VIKINGS:VALHALLA

Vikings: Valhalla (2022) on IMDb

VIKINGS:VALHALLA

Ambientato 100 anni dopo gli eventi della serie originale. Incentra la sua storia sulle avventure di Leif Erikson, Freydís Eiríksdóttir, Harald Hardrada e il re normanno Guglielmo il Conquistatore.

GUARDA LA SERIE

CAST E PERSONAGGI

Principale 
Sam Corlett nel ruolo di Leif Erikson
Frida Gustavsson nel ruolo di Freydís Eiríksdóttir
Leo Suter nel ruolo di Harald Sigurdsson
Bradley Freegard nel ruolo di Re Canuto
Jóhannes Haukur Jóhannesson nel ruolo di Jarl Olaf Haraldsson
Caroline Henderson nel ruolo di Jarl Estrid Haakon
Laura Berlin nel ruolo della regina Emma di Normandia
David Oakes nel ruolo di Jarl Godwin

Ricorrente
Lujza Richter nel ruolo di Liv (stagione 1)
Álfrún Laufeyjardóttir nel ruolo di Yrsa (stagione 1)
Edward Franklin nel ruolo di Skarde (stagione 1)
Gavan O'Connor-Duffy nel ruolo di Njal (stagione 1)
Kenneth M. Christensen nel ruolo di Jarl Norí
Christopher Rygh nel ruolo di Agnarr
Pääru Oja nel ruolo di Arne Gormsson (stagione 1)
James Ballanger nel ruolo di Hallbjorn
Louis Davison nel ruolo del principe Edmund (stagione 1)
Gavin Drea nel ruolo di Eadric Streona (stagione 1)
Asbjørn Krogh Nissen nel ruolo di Jarl Kåre (stagione 1)
Bradley James nel ruolo di Lord Harekr (stagione 2) [3]
Hayat Kamille nel ruolo di Mariam (stagione 2)
Marcin Dorociński nel ruolo del Gran Principe Yaroslav il Saggio (stagione 2)
Sofya Lebedeva nel ruolo di Eleana (stagione 2)
Nikolai Kinski nel ruolo dell'imperatore Romanos (stagione 2)
Florian Munteanu nel ruolo di George Maniakes (stagione 2)
Tolga Safer come Kurya (stagione 2)
Joakim Nätterqvist nel ruolo di Birkir (stagione 2)
Imposta Sjöstrand come Magnus Olafsson

Ospite
Bosco Hogan nel ruolo di Re Aethelred II (stagione 1)
Wolfgang Cerny nel ruolo di Sten Sigurdsson (stagione 1)
Jack Mullarkey nel ruolo di Toke (stagione 1)
Sam Stafford come Ulf (stagione 1)
Frank Blake nel ruolo di Birger (stagione 1)
Leifur Sigurðarson nel ruolo di Gunnar Magnússon (stagione 1)
Julian Seager nel ruolo di Jarl Gorm (stagione 1)
John Kavanagh nel ruolo del Veggente
Pollyanna McIntosh nel ruolo della regina Ælfgifu
Annabelle Mandeng nel ruolo di Altöra (stagione 1)
Søren Pilmark nel ruolo di Re Sweyn Forkbeard
Henessi Schmidt nel ruolo di Gytha
Ruben Lawless nel ruolo di Harald Harefoot
Stephen Hogan nel ruolo di Sigeferth (stagione 1)
Jack Hickey nel ruolo di Riccardo II, duca di Normandia

TRAMA

Vikings: Valhalla è una serie televisiva in streaming drammatica storica creata da Jeb Stuart per Netflix . È un sequel di History 's Vikings , girato nella contea di Wicklow , in Irlanda. Ambientata cento anni dopo gli eventi di Vikings , la serie racconta l'inizio della fine dell'era vichinga , segnata dalla battaglia di Stamford Bridgenel 1066. La prima stagione di 8 episodi è stata presentata in anteprima il 25 febbraio 2022. Con un ordine di 24 episodi annunciato a novembre 2019, la serie è stata ufficialmente rinnovata per una seconda e una terza stagione a marzo 2022. L'uscita della seconda stagione è prevista il 12 gennaio 2023.
Vikings: Valhalla è ambientato più di 100 anni dopo gli eventi di Vikings ; in Inghilterra, le tensioni tra i discendenti dei vichinghi ( norvegesi o " danesi ") e gli inglesi nativi raggiungono un punto di rottura cruento. I norvegesi si scontrano anche tra loro a causa di contrastanti credenze cristiane e pagane .
Leif Erikson , Freydís Eiríksdóttir e Harald Sigurdsson [1] iniziano un viaggio epico che li porterà attraverso oceani e campi di battaglia, dal Kattegat all'Inghilterra e oltre, mentre combattono per la sopravvivenza e la gloria. L'inizio della serie raffigura il massacro del giorno di San Brice nel 1002 e intende concludersi con la fine dell'era vichinga , segnata dalla battaglia di Stamford Bridge nel 1066.

 

VIKINGS:VALHALLA TRAILER

VIKINGS VALHALLA -STAGIONI-EPISODI

Nell'XI secolo, molte persone del Nord Europa hanno lasciato le loro terre natali e si sono stabilite in altre regioni del continente. In Inghilterra sono sorti numerosi insediamenti, tra cui uno chiamato Danelaw, non lontano da Londra. L'esistenza di questi insediamenti mette a disagio la popolazione sassone locale e il re Aethelred II d'Inghilterra è convinto dai suoi nobili ad affrontare il "problema vichingo". I Sassoni massacrano gli abitanti di Danelaw il giorno di San Brice. Harald, che ha visitato suo fratello, riesce a malapena a salvarsi la vita. Torna indietro e aiuta il re Canuto di Danimarca ad accumulare un enorme esercito per un'invasione dell'Inghilterra.
Nel frattempo, Leif, sua sorella Freydis e i loro amici affrontano una tempesta per arrivare a Kattegat dalla Groenlandia . Come l'esercito che si raduna intorno a loro, anche loro sono lì in cerca di vendetta, ma di tipo diverso. Qualche tempo fa, un cristiano violentò Freydis e le lasciò un segno di croce sulla schiena. Inizialmente, lo spettacolo implica che l'uomo responsabile sia Olaf Haraldsson (Jóhannes Haukur Jóhannesson), il fratellastro di Harald. Mentre Olaf aiutava Aethelred a costruire le difese di Londra, è destinato a svolgere un ruolo importante nell'invasione di Canute. Alla fine, uno stretto collaboratore di Olaf, Gunnar Magnusson, si rivela essere lo stupratore.
Freydis uccide Gunnar nella sala principale di Jarl Haakon (Caroline Henderson), una grande guerriera vichinga di origine africana. Harald, che sviluppa sentimenti romantici per Freydis, convince Jarl Haakon e Canute a far combattere Leif per la causa vichinga in modo che sua sorella possa vivere, salvando efficacemente Freydis da una certa esecuzione. Harald sa che Leif ha pilotato con successo la sua nave attraverso una tempesta tumultuosa ed è un combattente eccezionale. La sua aggiunta all'esercito vichingo non può che essere una buona cosa. E ha ragione.
Quando i vichinghi arrivano sulle coste inglesi, Aethelred è sul letto di morte e gli succederà il suo giovane figlio inesperto, Edmund. La regina di Aethelred, Emma di Normandia (Laura Berlin), si occupa delle difese inglesi. Ad aiutarla c'è Godwin, fidato e ambizioso consigliere di Aethelred. Leif quasi muore durante una scaramuccia. Ha una visione di una giovane ragazza che gli mette una croce tra le mani mentre è sull'orlo della morte. Harald arriva e gli salva la vita. Ma dopo quell'incidente, inizia a verificarsi una transizione nella fede di Leif.
Non molto tempo dopo la morte di Aethelred, Londra cade in mano ai Vichinghi. Leif gioca un ruolo fondamentale nella vittoria del suo popolo ed è salutato come un eroe. Questo è quando Canuto rivela i suoi piani reali. Si dichiara re d'Inghilterra. Dice alla sua gente che regnerà al fianco di Edmund e inizia una relazione con Emma.
Nel frattempo, Olaf torna al nord e informa Ælfgifu (Pollyanna McIntosh), la prima moglie di Canute, di quanto sta accadendo. Questo spinge Canuto a sposare Emma e tornare in Danimarca. In sua assenza, suo padre, Sweyn Forkbeard, prende il controllo dell'Inghilterra . Mentre suo fratello è impegnato a combattere in Inghilterra, Freydis visita il famoso tempio di Uppsala. Lì incontra un misterioso Veggente, che le dice che sarà "l'Ultima", forse sottintendendo che sarà l'ultima dei Vichinghi.
Nel finale della prima stagione, intitolato "The End of the Beginning", Leif e Freydis, ancora una volta riuniti, affrontano l'attacco a Kattegat da parte di Olaf e delle sue forze. In Inghilterra, Ælfgifu prende il sopravvento su Forkbeard ed Emma, ​​costringendo apparentemente quest'ultima a tornare in Normandia.

Vikings: Valhalla Stagione 1 Finale: Harald tradisce Freydis e Kattegat?
Olaf vuole essere il re dell'intera Norvegia, ma l'esistenza di un potente Kattegat sotto Jarl Haakon si rivela un ostacolo. Unisce le forze con il fanatico Jarl Kåre, che distrugge il tempio di Uppsala e ha una vendetta contro Freydis e attacca Kattegat. Harald vuole anche essere il re di Norvegia. Dopo essere tornato dall'Inghilterra, riprende la sua relazione con Freydis e accetta di combattere per Kattegat.
Tuttavia, nel penultimo episodio della stagione, lascia Kattegat e si riunisce con Olaf. Come rivelato nel finale di stagione, era tutto uno stratagemma. Non ha mai avuto intenzione di tradire Leif e Freydis. Durante un colloquio, trasmette i piani del fratellastro ai difensori di Kattegat. Tuttavia, Olaf ha visto attraverso il suo atto e gli ha fornito false informazioni.

Kattegat cade?
Sì, Kattegat cade. Olaf dice ad Harald, Kåre e agli altri che attaccherà Kattegat attraverso il mare durante la luna del lupo, quando l'alta marea porterà le navi oltre le difese della città. Nel frattempo, Kåre attaccherà da terra. Insieme schiacceranno Kattegat tra due grandi forze. Tuttavia, durante la battaglia, Harald scopre che questo non era il vero piano. Olaf ha capito che Harald non ha cambiato posizione e avrebbe trovato un modo per trasmettere ciò che aveva imparato a Leif e Freydis. Inoltre, aveva bisogno di sbarazzarsi di Kåre, che era assolutamente pazzo.
Kattegat divide le sue forze per combattere la guerra su entrambi i fronti. Kåre ei suoi soldati attaccano le mura di Kattegat. Lo zelota signore della guerra alla fine viene ucciso da Freydis. Olaf si trasferisce dopo di lui e prende il controllo dell'importante città, realizzando il suo sogno e diventando il re di Norvegia. Tuttavia, questo non doveva durare a lungo. In Inghilterra, Emma e Forkbeard lavorano insieme e strappano il controllo della marina danese da Ælfgifu.
Forkbeard quindi prende la flotta e si reca a Kattegat per punire i traditori. Arriva subito dopo che Olaf ei suoi soldati hanno preso il controllo della città. Rendendosi conto di ciò che sta accadendo, i soldati di Olaf lo abbandonano. Presto, non ha altra scelta che andarsene anche lui. Il suo attacco a Kattegat finisce per peggiorare le cose per lui. Con Canute e la sua famiglia che ora controllano Kattegat, la loro aspirazione di fondare un impero del Mare del Nord è diventata una realtà e Olaf probabilmente dovrà nascondersi.

Liv è morta? Leif ucciderà il figlio di Canute, Svein?
Sì, Liv è morta. La relazione tra Liv e Leif corre parallela a quella tra Harald e Freydis. È l'unica groenlandese che torna viva dall'Inghilterra oltre a Leif. È consapevole del suo recente interesse per il cristianesimo e non sembra sapere come rispondere. Liv viene ferita a morte mentre difende Kattegat. Chiede a Leif di prometterle che si unirà a lei nel Valhalla, sperando che non abbandonerà i suoi dei. Tuttavia, lei muore prima che possa rispondere.
La morte di Liv e il successivo assalto di dolore trasformano Leif in un berserker. Uccide diversi soldati nemici che stavano cercando di violentare due donne. Forkbeard ha portato con sé due dei suoi nipoti. Uno di loro, Svein, vede una donna uscire da un capannone e va a ispezionare, incontrando Leif. Alla fine dell'episodio, sembra che Leif ucciderà il figlio di Canuto.
Leif non ha mai incontrato Svein, quindi non ha idea di chi sia. Tuttavia, ciò non significa che ucciderà un ragazzino sfortunato. I cliffhanger generalmente fungono da gancio per mantenere il pubblico interessato alla prossima puntata o stagione. La prima stagione di "Vikings: Valhalla" non fa eccezione. Nella stagione 2, Svein probabilmente sopravviverà all'incontro e Leif potrebbe andare alla ricerca di sua sorella, che ha lasciato il Kattegat con Harald.

La seconda stagione inizia qualche tempo dopo la fine della prima stagione. Lo spettacolo non impiega molto a rispondere al cliffhangerdalla prima stagione: Leif ha risparmiato il figlio di Canute, Svein, anche se cerca ancora vendetta contro Olaf Haraldsson (Jóhannes Haukur Jóhannesson). Nel frattempo, sua sorella e Harald hanno creato il loro piccolo paradiso nella foresta, ma Harald vuole ancora essere il re di Norvegia, quindi lui e Freydis decidono di andare a Kattegat e parlare con Forkbeard della promessa di Canute. Sfortunatamente, Forkbeard deve partire per la Danimarca per aiutare suo figlio a sconfiggere i suoi nemici. Quindi fa un patto con Olaf. Forkbeard dichiara Svein come il re di Norvegia, nomina Olaf il suo protettore e consigliere e porta il figlio di Olaf, Magnus, in Danimarca per forzare la conformità. Dopo aver sentito Olaf mettere una taglia su Freydis e Harald, Leif li trova e li avverte.
Successivamente il trio incontra un uomo di nome Jorundr, che Leif ha incontrato in precedenza. Jorundr si rivela come un Jomsviking o un pirata e promette a Freydis, Harald e Leif di portarli a Jomsborg , in Pomerania, dove le persone praticano liberamente l’antica fede. Vedendo che Jorundr ha lo stesso tatuaggio del Veggente, Freydis decide di accompagnarlo, mentre Harald e Leif si dirigono a Novgorod per chiedere allo zio del primo, Yaroslav il Saggio, un esercito per invadere la Norvegia. Questa è l’ultima volta che Freydis vede sia Harald che Leif nella stagione, e non dice ad Harald che è incinta di suo figlio.
Sebbene Harald e Leif raggiungano Novgorod sani e salvi, Yaroslav rifiuta di aiutare suo nipote. Ha già abbastanza problemi con i nomadi Pecheneg; non ha bisogno di attirare l’ira di Canuto il Grande. Alla fine, Harald viene assunto da Lord Vitomir di Chude per un viaggio a Costantinopoli. Dopo un po’ di introspezione, Leif si unisce al suo vecchio amico nel viaggio, insieme a una studiosa araba di nome Mariam (Hayat Kamille).
A Jomsborg, Freydis diventa la sacerdotessa del tempio e nota la discriminazione inflitta ai rifugiati. Si sviluppa un conflitto tra lei e Lord Harekr (Bradley James), il leader dell’insediamento. Harekr massacra i rifugiati e le porta via il figlio appena nato di Freydis, che lei chiama in onore di suo padre. Gli altri residenti di Jomsborg successivamente lapidano a morte Harekr quando cerca di uccidere una Freydis indebolita dopo averla sconfitta in un combattimento.
Nel frattempo, in Gran Bretagna, Godwin apparentemente salva Emma da un tentativo di omicidio e arresta l’uomo responsabile, che si scopre essere il fratellastro di Aelfwynn, una delle dame di compagnia di Emma. Quando Emma scopre che un uomo spietato e ambizioso come Godwin vuole sposare una donna senza un soldo come Aelfwynn, si rende conto che Godwin sta progettando qualcosa.
Nell’episodio 8 della seconda stagione, intitolato “The Reckoning”, Harald e Leif scoprono l’esatta natura del tesoro che hanno trasportato a Costantinopoli. Freydis deve combattere una battaglia per la sopravvivenza del suo popolo. Canuto organizza un matrimonio tra Godwin e sua nipote, Gytha.

Vikings: Valhalla Stagione 2: Olaf è vivo o morto?
Sì, Olaf è morto. Dopo aver visitato Novgorod e aver appreso del viaggio di suo fratello e Leif a Costantinopoli, Olaf viene benedetto dal prete cristiano locale per la sua crociata contro i pagani. Arriva a credere che sia suo dovere religioso distruggere Jomsborg e cancellare la fede pagana dal mondo. Il problema è che i Jomsviking sono un gruppo di persone sfuggente e nessun estraneo conosce Jomsborg.
Olaf e la sua gente trovano Jorundr, che ha perso la mano ed è stato esiliato da Harekr dopo essere stato falsamente accusato di aver ucciso Freydis. Jorundr accetta di aiutare Olaf, non sapendo che Harekr è morto, e Freydis ora guida Jomsborg. Sacrifica la sua vita per proteggere l’insediamento quando lo scopre. Freydis attira Olaf con un falso senso di sicurezza prima di bruciare le sue navi e gli uomini con olio e trafiggerlo con una lancia. In seguito, Freydis riporta Svein da sua madre a Kattegat e riceve in cambio una promessa di pace.

Quale tesoro consegnano Leif e Harald a Costantinopoli?
Quando Vitomir recluta Harald per il viaggio, a quest’ultimo viene detto che stanno trasportando qualcosa di estremamente prezioso destinato allo stesso imperatore bizantino. Harald inizialmente pensa che sia la collana che la figlia di Vitomir, Eleana, porta sempre al collo. La collana è davvero inestimabile, ma è stata data a Vitomir per indicare che ha qualcosa di estremamente importante per l’Imperatore stesso.
Nel finale della seconda stagione, viene rivelato che Eleana dovrebbe essere l’importante tesoro per cui Vitomir ha assunto Harald. Vitomir ha organizzato un matrimonio tra sua figlia e l’imperatore Romano e, consegnando Eleana sana e salva a Costantinopoli, Harald si assicura la gratitudine dell’imperatore. Il problema è che Harald ha iniziato a sviluppare sentimenti per l’aspirante imperatrice, e questi sentimenti sono apparentemente ricambiati. Sono sopravvissuti a un viaggio straziante insieme, che li ha avvicinati in più di un modo.
Entro la fine della seconda stagione, Harald si è assicurato un forte alleato nell’Imperatore, probabilmente l’unico uomo in Europa che può aiutarlo contro Canuto. Tuttavia, può potenzialmente perdere tutto il favore che si è guadagnato, insieme alla sua vita, se decide di perseguire una relazione segreta con Eleana, che viene accennata alla fine della seconda stagione.

Godwin aveva intenzione di sposare Gytha fin dall’inizio?
Dopo l’attentato alla sua vita, Emma nota che Aelfwynn è visibilmente scossa dopo aver visto la faccia dell’aspirante assassino. La regina in seguito scopre che l’uomo è il fratellastro di Aelfwynn. Dopo che Aelfwynn ha confessato la sua relazione con Godwin, Emma inizia a sospettare che Godwin sia coinvolto nel tentativo di omicidio. Ordina di far torturare Aelfwynn per sapere cosa sa l’altra donna di questo, ma non scopre nulla tranne che Godwin vuole che suo figlio diventi un re. Aelfwynn muore a causa della tortura, sostenendo che Godwin la ama fino al suo ultimo respiro.
Turbata dalla morte di Aelfwynn e dal suo ruolo in essa, Emma continua a indagare, rendendosi conto alla fine che Godwin ha orchestrato il tentativo di assassinio. Tuttavia, dovrebbe sempre fallire, poiché doveva solo ottenere favori da Canuto. Quando Emma torna a Londra, scopre che Canuto è tornato dalla Danimarca. Dopo aver appreso cosa è successo, Canute fa sposare sua nipote Gytha con Godwin.
Di tutto ciò che Godwin ha detto ad Aelfwynn, è stato onesto almeno una volta: vuole che suo figlio diventi re. Ma un bambino con Aelfwynn, che non ha né i soldi né i legami familiari, non potrà mai esserlo. Gytha, d’altra parte, può dargli accesso a entrambi alla corte di Canuto. Quindi, sì, Godwin aveva sempre pianificato di sposare Gytha. Sapeva che se avesse costretto Emma a uccidere Aelfwynn, gli sarebbe stata offerta la mano di Gytha come ricompensa.

Cosa regala Emma a Gytha per il suo matrimonio?
Mentre Godwin e Gytha si preparano a consumare il loro matrimonio, il primo scopre che Emma ha regalato a Gytha un anello molto speciale, che ora pende dal collo di Gytha su una collana. Emma ha anche detto a Gytha di non toglierselo mai. Quell’anello appartiene a un uomo di nome John Fletcher. Dopo la prigionia di suo padre, Godwin è stato allevato da Fletcher, che, come scopre Emma, ​​ha anche organizzato l’attentato alla vita di Emma. Quando Emma finalmente lo rintraccia, Fletcher è già morto. Sebbene non vi siano segni di alcun gioco scorretto, Emma deduce che anche Godwin è responsabile di questo.
Emma dà l’anello a Gytha e le ordina di non toglierselo mai perché vuole che Godwin sia sempre consapevole di sapere da dove viene e cosa ha fatto. Anche se ora è effettivamente diventato parte della sua famiglia, Emma vuole che Godwin sappia che non si fiderà mai di lui.

In Mariam Vivo o morto? A cosa serve la chiave?
Nella stagione 1, il primo amore di Leif, Liv, viene ucciso, e lui ha allucinazioni su di lei all’inizio della seconda stagione. Ad un certo punto, prende l’oppio per affrontare il dolore e quasi muore. Nella seconda stagione, viene coinvolto sentimentalmente con Mariam, nonostante sappia che ha una malattia terminale. Promette di portarla a Costantinopoli e lei gli insegna lingua, matematica e astronomia durante il viaggio. Mariam alla fine muore al Pontic Olbia ma non prima di aver dato a Leif la chiave della sua casa a Costantinopoli. Il lavoro della sua vita è in quella casa, e lei sa che i libri e le pergamene lì aiuteranno Leif a trovare il suo destino.

SERIE COME VIKINGS VALHALLA DA GUARDARE

VIKINGS : VALHALLA

“Come il suo predecessore, il Valhalla è uno spettacolo bellissimo, oscuro, cupo e malvagio, con tutti gli ornamenti della guerra che rendono i Vichinghi”
Shane Ryan: Paste Magazine
“Jeb Stuart sfrutta la sua tabula rasa per raccontare una storia che è tanto Game Of Thrones quanto Vikings”
Dennis Perkins: AV Club
“Una volta che la stagione inizia, il suo ritmo veloce diventa la sua risorsa più importante (…) Nonostante il materiale pesante e spesso cupo a portata di mano, ‘Vikings: Valhalla’ raramente trascina”
Caroline Framke: Variety 

La serie non spiega come la Norvegia sia passata sotto il dominio del re danese. Lo sfondo storico di ciò era che Sweyn Forkbeard (Søren Pilmark) aveva sconfitto e ucciso il re norvegese Olaf Tryggvason, pronipote di Harald Finehair. Successivamente Sweyn aveva nominato il nemico norvegese di Olaf Eirik jarl ei suoi figli Svein e Hákon come sovrani vassalli. La famiglia corrisponde più o meno a Jarl Haakon (Caroline Henderson) dello spettacolo. Olaf Tryggvason aveva anche lanciato un devastante attacco vichingo contro l’Inghilterra, che fu una delle incursioni che spinse Aethelred II a ordinare il massacro di St. Brice’s Day. Olaf Tryggvason era anche il padrino di Olaf Haraldsson.

VIKINGS : VALHALLA SUI SOCIAL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »