TRUTH BE TOLD

Truth Be Told (2019) on IMDb

TRUTH TO BE TOLD

Entra nel mondo dei podcast sui veri crimini. Nuove prove costringono la podcaster Poppy Parnell a riaprire il caso di omicidio che l'ha resa una sensazione mediatica. Aaron Paul interpreta l'uomo che potrebbe aver ingiustamente messo dietro le sbarre.

GUARDA LA SERIE

CAST E PERSONAGGI

Principale 
Octavia Spencer nei panni di Poppy Parnell, una giornalista investigativa dietro un podcast di successo sui veri crimini
Aaron Paul nei panni di Warren Cave (stagione 1), un assassino condannato e soggetto dei podcast di Poppy
Hunter Doohan nei panni del giovane Warren Cave
Lizzy Caplan nei panni di Josie e Lanie Buhrman (stagione 1), sorelle gemelle identiche il cui padre sarebbe stato assassinato da Warren Cave
Elizabeth Perkins nei panni di Melanie Cave (stagione 1), la madre di Warren che è stata affetta da cancro ai polmoni .
Michael Beach nei panni di Ingram Rhoades, il marito di Poppy
Mekhi Phifer nei panni di Markus Killebrew, un ex detective e amico di lunga data di Poppy
Tracie Thoms nei panni di Desiree Scoville, la sorella minore di Poppy
Haneefah Wood nei panni di Cydie Scoville, la sorella minore di Poppy
Ron Cephas Jones nel ruolo di Leander "Shreve" Scoville, il padre di Poppy
Kate Hudson nei panni di Micah Keith (stagione 2), amica d'infanzia di Poppy e famosa scrittrice
David Lyons nei panni dell'ispettore Aames (stagione 2), l'ispettore incaricato di indagare sulla morte del marito di Micah
Katherine LaNasa nei panni di Noa Havilland (stagione 2; stagione ricorrente 1), la produttrice del podcast di Poppy
Tami Roman nei panni di Lillian "Lily" Scoville (stagione 2; stagione ricorrente 1), la matrigna di Poppy
Rico E. Anderson nei panni di Herbie, gestisce il bar per motociclisti "The Knock".

Ricorrente
Nic Bishop nei panni di Chuck Buhrman, il padre di Josie e Lanie
Annabella Sciorra nei panni di Erin Buhrman, la madre di Josie e Lanie.
Molly Hagan nei panni di Susan Carver, la zia di Josie e Lanie.
Billy Miller nei panni di Alex Dunn, il marito di Lanie.
Everleigh McDonell nel ruolo di Ella Dunn, la figlia di Lanie.
Brett Cullen nei panni di Owen Cave, il padre di Warren.
Michael Franklin nel ruolo del giovane Leander "Shreve" Scoville.

TRAMA

Truth Be Told è una serie televisiva statunitense basata sul romanzo Are You Sleeping di Kathleen Barber e prodotta per Apple TV+ . La serie è stata creata da Nichelle Tramble Spellman , che sarà anche produttrice esecutiva e sceneggiatrice dello show. La serie è stata presentata in anteprima il 6 dicembre 2019. 
Nel dicembre 2021, la serie è stata rinnovata per una terza stagione, la cui premiere è prevista per il 20 gennaio 2023.
La colonna sonora, composta da John Paesano , è stata pubblicata dalla Lakeshore Records lo stesso giorno. Anche il Paley Center di New York ha mandato in onda episodi dello spettacolo.
Nella prima stagione, la giornalista di San Francisco Poppy Parnell avvia un vero podcast sul crimine che riapre il caso di omicidio del 1999 del professore di Stanford Chuck Buhrman dopo che nuove prove suggeriscono che Warren Cave, l'uomo che ha contribuito a mettere dietro le sbarre, sia stato condannato ingiustamente.
Nella seconda stagione, Poppy indaga sull'omicidio di un fotografo/regista su richiesta di sua moglie Micah, un'altrettanto controversa guru del benessere la cui amicizia con Poppy ne compromette il giudizio.
Nella terza stagione, Poppy indaga sul suo ultimo caso, che comporta la scomparsa di diverse ragazze e la mancanza di attenzione da parte dei media mainstream che ricevono. Introduce anche un nuovo personaggio che è il preside di una scuola superiore che aiuterà Poppy a trovare le ragazze.

 

TRUTH BE TOLD - TRAILER

SERVANT -STAGIONI-EPISODI

La prima stagione si apre con l'omicidio dell'affermato autore e professore Chuck Buhrman, la cui moglie Erin e le due figlie Lanie e Josie lo trovano pugnalato a morte nella loro casa dopo una festa di Halloween. Il sedicenne Warren Cave, figlio di una coppia di vicini, viene visto saltare oltre la loro siepe da Lanie, e una volta che le sue impronte digitali vengono trovate nella casa di Buhrman, il suo destino è segnato.
Descritto come un assassino senza cuore dalla stampa (prevalentemente attraverso articoli di Poppy, che ha appena iniziato come giornalista), il giovane Warren viene processato da adulto e si ritrova rinchiuso in prigione a vita all'età di 17 anni. Tuttavia, 19 anni dopo, Poppy guarda la testimonianza di Lanie su nastro e inizia a sospettare che la ragazza stesse mentendo. Il fatto che l'arma del delitto non sia mai stata recuperata la spinge ulteriormente a riesaminare il caso.
Dopo essersi avvicinata a Warren e sua madre Melanie, che è nelle ultime fasi del cancro terminale, Poppy avvia una serie di podcast per condividere le sue indagini. Scopriamo anche che è in gran parte guidata dal suo senso di colpa per aver ritratto Warren come un mostro nei suoi articoli tanti anni fa, un sentimento che si complica ulteriormente quando apprende che ora è un nazista. Tuttavia, decide di continuare le sue indagini e viene quindi avvicinata dal padre di Warren, Owen, che le chiede di non riaprire vecchie ferite.
Mentre scava ulteriormente, Poppy si rende conto che l'alibi di Owen è debole e che sua moglie aveva una relazione con la vittima. Lo annuncia sul suo podcast, con il risultato che Owen viene sospeso dal suo incarico di capo della polizia e sua moglie lo lascia. Alla fine viene rivelato che non era Owen dietro l'omicidio di Chuck, ma a quel punto è troppo tardi e l'uomo in lutto irrompe nella casa di Poppy e si suicida davanti a lei.
I sospetti di Poppy ricadono brevemente su Warren. Tuttavia, quando si scopre attraverso il diario d'infanzia di Lanie che è stata regolarmente molestata da suo padre, il sospetto ricade su sua madre, la moglie di Chuck, Erin, che si pensa abbia ucciso suo marito per proteggere sua figlia. Anche l'alibi della vedova si rivela debole e Poppy finalmente la convince ad apparire nel podcast e rivelare la verità a tutti gli ascoltatori.
Tuttavia, prima che possa farlo, Erin viene uccisa da sua figlia Lanie che le somministra Fentanyl. Poco dopo, Lanie viene licenziata dal suo lavoro di badante in fin di vita per comportamento inappropriato e furto della droga del suo cliente, rendendo ancora più chiaro che ha dato a sua madre la dose fatale. Le sue cartelle cliniche dell'epoca, oltre a diagnosticarle una psicosi e una malsana ossessione per sua sorella, mostrano anche che il suo consulente sospettava che Lanie avesse mentito sull'essere stata molestata per causare una spaccatura tra sua sorella Josie e il padre.


Truth Be Told: finale della prima stagione: chi ha ucciso Chuck Buhrman? Cosa succede a Lanie e Josie?
Poppy si avvicina a Josie e la avverte della sorella gemella, sospettata di aver ucciso entrambi i genitori. Essendo la timida delle due, Josie accetta di aiutare Poppy a cercare l'inafferrabile arma del delitto e la porta in un punto in cui ricorda di aver visto Lanie seppellire un uccello morto da bambina. Lì scoprono una scultura d'argento di un uccello coperto di sangue. Mentre lo guarda, i ricordi riaffiorano nella mente di Josie, e si rende conto che è stata lei (Josie) a uccidere suo padre per salvare sua sorella dalle molestie. Dice a Poppy come tale, e poi vediamo Lanie e Josie andare dalle autorità e attribuire la colpa alla madre. Lanie ammette di aver mentito nella sua testimonianza tanti anni fa e Warren viene finalmente rilasciato.
La stagione 1 si chiude con Josie e Lanie che si incontrano in un bar dove ricordano la loro infanzia e come Lanie sia sempre stata estremamente attaccata a Josie. La prima sembra felicissima di essersi riunita a sua sorella, ma è scioccata quando la polizia si presenta e la arresta per l'omicidio di sua madre. Vediamo quindi Poppy registrare l'episodio finale del suo podcast, che chiude con una nota premurosa, sottolineando che viaggio che ha cambiato la vita è stato per tutte le persone coinvolte.
Pertanto, chiudiamo il mistero tortuoso dell'omicidio di Chuck e veniamo messi a conoscenza di una serie di oscuri segreti lungo la strada. Lo spettacolo dipinge magistralmente più sospetti uno dopo l'altro, ognuno dei quali ha motivi convincenti per commettere il crimine e, come la maggior parte dei grandi misteri dell'omicidio , termina con un personaggio improbabile che è il vero assassino. Alla fine si scopre che Josie, la timida delle due gemelle, è l'assassina di suo padre, Chuck Buhrman. Da come reagisce quando dissotterra l'arma del delitto (la scultura dell'uccello d'argento), sembra che Josie stessa abbia bloccato il ricordo per tutti questi anni, che è tornato di corsa quando ha tenuto di nuovo tra le mani la scultura macchiata di sangue.
Nonostante Josie abbia confessato, Poppy non riesce a rivelare lo stesso al pubblico. Questo perché anche Josie è vittima delle sue circostanze e ha ucciso suo padre, pensando che stesse molestando Lanie. Ovviamente è stato rivelato che Lanie ha mentito su questo per causare una spaccatura tra Josie e il padre. La sua ossessione per sua sorella Josie, unita a una serie di disturbi mentali (come descritto dal suo consulente) di cui soffriva Lanie, è la vera causa della morte di Chuck Buhrman.
Sebbene le due sorelle attribuiscano l'omicidio alla madre Erin, Lanie viene quindi arrestata per il successivo omicidio di Erin, che ha fatto sembrare un suicidio. Il destino di Josie, che aiuta a far arrestare sua sorella, rimane sconosciuto. Rimasta senza famiglia tranne la sorella incarcerata e abbandonata dal marito Caleb (che è spaventato dalle bugie di Lanie), è probabile che Josie crei ancora una volta una nuova identità per se stessa e tenti di superare le esperienze traumatiche.

Cosa succede a Warren Cave?
Dopo aver trascorso 19 anni - più della metà della sua vita - in prigione, Warren viene finalmente rilasciato dopo che Lanie e Josie hanno detto alle autorità che è stata la loro madre a uccidere Chuck. Non si sa se riceva un compenso per gli anni che ha perso in prigione, ma conosce sua madre prima che muoia di cancro. Poco prima di essere rilasciato di prigione, quando teme di essere ucciso, Warren oscura anche tutti i tatuaggi nazisti che ha sulle braccia, scartando sostanzialmente qualsiasi associazione che abbia con la Fratellanza Ariana. Mentre rimuove i tatuaggi, dice che lo sta facendo per salvare la sua anima.
La seconda stagione si apre con Poppy che partecipa a una festa in onore della sua amica d'infanzia Micah Keith, che da allora è diventata un'autrice di fama mondiale grazie alla sua grintosa biografia. Scopriamo quindi che Micah è cresciuta per strada e in quel periodo ha stretto amicizia con Poppy e la sua famiglia. Micah è estremamente vicina a tutte le sorelle di Poppy ea suo padre, Shreve, mentre Poppy è una buona amica del marito di Micah, Joshua.
Alla festa, Joshua dice al podcaster che ha qualcosa da discutere con lei e poi se ne va per tornare a casa. Tuttavia, quando Poppy e Ingram vengono da Micah più tardi quella notte per lasciarla, trovano Joshua e suo figlio, Drew, assassinati. Mentre Micah è alle prese con la devastante perdita, Poppy approfondisce il crimine, cercando di decifrare chi potrebbe esserci dietro.
Si rende conto che l'assistente di Micah, Ramon, sembra avere una netta antipatia per il suo defunto marito e inizia a seguirlo da vicino. Tuttavia, le indagini vengono capovolte quando anche Ramon viene assassinato. L'uomo sospettato di averlo ucciso è un ex detenuto di nome Holt Redding. Con suo shock e sgomento, Poppy si rende quindi conto che Holt e Micah hanno una relazione e inizia a sospettare della sua amica.
Il podcaster investigativo scopre quindi che Micah e Holt si sono incontrati in prigione, dove sono diventati amici intimi e hanno formato un gruppo insieme a un'artista senzatetto disturbata di nome Rose. Quando alla fine Rose viene rintracciata, rivela che il libro che Micah sta spacciando per suo è stato rubato a Rose, che era l'autore originale. Presumibilmente ha rubato la storia della vita di Rose e ha costruito un impero sulla sua popolarità. Dopo aver appreso questo, Poppy inizia a sospettare che Micah abbia ucciso Joshua.


Truth Be Told: finale della seconda stagione: chi ha ucciso Joshua e Drew?
Poche sere dopo, Poppy viene avvicinata al bar di suo padre da un uomo che cerca di ucciderla. Tuttavia, suo padre Shreve interviene appena in tempo e uccide l'intruso. Viene quindi rivelato che l'uomo che ha cercato di ferire Poppy era un ex poliziotto di nome Martin, che aveva anche rancore nei confronti di Joshua. Dopo aver controllato i tabulati telefonici di Martin, si scopre che sta collaborando con Ivy, che è la partner di Micah nel loro marchio di lifestyle Shelter. Alla fine, Poppy inizia a credere che Micah potrebbe non essere responsabile della morte di Joshua, ei due amici si riconciliano. Tuttavia, Shelter alla fine viene chiuso e Micah sembra perdere la maggior parte della sua ricchezza.
Quindi, dopo essere stata sospettata di aver ucciso suo marito per la maggior parte della stagione, Micah viene finalmente vendicata quando viene rivelato che Martin nutriva rancore nei confronti di Joshua. Come regista, Joshua ha realizzato un documentario su un gruppo estremista chiamato Figli di Ivar, a cui apparteneva Martin. I due apparentemente hanno litigato per come il film ha ritratto il gruppo, e l'ex poliziotto ha iniziato a nutrire rancore nei confronti del marito di Micah.
Quando la compagna di Micah, Ivy, ha scoperto che Rose aveva rivelato a Joshua che sua moglie era una frode, Ivy ha temuto che il loro marchio, Shelter, sarebbe crollato e tutto ciò per cui lavoravano sarebbe stato inutile. Rendendosi conto che Martin aveva rancore nei suoi confronti, Ivy ha collaborato con l'ex poliziotto per uccidere Joshua. Tuttavia, non si aspettavano che suo figlio Drew fosse con lui e furono costretti a uccidere anche il figlio di Joshua. In effetti, Ivy rivela che lei e Martin avevano persino pianificato di uccidere Micah nel processo, ma non ci sono riusciti perché Joshua è tornato a casa da solo mentre sua moglie è andata a cena con Poppy.

Micah è colpevole?
Alla fine si scopre che Micah non ha ucciso suo marito o suo figlio Drew. Tuttavia, è tutt'altro che innocente. Il crimine che Micah cerca così disperatamente di nascondere è il fatto di aver rubato la storia della vita della sua amica Rose e di averla pubblicata come sua. Dal momento che tutta la sua fama e fortuna derivano dal suo libro grintoso, Micah arriva persino a suggerire al suo complice Holt che Rose dovrebbe essere uccisa. Come vediamo verso la fine della seconda stagione, la rivelazione che Micah è una frode la distrugge finanziariamente mentre la sua compagnia, Shelter, chiude e lei perde la sua opulenta dimora.
Pertanto, Michea è indubbiamente colpevole, ma non degli atroci omicidi di suo marito e di suo figlio. Il fatto che restituisca i diari personali di Rose da cui ha plagiato la sua storia, combinato con la perdita della maggior parte di ciò che ha guadagnato dalle vendite del suo libro, mostra che Micah si sta davvero pentendo per quello che ha fatto. Forse la cosa più significativa è che Poppy la perdona quando si rende conto che ciò che Micah ha fatto è stato per la disperazione di sfuggire alla povertà e che, nel frattempo, ha effettivamente aiutato più persone di quante ne abbia ferite. Quindi, la stagione 2 si conclude con la vendetta di Michea.

Cosa succede a Rose e Holt?
Rose è stata vista l'ultima volta in un luogo senza nome, circondata dalla sua arte. Sembra essersi trovata una casa ed è felicissima quando recupera i suoi diari personali da Micah, descrivendolo come il ricongiungimento con un pezzo di se stessa. Dal momento che Rose è presente anche nel podcast di Poppy, la sua storia si è probabilmente diffusa, il che significa che ora le persone sanno che l'esplosiva biografia di Micah era in realtà la sua.
Pertanto, se non già, è probabilmente solo una questione di tempo prima che Rose venga contattata da una casa editrice (o anche da collezionisti d'arte) per pubblicizzare le sue opere. In un certo senso, rendendo popolare la storia di Rose rubandola, Micah sembra aver spianato la strada a Rose per essere finalmente riconosciuta per i suoi talenti artistici.
Holt, invece, è destinato a trascorrere molti anni in prigione. Sebbene sia probabilmente assolto dagli omicidi di Joshua e Drew ora che Martin è stato catturato, Holt è ancora detenuto per l'omicidio di Ramon (che ha commesso). Con Micah ora impotente ad aiutarlo, il futuro sembra cupo per l'uomo.

Cosa brucia alla fine il padre di Poppy, Shreve?
Il padre di Poppy, Shreve, esamina una scatola di ricordi di famiglia verso la fine della seconda stagione. Tra questi, trova il certificato di nascita di Poppy. A un esame più attento, viene rivelato attraverso il modulo che Shreve non è il padre naturale di Poppy. Pertanto, all'insaputa di Poppy, viene adottata. Questo potrebbe anche spiegare perché Shreve l'ha lasciata in una casa adottiva durante la sua giovinezza, anche se ora si rammarica amaramente di averlo fatto.
Alla fine, Shreve brucia il certificato di nascita che ha conservato per tanti anni, a significare come ha accettato una volta per tutte Poppy come famiglia. Questo potrebbe essere in parte il risultato dell'esperienza pericolosa per la vita che i due hanno vissuto insieme quando Martin ha attaccato Poppy. In alternativa, Shreve forse si rende conto di quanto Poppy abbia coraggiosamente sopportato per tutta la vita, e ora inizia a sentirsi responsabile per questo. Il fatto che bruci il certificato sembra anche suggerire che probabilmente Poppy non scoprirà mai di essere stata adottata.

Entrambi gli attori che interpretano Warren Cave (Aaron Paul e Hunter Doohan) hanno recitato in progetti in cui Bryan Cranston è una figura paterna letterale o figurativa. Aaron in Breaking Bad (figurato) e Hunter in Your Honor (letterale)

TRUTH BE TOLD DA LEGGERE

TRUTH BE TOLD SUI SOCIAL

TRUTH BE TOLD SOUNDTRACK

TRUTH BE TOLD – KATE HUDSON – ATTORI IN EVIDENZA

Kate Garry Hudson (nata il 19 aprile 1979)[1] è un’attrice, autrice e imprenditrice americana. È salita alla ribalta per la sua interpretazione nel film Quasi famosi (2000), per il quale ha vinto un Golden Globe ed è stata nominata per l’Oscar come migliore attrice non protagonista. I suoi altri film includono How to Lose a Guy in 10 Days (2003), Raising Helen (2004), The Skeleton Key (2005), You, Me and Dupree (2006), Fool’s Gold (2008), Bride Wars (2009), Nine (2009), Deepwater Horizon (2016), Mother’s Day (2016), Marshall (2017) e Music (2021), per il quale ha ricevuto la sua seconda nomination ai Golden Globe. Hudson ha co-fondato il marchio di fitness e il programma di appartenenza Fabletics, gestito da JustFab. Nel 2016, la Hudson ha pubblicato il suo primo libro, Pretty Happy: Healthy Ways to Love Your Body, e nel 2017 ha pubblicato il suo secondo libro, Pretty Fun: Creating and Celebrating a Lifetime of Tradition.
Hudson è nata a Los Angeles, California, figlia dell’attrice premio Oscar Goldie Hawn e Bill Hudson, attore, comico e musicista. I suoi genitori hanno divorziato quando aveva 18 mesi e lei e suo fratello maggiore, l’attore Oliver Hudson, sono cresciuti a Snowmass, in Colorado, e Pacific Palisades, in California, da sua madre e dal fidanzato di vecchia data di sua madre, l’attore Kurt Russell. Gli antenati di Hudson sono italiani (dalla nonna paterna), ebrei ungheresi (dalla nonna materna), e il resto un misto di inglese e un po’ di tedesco. Hudson è stata cresciuta ebrea; come sua madre, anche lei pratica il buddismo. Hudson ha dichiarato che il suo padre biologico “non mi conosce da un buco nel muro”, e considera Russell suo padre. La Hudson ha descritto sua madre come “la donna da cui ho imparato di più e alla quale ammiro, che ha condotto la sua vita in un modo che posso ammirare”. Ha quattro fratellastri: Emily e Zachary Hudson, dal successivo matrimonio del padre biologico con l’attrice Cindy Williams; Lalania Hudson, dalla sua relazione con un’altra donna;] e Wyatt Russell, dalla relazione di sua madre con Kurt Russell. Nel 1997 si è diplomata al Crossroads, una scuola preparatoria del college a Santa Monica. È stata accettata alla New York University, ma ha scelto di intraprendere la carriera di attrice invece di una laurea.
All’inizio del 2006, Hudson ha citato in giudizio la versione britannica del National Enquirer dopo aver riferito di avere un disturbo alimentare, descrivendola come “dolorosamente magra”. Hudson ha detto che le dichiarazioni del tabloid erano “una palese bugia” ed era preoccupata per l’impatto che il falso rapporto potrebbe avere sulle giovani donne impressionabili. Il giornale si scusò e la ricompensò. Hudson dice che non le piace vedersi sullo schermo, dicendo: “Ho freddo, tremo e sudo” quando guarda le sue esibizioni per la prima volta. Nel 2016, Hudson ha dichiarato: “La meditazione è stata la cosa più utile e che mi ha cambiato la vita. Puoi sentire la differenza quando mediti regolarmente. Almeno io posso… Ho iniziato a praticare la meditazione trascendentale un anno e un anno. metà fa, quindi medito 20 minuti al mattino e cerco di fare altri 20 minuti nel pomeriggio.”
Hudson ha sposato Chris Robinson, il frontman dei Black Crowes, il 31 dicembre 2000 ad Aspen, in Colorado. Il figlio della coppia, Ryder Russell Robinson, è nato nel gennaio 2004. Hanno viaggiato insieme durante le riprese del film di Hudson o le tournée musicali di Robinson. Il 14 agosto 2006, il pubblicista di Hudson ha annunciato che Hudson e Robinson si erano separati. Il 18 novembre 2006, Robinson ha presentato i documenti per il divorzio, citando “differenze inconciliabili”. Il divorzio è stato finalizzato il 22 ottobre 2007, con Hudson che ha ottenuto l’affidamento congiunto. All’inizio del 2010, Hudson ha iniziato a frequentare il frontman dei Muse Matt Bellamy. Hudson e Bellamy si sono fidanzati nell’aprile 2011 e il loro figlio, Bingham Hawn Bellamy, è nato nel luglio 2011. Il 9 dicembre 2014, la coppia ha annunciato di aver posto fine al loro fidanzamento. Si dice che Hudson e Bellamy siano in buoni rapporti l’uno con l’altro e siano co-genitori del figlio. Nel dicembre 2016, Hudson ha avuto il suo primo appuntamento con Danny Fujikawa, musicista, attore e comproprietario di una casa discografica. Lo ha incontrato per la prima volta quando aveva 23 anni, tramite le sue migliori amiche, Sara Foster ed Erin Foster, che sono le sue sorellastre. Il 6 aprile 2018, Hudson ha annunciato che stava aspettando il suo primo figlio con Fujikawa. Il 2 ottobre 2018 ha annunciato la nascita della loro figlia, Rani Rose Hudson Fujikawa, tramite Instagram. È stata chiamata per suo nonno, Ron Fujikawa.

kate hudson
kate hudson

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »