MASTER OF NONE

Master of None (2015– ) on IMDb

La vita personale e professionale di Dev, un attore di 30 anni a New York.

MASTER OF NONE – Cast Principale

Altri attori

Lena Waithe: Denise
Kelvin Yu: Brian Cheng
Alessandra Mastronardi: Francesca

SERIE TV ITALIA

MASTER OF NONE – Trama

Master of None è una serie televisiva drammatica americana, che è stata rilasciata per lo streaming il 6 novembre 2015 su Netflix.
La serie è stata creata da Aziz Ansari e Alan Yang e vede Ansari nel ruolo principale di Dev Shah, un attore di 30 anni, principalmente seguendo le sue esperienze romantiche, professionali e personali. La prima stagione era ambientata a New York City e consisteva in dieci episodi.
La seconda stagione, che si svolge in Italia e New York, è composta da dieci episodi ed è uscita il 12 maggio 2017.
Una terza stagione dovrebbe essere presentata in anteprima su Netflix il 23 maggio 2021.
Master of None ha vinto tre Emmy Awards e un Golden Globe. La serie ha ricevuto il plauso della critica, è apparsa in più top ten di fine anno e ha ricevuto numerosi premi e nomination.
Il titolo dello spettacolo allude alla frase “Jack of all trades, master of none” ed è stato originariamente suggerito da Ansari. La serie in seguito incorporò una canzone con lo stesso nome di Beach House. Ansari ha detto che ci sono voluti mesi per trovare il titolo dello spettacolo e lui e Yang alla fine non sono stati d’accordo su questo fino a quando tutti gli episodi non sono stati completati.
Per quanto riguarda le stagioni future, Ansari ha detto a Vulture nell’aprile 2017: “Non so se faremo una terza stagione. Non sarei sorpreso se avessi bisogno di una pausa prima di poter tornare indietro. […] Devo diventare un ragazzo diverso prima di scrivere una terza stagione, è il mio pensiero personale, devo sposarmi o avere un figlio o qualcosa del genere. Non ho nient’altro da dire su essere un ragazzo giovane e single a New York mangiando cibo in giro per la città tutto il tempo. ” Nel luglio 2018, la responsabile dei contenuti originali di Netflix Cindy Holland ha espresso interesse nel creare una terza stagione” quando Aziz sarà pronto “. Il lavoro di produzione è iniziato per una terza stagione all’inizio del 2020 a Londra, ma è stato sospeso a causa della pandemia COVID-19. Entro gennaio 2021, la produzione si stava preparando a riprendere, con Naomi Ackie che si univa al cast. La stagione di cinque episodi, intitolata Master of None Present: Moments in Love, uscirà in anteprima il 23 maggio 2021. La stagione si concentra sul personaggio di Lena Waithe Denise, con tutti gli episodi diretti da Ansari e scritti da Ansari e Waithe.
Nella seconda stagione di Master of None i critici hanno notato alcune influenze distinte sullo show. Nell’apertura dell’episodio “The Thief“, si può vedere una pila di DVD dalla Criterion Collection sul letto di Dev (Aziz Ansari): La Dolce Vita di Federico Fellini (1960), (1963) e Amarcord (1973) Ladri di biciclette di Vittorio De Sica (1948) L’Avventura (1960) e La Notte (1961) di Michelangelo Antonioni In Vulture, si nota che Master of None fa riferimento a film italiani classici e film della New Wave francese per tutta la seconda stagione. Hanno anche citato i film di Woody Allen come una forte influenza. Hanno notato: “È quasi impossibile per qualsiasi regista raccontare una storia ambientata a New York su romanticismo, carriera e cultura senza scimmiottare Woody Allen“. In particolare descrivono il “walk and talk romance” di Dev e Francesca, e “i viaggi nei musei come richiamo a Isaac di Allen e Mary in Manhattan (1979) di Diane Keaton”. Confrontano anche il tentativo di Dev di connettersi nella scena degli appuntamenti come reminiscenza dei tentativi falliti di Alvy Singer di sostituire la sua ex ragazza ad Annie Hall (1977). Hanno anche citato il semplice casting di Alessandra Mastronardi che interpreta Francesca ma che era anche nel film di Allen del 2012 To Rome with Love.
Slate ha anche notato altri riferimenti nello show, dove la trama e le scelte di regia dell’episodio “The Thief”, in particolare, sembrano essere fortemente influenzate da Bicycle Thieves. Altri riferimenti citati includevano quelli dell’episodio “Amarsi Un Po” che includono la scena danzante tra Dev e Francesca è un riferimento alla scena danzante in 8½. Il bacio attraverso il vetro in “Buona Notte” è un riferimento diretto a una scena de L’Eclisse. Dev e Francesca guardano specificamente L’Avventura nel suo appartamento. I critici hanno anche notato l’influenza di Spike Lee nello show, specialmente nell’episodio “Ringraziamento”. Il film di Wong Kar-wai del 2000 In the Mood for Love è stato selezionato dalla critica come uno maturo per il confronto con Master of None. In particolare l’episodio “Buona Notte” “dove gli aspiranti innamorati esprimono i loro sentimenti l’uno per l’altro attraverso gesti e tocchi furtivi invece del contatto fisico totale”.

Riconoscimenti

2017: Emmy: Best Screenplay in Comedy Series. 4 Nominations
2016: Emmy: Best Screenplay in Comedy Series. 4 nominations
2017: Golden Globes: Best Actor in a Comedy (Aziz Anshari)
2015: Golden Globes: Nominated for Best Actor in Comedy (Aziz Anshari)
2017: American Film Institute (AFI): Top 10 – TV Programs of the Year
2015: American Film Institute (AFI): Top 10 – TV Programs of the Year
2017: Satellite Awards: Nominated for Best Actor in a Comedy Series (Aziz Ansari)
2017: Critics Choice Awards: Nom- for Best Actor (Ansari) & Supp. Actress (Mastronardi)
2015: Critics Choice Awards: Best Comedy Series
2016: Gotham Awards: Nominated for Breakthrough Series – Long Form
2017: Producers Guild Awards (PGA): Nominated for Best TV Series – Comedy
2017: Directors Guild of America (DGA): 2 Nominations for Best Director in Comedy Series
2017: Writers Guild of America (WGA): Nominated for Best Screenplay Comedy Series
2017: Screen Actors Guild (SAG): Nominated for Best Actor in a Comedy (Ansari)
2017: TCA Awards (Television Critics Association): 2 Nom., incl. Outstanding Comedy

RECENSIONI

MASTER OF NONE

‘Master of None’ si pone obiettivi eccezionalmente ambiziosi e, per la maggior parte, li inchioda”.
Maureen Ryan
Variety

“Diverse puntate incarnano la cura con cui Ansari e Yang hanno creato personaggi e situazioni multidimensionali”.
David Wiegand
SFGATE

” Master of None “non è qui per diffondere miti. Sta cercando di trovare la verità. E ciò che viene scoperto nella seconda stagione è molto simile alla vita che Ansari e Yang ricreano sapientemente: sorprendente, arricchente e oh così divino. “
Ben Travers
IndieWire

Una delle poche serie televisive presentate nel formato “CinemaScope” 2.35: 1. Aziz Ansari ha affermato che durante lo sviluppo della serie sono state testate diverse proporzioni e ha trovato che le proporzioni widescreen sono le più dinamiche.

Delle prime cinque parole della serie, quattro sono “fuck!”.

Translate »