THE BELIEVERS – STAGIONE 1 – FINALE SPIEGATO -CHI HA UCCISO TANG? –

Win, Game e Dear sono amici dai tempi del liceo e rimangono amici intimi dopo la laurea quando decidono di avviare un’attività insieme. Pertanto, il trio ha lanciato un’azienda e ha creato il proprio gioco NFT, “Pirate’s Hell”, riuscendo a farlo crescere fino a raggiungere livelli inimmaginabili. Tuttavia, proprio quando il gioco inizia a diventare un successo mainstream, promettendo miliardi nel futuro del trio, qualcuno si intromette nel loro sistema. Di conseguenza, l’azienda perde tutto il suo valore da un giorno all’altro, facendo precipitare Win e i suoi amici in un debito lordo.
Peggio ancora, Win si rende conto che lo strozzino che ha prestato loro il capitale iniziale ha collaborato con uno dei loro dipendenti per rovinare la loro attività e raccogliere gli interessi sul loro prestito. Tuttavia, visti i modi pericolosi in cui opera lo strozzino, Yossaphat, il trio non ha altra scelta che saldare il proprio debito. Nella sua triste situazione, Win fugge nella casa della sua infanzia per stare con sua madre. Sorprendentemente, l’uomo scopre un’idea mentre visita un tempio buddista locale con sua madre.
Dopo aver notato che il tempio guadagnava milioni di dollari in donazioni ogni ora, Win decide di gestire un tempio tutto suo per guadagnare i soldi di cui lui e i suoi amici hanno bisogno per ripagare lo strozzino. Sebbene Dear e Game siano inizialmente stanchi della sua idea, accettano l’idea, rendendosi conto che è la loro soluzione migliore. Dopo molte ricerche, Win si rende conto che le finanze dei templi vengono raramente ispezionate, lasciandoli vulnerabili. Inoltre, offrendo i loro servizi come un modo per vendere i templi al gruppo demografico più giovane, Win e i suoi amici non infrangeranno nemmeno alcuna legge scritta.
Inizia così la ricerca del trio per un tempio adatto. Dopo un po’ di esplorazione, Win e gli altri si imbattono nel Tempio Phummaram, un luogo quasi abbandonato e fatiscente con un solo losco custode e un anziano abate a capo. Il custode, Tang, spende tutto il denaro guadagnato dal tempio in donazioni per le visite ai bar e agli strip club. In quanto tale, accetta prontamente la proposta del trio e li aiuta a ottenere il permesso di Abbot per rinnovare e commercializzare il posto.
Di conseguenza, Win e i suoi amici partecipano al piano, investendo nella ristrutturazione del tempio. Tuttavia, presto si rendono conto di aver bisogno di un monaco influente che attiri le persone al loro tempio offrendo loro un luogo praticabile in cui praticare la loro fede. Sebbene Win cerchi di assicurarsi il monaco Dong-won, un famoso monaco coreano-thailandese, per il loro tempio, trova una soluzione migliore nel giovane monaco Dol, i cui sermoni catturano l’attenzione del pubblico. Dopo un po’ di convincimento, coinvolgendo le tattiche di manipolazione di Win per promuovere un interesse condiviso nei padiglioni del ritiro del Dharma, il monaco della foresta accetta di rimanere nel tempio della loro città.
Inaspettatamente, dopo il suo arrivo a Phummaram, il monaco Dol si ritrova a godere della compagnia di Dear, che ha più cose in comune con l’uomo religioso di quanto pensassero. Più o meno nello stesso periodo, uno stretto conoscente dell’abate, il monaco Ekachai, ritorna da Bangkok, preoccupato per il peggioramento della salute del padre. In quanto tale, Win vede le sue operazioni sotto un occhio attento e inaspettato. Nel frattempo, Tang crea problemi offrendo ai suoi amici bevitori problemi come monaci del tempio per guadagnare denaro dai servizi privati.
Lo stesso si traduce in alcune complicazioni, incluso un inaspettato giro di droga sotterraneo nel tempio sotto la supervisione di Tang e dei suoi amici. Di conseguenza, Tang si nasconde come un fuggitivo della legge. Inoltre, porta Win e i suoi amici sul radar di un poliziotto locale , Yod, che li sospetta di un gioco scorretto. Lo scandalo rovina anche la reputazione del tempio, portando a bassi profitti, il che mette Game nei guai con Yossaphat, creando un cuneo tra lui e gli altri.
Tuttavia, Win riesce a escogitare un piano che prevede la produzione di amuleti religiosi da vendere al tempio. Tuttavia, la strategia di marketing di Win di inventare una storia di fede per l’amuleto aggiunge una sfumatura moralmente ambigua alla loro attività. Verso la fine, le cose precipitano quando Tang riappare e tenta di estorcere denaro a Game per fuggire dai suoi misteriosi inseguitori.
Sebbene Game aiuti Tang a nascondersi, spaventato dall’idea che l’uomo riveli i loro affari alla polizia e ferisca la sua famiglia, quest’ultimo incontra presto una fine inspiegabile, trovato morto nel suo nascondiglio. Inoltre, Yod riesce a scoprire la verità sulla storia dell’origine dell’amuleto, portando all’arresto di Win e Dear al tempio.

Chi ha ucciso Tang? Perché?
Nel corso della storia, Tang rimane un canone vago, che spesso rappresenta una minaccia per Win e il suo piano per lo più innocente. Anche se le azioni di Win e i suoi metodi erano moralmente dubbi poiché sfruttavano monaci sinceri come Dol e la loro fede, sfruttando la religione a scopo di lucro, l’uomo non sconfina mai nel regno dell’illegalità. Tuttavia, il coinvolgimento di Tang e lo spaccio clandestino di droga attirano l’attenzione della polizia su Win e i suoi amici, dipingendo la loro attività come una possibile facciata di riciclaggio di denaro.
Tang potrebbe quindi mettere in pericolo Game e i suoi amici rivelando i dettagli del loro dubbio modello di business, che probabilmente avrà conseguenze indesiderate a livello legale e sociale. Per lo stesso motivo può ricattare Game. A sua volta, la separazione di Game dai suoi amici impedisce loro di trovare una soluzione. Inoltre, da quando l’Abate si è ammalato mortalmente, Game ha nutrito sospetti nei confronti di Win, che si trovava inspiegabilmente negli alloggi del Padre a tarda notte. Gli stessi sospetti spingono Game a curiosare nel tempio. Di conseguenza, in qualche modo si ritrova a condividere il ritorno di Tang con Ekachai, che gli offre ascolto comprensivo.
Sebbene Ekachai incoraggi Game a denunciare Tang alla polizia, Game decide di provare ad aiutare l’uomo, considerando che la sua precedente collaborazione ha reso tutto possibile per Win e gli altri. Tuttavia, una volta arrivato al nascondiglio di Tang, trova solo il cadavere dell’uomo.
A quanto pare, Ekachai non è mai stato il monaco schietto che fingeva di essere. Sebbene l’uomo si fosse assicurato di far rispettare ogni regola sin dal suo arrivo al tempio, era disposto a piegare la sua morale per la sua missione: promuovere il Buddismo a un pubblico quanto più ampio possibile. Per lo stesso motivo, tornò da Bangkok al tempio di Phummaram dopo aver appreso della salute dell’abate.
Ekachai voleva controllo e potere, quindi prese misure per peggiorare la malattia dell’Abate, che gli lasciò la massima autorità nel tempio. In seguito, permise a Win e ai suoi amici di continuare la loro impresa, nonostante qualunque taglio avessero preso sui profitti del tempio, poiché le loro strategie aiutavano a portare una folla più numerosa, quindi più credenti, al tempio. Tuttavia, poteva dire che i giovani imprenditori stavano iniziando a crollare. Inoltre, il ritorno di Tang rappresentò un disastro per gli affari del tempio.
Per lo stesso motivo, Ekachai uccise Tang per assicurarsi che Win e i suoi amici continuassero a portare folle al Tempio di Phummaram. Sebbene Ekachai e Win avessero le stesse motivazioni (il primo desiderava maggiore visibilità per il tempio e il primo cercava i soldi che la visibilità porta con sé), Ekachai era disposto a fare il possibile per raggiungere il suo obiettivo. Pertanto, l’arresto di Win e Dear fornisce al monaco un’altra pedina per ribaltare la partita a suo favore.

Win, Dear e Game vanno in prigione? Perché il poliziotto li lascia andare?
Inizialmente, Win è sicuro che i poliziotti non abbiano nulla che possa incriminare lui e i suoi amici di un crimine. Tuttavia, la sua fiducia vacilla quando Yod rivela che ci sono prove che legano Win e i suoi servizi alle finanze del Tempio di Phummaram. Anche se i tre hanno scremato i soldi dalle vendite e dalle donazioni del tempio per saldare i loro debiti, sono stati abbastanza vigili da non lasciare dietro di sé una traccia cartacea.
Ancora. Ekachai finisce per essere un ulteriore passo avanti. Il monaco aveva abilmente ingannato Game facendogli diventare l’assistente del monaco, cosa che gli consentiva un migliore accesso alle finanze del tempio. All’epoca, la decisione sembrava scaturire da una questione di convenienza. Tuttavia, fornisce prove che dimostreranno che Win e i suoi amici si sono appropriati indebitamente dei fondi del tempio. La stessa argomentazione non potrà che rafforzarsi una volta che emergerà la verità sul loro legame con lo strozzino. Pertanto, Win si rende conto di essere senza merce di scambio.
Tuttavia, all’ultimo momento, il capo di Yod chiede al poliziotto di sciogliere il caso su ordine dei suoi superiori. Il mistero sul misterioso salvatore di Win e Dear si risolve presto quando alcune guardie del corpo intimidiscono i due facendoli partecipare a un pranzo con il loro sponsor: l’influente politico locale .
Il politico, seguendo le orme di suo padre, fece lucrose donazioni al tempio di Phummaram subito dopo che Win e i suoi amici lo portarono alla ribalta pubblica. Pertanto, ha tenuto sotto controllo le prestazioni del tempio sin dall’inizio ed è rimasta colpita dalla sua crescita. Per lo stesso motivo, vuole che Win, Dear e Game continuino a fornire i loro servizi ai templi; infatti, ha intenzione di assumerli per promuovere un tempio provinciale. Di conseguenza, ha orchestrato l’arresto di Win e Dear per non lasciare a Game altra scelta che avvicinarsi a lei.
Inoltre, con la sua influenza e il coinvolgimento incriminante di Win nelle finanze di Phummaram Temple, il politico ricatta i tre affinché accettino la sua proposta senza troppi sforzi. Alla fine, Win e i suoi amici sfuggono alle grinfie dello strozzino ma si ritrovano a entrare in un gioco molto più pericoloso.

Cosa è successo al padre di Win?
La storia si concentra principalmente sugli affari di Win, Dear e Game con il tempio di Phummaram, esplorando le sfumature della religione moderna e la sua connessione con il profitto. Tuttavia, la trama di Win rimane influenzata dal trauma infantile: la misteriosa scomparsa di suo padre. Diciotto anni fa, quando Win era bambino, suo padre scomparve senza lasciare traccia. Di conseguenza, sua madre è rimasta bloccata nella stessa città per tutta la vita, aggrappandosi alla speranza che suo marito un giorno potesse tornare a casa.
Anche se la polizia aveva precedentemente assicurato loro di non avere indizi sul padre di Win, Yod alla fine rivela una verità diversa al giovane. Yod rimane frustrato dalla capacità di Win e dei suoi amici di sfuggire alle conseguenze delle loro azioni. Pertanto, vuole impiegare l’uomo come doppio agente per fornire informazioni sulla politica e sul suo legame con i templi buddisti. Per fare ciò, Yod si offre di condividere la realtà di ciò che è accaduto al padre di Win.
Tuttavia, come si sarebbe scoperto quella stessa notte, Win trova il proprio indizio che suo padre lo ha lasciato indietro tanti anni fa in uno stampo di gatto di cartapesta. All’interno dello stampo, Win trova pezzi di carta strappati che lo incoraggiano a scoprire la verità dietro la scomparsa di suo padre. La stagione termina prima che Win possa mettere insieme gli indizi, lasciando che la trama venga esplorata in una potenziale seconda stagione. Inoltre, con le crepe nell’amicizia tra Win, Dear e Game – con la donna che considera di fuggire dal paese alla fine della stagione – anche il futuro coinvolgimento del trio con il piano del politico rimane incerto.

Translate »