THE MIDNIGHT CLUB

The Midnight Club (2022) on IMDb
THE MIDNIGHT CLUB

THE MIDNIGHT CLUB

Si svolge a Rotterdam Home, un ospedale per adolescenti malati terminali. Un gruppo di pazienti inizia a incontrarsi a mezzanotte per condividere storie spaventose. Alla fine fanno un patto che chiunque muoia per primo contatterà gli altri oltre la tomba.

GUARDA LA SERIE
[imdb]tt13444912[/imdb]

CAST

ATTORI E PERSONAGGI

Principale
Iman Benson nei panni di Ilonka, un’adolescente malata di cancro che si iscrive al Brightcliffe Hospice nella speranza di trovare una cura non convenzionale.
Igby Rigney nei panni di Kevin, un membro del Midnight Club che ha la leucemia terminale.
Ruth Codd nei panni di Anya, la coinquilina di Ilonka e membro del Midnight Club.
Annarah Cymone nei panni di Sandra, un membro del Midnight Club che ha un cancro terminale ed è una devota cristiana.
Chris Sumpter nei panni di Spencer, un membro del Midnight Club che è gay e ha l’AIDS.
Adia nei panni di Cheri, un membro del Midnight Club che ha genitori benestanti ed è una bugiarda patologica.
Aya Furukawa nei panni di Natsuki, un membro del Midnight Club che ha la depressione e un cancro terminale.
Sauriyan Sapkota nei panni di Amesh, un membro del Midnight Club che ha un cancro terminale ed è il secondo nuovo arrivato a Brightcliffe.
Matt Biedel nei panni di Tim, il padre adottivo di Ilonka.
Samantha Sloyan nei panni di Shasta, una donna che vive in un comune vicino a Brightcliffe Hospice.
Zach Gilford nei panni di Mark, un’infermiera praticante al Brightcliffe Hospice.
Heather Langenkamp nei panni della dottoressa Georgina Stanton, l’enigmatica dottoressa che gestisce il Brightcliffe Hospice.


Ricorrente
Larsen Thompson nei panni di Julia Jayne, un’ex paziente del Brightcliffe Hospice.
William B. Davis nei panni di Mirror Man, una figura spettrale nelle visioni di Ilonka.
Crystal Balint nei panni di Maggie, la defunta madre adottiva di Ilonka.
Patricia Drake nei panni di una figura spettrale nelle visioni di Ilonka.
Rahul Kohli nei panni di Vincent, un personaggio della storia del Midnight Club di Amesh.
Katie Parker nel ruolo di Aceso, fondatrice di Paragon.
Michael Trucco nei panni di Frederick, un personaggio di Amesh’s Midnight Club Story

Mike Flanagan (Creator), Mike Flanagan, Michael Fimognari, Emmanuel Osei-Kuffour, Axelle Carolyn, Viet Nguyen, Morgan Beggs

Creatori/ Registi

Mike Flanagan, Leah Fong, Julia Bicknell, James Flanagan, Chinaka Hodge, Elan Gale. Novel: Christopher Pike

Screenwriter

The Newton Brothers

MUSIC

James Kniest, Michael Fimognari, Corey Robson

Cinematography

Intrepid Pictures, Téléfilm Canada. Producer: Mike Flanagan. Distributor: Netflix

Producer

USA

Country

THE MIDNIGHT CLUB

1 Videos

TRAMA

The Midnight Club è una serie televisiva americana in streaming di thriller gialli e horror creata da Mike Flanagan e Leah Fong, con Flanagan che funge da showrunner e produttore esecutivo insieme a Trevor Macy. Adattamento dell’omonimo romanzo del 1994 di Christopher Pike , la serie segue otto pazienti dell’ospizio che si incontrano ogni mezzanotte per raccontare storie sinistre.
I protagonisti sono Iman Benson, Adia, Igby Rigney, Ruth Codd, Aya Furukawa, Annarah Shephard, William Chris Sumpter e Sauriyan Sapkota come pazienti. Heather Langenkamp , ​​[2] Zach Gilford , Matt Biedel e Samantha Sloyan hanno ruoli ricorrenti.
The Midnight Club è stato presentato in anteprima su Netflix il 7 ottobre 2022.
Un gruppo di sette giovani adulti malati terminali vicini risiede nell’ospizio Brightcliffe Home gestito da un medico enigmatico. Si incontrano a mezzanotte tutte le sere per raccontarsi storie spaventose. Una notte fanno un patto che il primo a soccombere alla loro malattia sia responsabile della comunicazione con gli altri dall’oltretomba. Dopo che uno di loro muore, iniziano eventi bizzarri.

EPISODI I STAGIONE
1. Il capitolo finale
Data di messa in onda: 7 ottobre 2022
Quando il cancro annulla i suoi piani per il college, la studentessa Ilonka trova un barlume di speranza a Brightcliffe, un misterioso ospizio per adolescenti malati terminali.

2. I due Dana
Data di messa in onda: 7 ottobre 2022
Anya porta amarezza a una tesa sessione di terapia di gruppo; Ilonka incontra un guaritore sul terreno; un taglio profondo manda uno Spencer scosso in infermeria.

3. Il cuore malvagio
Data di messa in onda: 7 ottobre 2022
La giornata in famiglia a Brightcliffe porta notizie da casa, ma non per tutti; gli indizi conducono Ilonka lungo un sentiero di scoperte sorprendenti.

4. Dammi un bacio
Data di messa in onda: 7 ottobre 2022
I membri del club esplorano una camera nascosta, dove Sandra è disturbata dagli oggetti nella stanza; una voce chiama Spence attraverso il citofono; Anya vede un’ombra scura.

5. Ci vediamo dopo
Data di messa in onda: 7 ottobre 2022
Ilonka scava più a fondo nei misteri di Brightcliffe e riceve un regalo inaspettato; il club si riunisce per la festa del “Giorno della morte” di Amesh.

6. Strega
Data di messa in onda: 7 ottobre 2022
Con la salute di Anya in bilico, Ilonka e gli altri si muovono rapidamente per eseguire un rituale del passato del Midnight Club.

7. Anya
Data di messa in onda: 7 ottobre 2022
Anya apre gli occhi su una strana nuova realtà; Ilonka si incolpa per una perdita schiacciante, poi sente una conversazione che potrebbe cambiare tutto.

8. Strada verso il nulla
Data di messa in onda: 7 ottobre 2022
Armata di nuove informazioni, Ilonka è determinata a trovare risposte; Shasta estende un’offerta intrigante; il club si riunisce per trovare le porte della biblioteca chiuse.

9. L’eterno nemico
Data di messa in onda: 7 ottobre 2022
Kevin confessa di aver visto cose; notizie scoraggianti allontanano Ilonka da Brightcliffe, ma Shasta la esorta a tornare indietro.

10. Mezzanotte
Data di messa in onda: 7 ottobre 2022
Il dottor Stanton rimprovera Ilonka, rivelando di più su Julia Jayne; Sandra saluta; finalmente, Kevin conclude la sua storia.

Ilonka stava andando alla scuola di specializzazione e ad Harvard quando scopre di essere malata terminale. Nove mesi dopo, quando la sua cura smette di funzionare, i medici dichiarano che non le resta molto tempo. Nel disperato tentativo di trovare una cura per se stessa, Ilonka si imbatte in un ospizio chiamato Brightcliffe. È incuriosita dalla storia di una ragazza di nome Julia Jayne , che era entrata a Brighcliffe con una malattia terminale e ne era uscita guarita dopo la sua misteriosa scomparsa di una settimana. Anche Ilonka decide di restare a Brightcliffe, nella speranza di scoprire cosa ha curato Julia.
All’ospizio scopre che gli altri pazienti hanno formato il Midnight Club. Preparano storie spaventose e le condividono ogni mezzanotte. Si parla anche di una cosa chiamata Shadow, qualcosa che un paio di ex pazienti avevano visto prima di morire. Anche la coinquilina di Ilonka, Anya, è terrorizzata dall’Ombra, sebbene lo tenga segreto agli altri. Nel frattempo, Ilonka è tormentata dalle visioni di un gruppo di persone incappucciate e dal fantasma di un vecchio e una donna . Mentre si tuffa più a fondo nel mistero di Julia Jayne, vengono alla luce alcuni inquietanti segreti su Brightcliffe.

Mentre il Midnight Club si incontrava ogni sera per raccontare storie, non si trattava di questo. I membri del club si erano promessi l’un l’altro che chiunque fosse morto per primo avrebbe inviato un segno dall’altra parte. Poco dopo l’arrivo di Ilonka, una ragazza di nome Tristan muore. Il resto dei membri aspetta che lei invii un segno, ma non succede nulla. Quando Ilonka racconta loro del vecchio e della donna che ha visto sin dal suo arrivo a Brightcliffe, sostenuta da Kevin, che aveva visto l’uomo, il gruppo la considera la loro illusione condivisa e la respinge.
Dopo che il cancro di Sandra è regredito, Ilonka cerca disperatamente di salvarsi. Tuttavia, scopre presto che Shasta non è la benefattrice che pensava fosse. Non solo è delusa per non essere riuscita a trovare quello che stava cercando, ma si sente anche in colpa per aver messo in pericolo altre persone a Brightcliffe a causa delle sue azioni. Decide che sarebbe meglio per lei lasciare il posto e tornare a casa. Nel Family Day, aspetta l’arrivo del padre per partire con lui. Ma prima incontra Rhett.
Rhett era la migliore amica di Anya, l’unica persona con cui voleva riparare la sua relazione prima di morire. Dopo la sua morte, Ilonka aveva cercato di contattarlo, ma lui aveva cambiato numero. È stato solo dopo aver letto il necrologio di Anya che Rhett ha scoperto Brightcliffe. Ilonka è felice di vederlo e gli dà le cose di Anya, una delle quali è la figura della ballerina che le aveva regalato. La ballerina aveva una gamba rotta e Anya si era sempre fissata su come fosse la stessa gamba che aveva perso. Quando Rhett lo vede, nota che la gamba è stata riparata. È come se non si fosse mai rotto.
Considerando che la ballerina era uno dei beni più preziosi di Anya, avrebbe senso che provasse a mandare un segno attraverso di essa. Aveva detto che se avesse inviato un segno, non sarebbe stato qualcosa di vago come un sussurro che potesse essere ignorato da altre spiegazioni. Sarebbe stato forte e chiaro in modo che tutti sapessero che era stata lei a inviarlo. Niente è più chiaro che aggiustare la gamba della ballerina. Ma significa davvero che Anya l’ha inviato?
In precedenza, quando Spencer aveva sentito un sussurro che pensava potesse essere di Tristan, si era scoperto che dietro c’era Sandra. Pensò che mandandogli un cartello inventato avrebbe potuto dargli un po’ di speranza. Dopo il rituale che hanno fatto per Anya, Sandra è guarita, cosa che sa ha deluso Ilonka, che sperava che avrebbe funzionato per lei. Mentre se ne va, la incoraggia a non rinunciare alla speranza. Forse, Sandra pensava che Ilonka avesse bisogno di un segno, quindi ha sostituito la ballerina rotta con una nuova di zecca. Sapeva che questo avrebbe sicuramente attirato l’attenzione di tutti, e un segno della loro amata Anya avrebbe sicuramente risollevato tutto il loro morale, specialmente quello di Ilonka.
Sebbene sia più facile credere che sia stata Sandra, sarebbe piuttosto crudele da parte sua fare di nuovo una cosa del genere. Sapeva quanto fosse inaccettabile inviare un cartello falso a Spencer. Aveva imparato la lezione e probabilmente si sarebbe trattenuta dal fare di nuovo una cosa del genere. Ciò significa che esiste la possibilità che sia il segno di Anya dall’altra parte.

Mentre Brightcliffe è noto al mondo come un luogo in cui vengono curati i bambini malati terminali, l’edificio ha una storia affascinante, che lascia i suoi residenti a chiedersi molte cose. Il luogo inizialmente apparteneva a una coppia e poi cadde nelle mani di un culto chiamato il Paragon. Fu anni dopo la loro partenza che Stanton lo acquistò e lo trasformò in un ospizio. Ilonka ha letto l’intera storia del luogo prima di arrivarci, ma c’era ancora così tanto che non sapeva, specialmente sul Paragon. Scopre che il culto usava una clessidra mezza piena come simbolo. Ilonka lo trova in posti diversi: dentro l’ascensore, sugli alberi della vicina foresta e sulla mano di Shasta. Nella scena finale troviamo lo stesso simbolo sul collo di Georgina Stanton. Questo significa che è un membro del Paragon?
Il Paragon era formato da una donna che si faceva chiamare Aceso, da una delle cinque dee greche legate alla salute e alla guarigione. Anche la sua giovane figlia faceva parte del gruppo e le fu dato il titolo di Atena. Mentre Aceso era completamente presa dall’idea che Brightcliffe detenesse energia mistica e potesse effettivamente essere usata per curare le persone, sua figlia ha visto come sua madre stava semplicemente perdendo la testa. Quando si rende conto che il sacrificio di sangue di Aceso si trasformerà in sacrificio umano, decide di porvi fine. Chiama la polizia su sua madre, il che porta allo scioglimento del culto.
Anni dopo, Julia Jayne trova Aceso, ma non c’è traccia di Atena. Nessuno sa cosa le sia successo. È nella scena finale che viene rivelato il suo destino. Il segno sul collo di Stanton conferma che lei è, in effetti, Atena. Considerando che era ancora un’adolescente quando ha fermato sua madre, e gli eventi della serie si svolgono circa quarant’anni dopo, Stanton si adatta alla fascia di età in cui si troverebbe Athena. Durante la serie, notiamo anche che Stanton ne sa di più il Paragon di quanto lei rivela. È anche allarmata quando Ilonka trova il diario di Atena ed è molto arrabbiata con lei quando lascia che Shasta entri in Brightcliffe.
Mentre sua madre era più interessata al sacrificio di sangue e quant’altro, Atena sperava davvero di aiutare le persone. Anni dopo aver lasciato il Paragon, e soprattutto dopo la morte di suo figlio, Athena si è sentita spinta a fare qualcosa per i giovani con malattie terminali. Sebbene non approvasse il sacrificio, potrebbe essere che credesse che Brightcliffe avesse dei poteri magici. È stata anche la sua casa per un po’, e avrebbe avuto senso che ci tornasse quando pensava di aiutare e guarire le persone. Sua madre aveva contaminato la reputazione del posto e Atena sperava che trasformandolo in un posto per aiutare le persone, avrebbe potuto lavare via quella macchia non solo da Brightcliffe ma anche da se stessa. Quindi, nei panni di Georgina Staton, un nome che probabilmente ha preso dopo la sua fuga dal Paragon, ha deciso di fare qualcosa di buono per i bambini e per se stessa.

Quando incontriamo Shasta per la prima volta, sembra essere una persona calorosa e accogliente che è interessata solo ad abbracciare la natura e i suoi doni e ad aiutare gli altri. Ilonka la prende immediatamente e, a causa delle sue stesse riserve su Stanton, non le parla di Shasta. Se lo avesse fatto, Stanton l’avrebbe immediatamente avvertita di stare alla larga dalla donna apparentemente amichevole.
Ci vuole del tempo, ma Ilonka alla fine scopre che Shasta è Julia Jayne. È eccitante e pieno di speranza per lei perché Shasta le assicura che il rituale funziona davvero. Nel disperato tentativo di essere curata dalla sua malattia, Ilonka accetta di prendere parte a un rituale sacro. È solo quando Stanton interviene che scopre che il rituale di Shasta era lo stesso sacrificio di sangue che Aceso aveva eseguito, e non era per curare Ilonka. Si scopre che qualsiasi cosa abbia fatto Julia per curarsi nel ’68 non è più efficace. Stanton spiega che lei, proprio come Sandra, è stata semplicemente fortunata ma si è rifiutata di crederci. Ora che il suo cancro era tornato, si stava aggrappando alle stesse convinzioni che l’avevano spinta a cercare Aceso. È pronta a fare tutto il necessario e non va oltre l’uccisione di un adolescente che sta già morendo.
Prima che Shasta possa completare il rituale e uccidere Ilonka e le altre quattro donne che ha portato con sé, interviene Stanton. Ilonka non beve il veleno, ma le altre donne sì. Ora che è stata catturata e il suo rituale è stato interrotto, Shasta scappa. Invece di correrle dietro, Stanton resta indietro per aiutare le donne e salva loro la vita. Dopo non vediamo Shasta, ma è improbabile che si sia allontanata troppo da Brightcliffe. Crede davvero che il posto contenga la magia per guarirla e, secondo Stanton, aveva già provato a irrompere nell’ospizio più volte. Ovviamente Shasta non lo dice a Ilonka per tutto il tempo in cui parlano di Brightcliffe, ma il suo risentimento nei confronti di Stanton e il modo in cui tiene tutti per sé i segreti e la magia del luogo la dice lunga sulla sua situazione. Considerando che la storia di “The Midnight Club” non è ancora finita, è giusto dire che non è l’ultima volta che abbiamo visto Shasta. Tornerà finché non avrà ciò che vuole o morirà provandoci.

THE MIDNIGHT CLUB

Questo è basato su un romanzo di Christopher Pike con lo stesso titolo.

THE MIDNIGHT CLUB

Alcuni degli episodi prendono il nome da altri libri del signor Pike... Road To Nowhere, ecc.

THE MIDNIGHT CLUB

Brightcliffe è la stessa casa usata in Locke & key, costruita appositamente da Netflix.

Critics & Awards

Cosa dice di questa serie tv la stampa internazionale

THE MIDNIGHT CLUB SOUNDTRACK

 

Nata il 25 giugno 2000, Iman Benson è un’attrice di 22 anni di Atlanta, in Georgia. Proviene da una famiglia amorevole e solidale che l’ha aiutata immensamente nel suo viaggio come attrice, iniziato in tenera età. Tra i suoi due fratelli, Iman, in particolare, condivide un grande legame con la sorella minore, Suhialla, e si sente grata per la sua presenza nella sua vita. Augurando a sua sorella il suo 19° compleanno, ha scritto: “Quella con l’esterno forte ma l’interno sdolcinato e un cuore d’oro. veramente la persona più leale, resiliente e sicura di sé che conosca. tu sei la mia stella polare, la mia costola, il mio custode, il mio migliore amico.
La passione di Iman per la recitazione è iniziata in tenera età con l’aiuto di suo padre. Ha sempre avuto un interesse nell’esibirsi per le persone e nella recitazione. Così, dopo essere entrata a far parte del teatro all’età di nove anni, l’ha amato così tanto che ha continuato a lavorarci e ad affinare il suo mestiere per diversi anni. Come artista teatrale, Iman ha acquisito più esperienza nel corso degli anni e alla fine ha avuto più amore e apprezzamento per le sue abilità. Poi, la sua prima occasione per recitare davanti alla telecamera è arrivata all’età di 14 anni, quando ha iniziato a fare pubblicità e doppiaggio.
Dopo molti di questi spot pubblicitari, Iman è stata portata alla sua grande occasione nella serie web, “Uncle Buck”, in cui interpreta il ruolo di Tia Russell. Mentre si è appassionata al mondo della recitazione, Iman ha fatto alcune apparizioni in serie TV importanti come “Suits” e “Station 19” prima di ottenere il suo prossimo ruolo ricorrente significativo come Reagan nella sitcom del 2018, “Alexa & Katie”. Ha poi ottenuto il ruolo principale di Drea Barris nella serie TV del 2020, “#blackAF”. L’apparizione di Iman in “The Midnight Club” ribadisce ulteriormente che sta andando bene nella sua carriera e ha un futuro promettente. È interessante notare che la sua interpretazione di Ilonka è un tributo a sua madre.

“The Midnight Club” non è ispirato a una storia vera, ma è basato sull’omonimo libro di Christopher Pike (pseudonimo di Kevin McFadden). Oltre a questo, lo spettacolo adatta anche gli altri amori di Pike come “Witch”, “Dammi un bacio”, “The Wicked Heart” e “Road to Nowhere”. L’idea per “The Midnight Club” è venuta a Pike dopo essere entrato in contatto con una giovane adolescente che era malata terminale. Era una fan del lavoro di Pike e, come suo ultimo desiderio, i suoi genitori hanno contattato l’autore, nella speranza che potesse incontrarla.

“The Midnight Club” è stato girato interamente nella Columbia Britannica, in particolare a Metro Vancouver e Burnaby. Secondo quanto riferito, le riprese principali dell’iterazione inaugurale della serie horror sono iniziate a metà marzo 2021 e si sono concluse all’inizio di settembre dello stesso anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »