque, dimora ancestrale della Casa Tully e il sito in cui Catelyn Stark e Lysa Arryn crebbe, e infine i Gemelli, la sede dell’altra grande casata di Delta delle Acque, i Frey, anche il luogo delle famigerate Nozze Rosse.

La Valle
Il Nido dell’Aquila è la sede della Casata Arryn, l’unica grande casata della Valle situata ad est delle Terre dei Fiumi, che sarebbe anche strategicamente il più avvantaggiato dei sette regni, essendo completamente circondato da montagne su tutti i lati tranne uno, dove è fiancheggiata dal mare. È un’interessante formazione geografica, con la difesa del castello ulteriormente rafforzata dall’unica via per il Nido dell’Aquila che è una dura e stretta salita attraverso le montagne, che conduce a un singolare cancello, l’unico modo presumibilmente per entrare o uscire.
La serie inizia con gli eventi che si svolgono sulla scia della morte di Jon Arryn, leader della Casata Arryn e Primo Cavaliere del Re Robert Baratheon. È anche la più mitica delle regioni in virtù dei suoi sotterranei unici chiamati celle del cielo, inclinati da un lato verso il cielo, e del suo metodo di esecuzione ancora più unico che spinge le persone attraverso la Porta della Luna a cadere verso la morte centinaia di piedi sotto. Il castello e la Valle erano governati dal malaticcio Robin Arryn insieme a sua madre Lysa Arryn, prima che venisse uccisa da Petyr Baelish spingendola attraverso la porta lunare.

Le Terre dell’Ovest
Principalmente governate dai Lannister, le Terre dell’Ovest sono conosciute tra i sette regni per la loro immensa ricchezza mineraria di metalli, in particolare l’oro, da cui i Lannister ottengono la maggior parte della loro ricchezza. La regione si trova all’estremità occidentale di Westeros lungo il mare, a sud delle Terre dei Fiumi, a nord dell’Altopiano e ad ovest delle Terre della Corona.
Le terre ospitano tre luoghi importanti immensamente importanti per la narrazione dei Lannister: Lannisport, una fiorente città portuale costiera che vede molti commerci mercantili che si aggiungono al famoso oro dei Lannister, Casterly Rock, l’ancora inflessibile Roccaforte dei Lannister, protagonista della serie, e Castamere, il castello che era la roccaforte della casa Reyne che si ribellò contro i Lannister, solo per essere schiacciato da Tywin Lannister, che è la base della popolare melodia GoT, “The Rains of Castamere”.

La portata
L’Altopiano è la regione situata più a sud delle Terre dell’Ovest, che condivide i confini con Dorne che forma la penisola meridionale di Westeros. La regione è caratterizzata da vaste e lussureggianti terre verdi e, se posso aggiungere, è la personificazione stessa della stagione primaverile. Case importanti nella regione includono i Tyrell, una delle casate più prospere di Westeros, senza sopravvissuti a partire dalla stagione 7, che escludono la loro roccaforte ad Alto Giardino, e i Tarly, con Samwell che è l’erede dopo che Dickon e Randyll Tarly furono giustiziati. da Daenerys, insieme alla loro casa ancestrale a Horn Hill.
Un altro luogo di spicco nella regione è Oldtown, tra le città più grandi e antiche di Westeros, famosa anche per ospitare la Cittadella, il centro dell’Ordine dei Maestri per tutto il Continente Occidentale, dove Samwell va ad allenarsi per diventarlo.

Dorne
Sembrerebbe la regione culturalmente più esotica e più accettante di tutto il Continente Occidentale, Dorne è il regno più meridionale di Westeros, governato dai Martell prima degli eventi della settima stagione della serie. L’unico regno a resistere alla conquista di Aegon, Dorne è circondato da grandi mari su due lati e il Reach a nord.
Anche culturalmente, i dorniani sono distinti da Westeros in virtù dell’accettazione aperta della sessualità, dei figli illegittimi e di un certo tipo di liberalismo raro a Westeros. Il dorniano singolarmente più interessante ad abbellire i nostri schermi è stato Oberyn Martell, e in tal caso sarebbe stato la rappresentazione perfetta della sua casa e di tutta Dorne. Ovviamente sappiamo tutti come è andata a finire.

Le Terre della Tempesta
Le Terre della Tempesta sono tipicamente caratterizzate dalla loro vicinanza al mare e alle violente sferzate delle onde, con la roccaforte della regione, il castello di Capo Tempesta, che è stata la casa dei Baratheon e un punto dominante per Renly Baratheon fino a quando non è stato ucciso dall’ombra. con il volto di Stannis Baratheon.
Si trova lungo la costa occidentale di Westeros a sud di Approdo del Re, ed è navale in prossimità di due grandi corpi idrici, il Mare di Dorne a sud e il Mare Stretto proprio accanto ad esso a est, con la fine della tempesta castello in costruzione con mura di quasi 100 piedi costruite per resistere alle tempeste in arrivo (e alle incursioni) dal mare. Un altro personaggio significativo proveniente dalla regione è Brienne di Tarth, la cui città natale, l’isola di Tarth, si trova più a est nel mare delle Terre della Tempesta.

Le Terre della Corona
Le Crownlands sono costituite da due regioni principali a Westeros, Dragonstone e King’s Landing. Geograficamente parlando, l’intera regione può essere considerata inserita lungo la costa occidentale di Westeros, delineando in particolare la Baia delle Acque Nere, tra le Terre della Tempesta a sud e le Terre dei Fiumi scarsamente popolate e la Valle a nord. Mentre tutti sappiamo che King’s Landing è l’attuale sede della casa regnante di Westeros, e anche la capitale di Westeros, Dragonstone è dove Aegon si stabilì con la sua famiglia prima di iniziare la sua conquista, trasformandola in una roccaforte quasi inespugnabile dopo essere fuggito da Valyria. . Dopo il destino di Valyria, insieme agli unici draghi sopravvissuti, iniziò la sua conquista per conquistare i sette regni spostandosi nella regione vicino ad Approdo del Re, chiamandola in seguito come tale.
Negli avvenimenti dello spettacolo, in seguito alla schiacciante sconfitta di Stannis nella battaglia di Blackwater, si ritira a Dragonstone da cui elabora ulteriori strategie prima di spostarsi a nord. Viene anche mostrato più avanti nella serie nella settima stagione quando Daenerys mette piede a Westeros a Dragonstone, che dovrebbe essere la sua casa ancestrale qui.
D’altra parte, mentre Approdo del Re è per lo più considerata una città prospera con la sede del sovrano e un porto di cui vantarsi, data la sua vicinanza al mare, è anche spesso caratterizzata dalla sua disparità con i bassifondi della città, Flea Bottom e i suoi rifiuti emanano un fetore che va ben oltre il suo territorio. Strutture significative nella regione includono la Fortezza Rossa, il luogo di residenza della famiglia regnante e del Trono di Spade, e l’ormai distrutto Tempio di Baelor.

Estremo Oriente e Sud
Al di là della Bone Mountain a Essos ea sud di Valyria ci sono regioni che non hanno ricevuto molta espansione narrativa nemmeno nei libri , a parte lo spettacolo. Le principali città nell’est del mondo conosciuto includono Asshai, dimora della Donna Rossa Mellisandre, il che è anche appropriato poiché Asshai è principalmente conosciuta come un luogo di magia oscura e cieli oscuri e inflessibili, a malapena popolati. Altre città orientali includono Ibben e Yiti che il GRRM ha indicato essere di una natura oscuramente mistica simile ad Asshai, menzionando anche che i Basilischi risiedono in quest’ultima. Il sud del mondo conosciuto è ancora per lo più inesplorato, a malapena contrassegnato nel testo come Sothoryos e Ulthos, ed è stato dichiarato da GRRM come Terra Incognita. (Tutte le immagini per gentile concessione: HBO )

Get it on Apple Books

IL TRONO DI SPADE

In una terra fuori dal mondo, dove le estati e gli inverni possono durare intere generazioni, sta per esplodere un immane conflitto. Sul Trono di Spade, nel Sud caldo e opulento, siede Robert Baratheon. L'ha conquistato dopo una guerra sanguinosa, togliendolo all'ultimo, folle re della dinastia Targaryen, i signori dei draghi. Ma il suo potere è ora minacciato: all'estremo Nord, la Barriera - una muraglia eretta per difendere il regno da animali primordiali e, soprattutto, dagli Estranei - sembra vacillare. Si dice che gli Estranei siano scomparsi da secoli. Ma se è vero, chi sono allora quegli esseri con gli occhi così innaturalmente azzurri e gelidi, nascosti tra le ombre delle foreste, che rubano la vita, o il senno, a chi ha la mala sorte di incontrarli? La fine della lunga estate è vicina, l'inverno sta arrivando e non durerà poco: solo un nuovo prodigio potrà squarciare le tenebre. Intrighi e rivalità, guerre e omicidi, amori e tradimenti, presagi e magie si intrecciano nel primo volume della saga de "Le Cronache del Ghiaccio e del Fuoco", definita da Marion Zimmer Bradley "la più bella epopea che io abbia mai letto".

Listen on Apple Music

16 SERIE TV COME "IL TRONO DI SPADE" CHE DEVI VEDERE

Translate »